Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 

Restauro conservativo Hebdomas 8 giorni
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 19:52 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Visto che mi è stato chiesto, cominciamo con il restauro del primo Hebdomas su cui sto lavorando.
L'orologio è abbastanza conciato male, l'ho recuperato in un mercatino per 30,00 euro, e le condizioni iniziali sono le seguenti:

Asse bilanciere con un Pivot rotto
Spirale storta
Molla di carica rotta
Tige di carica rotta e non originale
Vetro mancante
Cassa ammaccata e ghiera reggivetro danneggiata
Quadrante in rame argentato e incisini dorate e numeri cancellati

Quindi un lavoro abbastanza complesso e articolato che abbraccia diverse tipologie di intervento.

Cominciamo a vedere lo stato generale

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Questo è il punto di partenza, un contesto piuttosto compromesso ma recuperabile.
Come prima cosa leviamo le sfere e il quadrante...

Immagine

poi è il turno del ponte e verifichiamo lo stato dell' Ancora, della Spirale e dell'Asse...

Immagine

Immagine

La Spirale appare subito molto conciata...e necessita di un intervento di sistemazione.

Immagine

Immagine

Immagine

Tolta quindi la spirale andiamo a vedere lo stato dell'asse

Immagine

Immagine

Immagine

Adesso non ci rimane che proseguire nello smontaggio delle platine e di tutti i restanti componenti...


Ultima modifica di Forumista_ il giovedì 22 settembre 2011, 21:52, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 21:52 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Proseguiamo quindi con lo smonatggio e come prima cosa togliamo il Bariletto contenente la molla di carica...

Immagine

che come si vede chiaramente dalla foto, risulta rotta in un punto...
Ora passiamo ai leveraggi e alle molle del gruppo di carica...

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 21:56 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Fatto questo possiamo passare a smontare le platine e le ruote, e come prima cosa smontiamo la Ruota di Scappamento e la sua Ancorina e verifichiamone le condizioni...

Immagine

Immagine

e da quello che si può vedere, un rubino è leggermente scheggiato in un angolo, ma questo non dovrebbe creare disturbo al funzionamento.


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 22:01 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
E' quindi venuto il momento di aprire le due platine per rimuvere le restanti ruote...

Immagine

che fortunatamente non presentano danni.

Smontato completamente tutto, ora non resta che cominciare a sistemare i danni e risolvere i problemi riscontrati.

Una delle prime operazioni che sono andato ad eseguire è stato l'intervento sulla Spirale per poterla riportare alle condizioni originarie.

Le fasi e le modalità che ho seguito, le trovate qui:

http://www.orologiko.it/forum/viewtopic.php?t=15769

Una cosa importante che non ho detto sopra, da non dimenticare, è quella di segnare sempre il Volano per ricordare il corretto posizionamento sia della Spirale che del Plateau per quando li si dovrà rimonatare...

Immagine

Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 22:18 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Dopo la spirale, è stato necessario prendere una decisione in merito all'Asse bilanciere, volta o alla sostituzione integrale dello stesso, con tutti i problemi che ne conseguono di perdita della bilanciatura, possibilità di deformazione del volano nella fase di estrazione etc, oppure se intervenire direttamente sull'Asse riportando un nuovo Pivot.

Visti i positivi risultati da me precedentemente ottenuti con questo ultimo tipo di intervento, anche in questo caso ho optato per il riporto evitando quindi di smontare il volano.

Quindi con il tornio, dopo aver verificato lo stato di Tempra dell'asse, che risultava essere molto leggera e quindi con la possibilità di intervenire direttamente senza rinvenimenti, ho asportato la parte rimanente del Pivot rotto...

Immagine

Immagine

ed eseguito un foro da 0,30 mm per il riporto da cui ricavare il nuovo Pivot...

Immagine

e visto lo scetticismo degli ultimi tempi, ecco una foto ingrandita a più di 80x per poter valutare il corretto centraggio del foro eseguito...

Immagine

Ora non rimane che preparare l'innesto e ricavare il nuovo Pivot, ma per fare questo attendo l'arrivo del nuovo tornietto, cosi lo posso anche provare...


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 22:25 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
...e nell'attesa proseguiamo prendendo in esame la molla di carica...che ho estratto dal bariletto...e che andrò a sostituire con una paritetica recuperata da un altro orologio simile.

Immagine

Immagine

Immagine

Le molle sono fortunatamente identiche e quindi questo problema è risolto, ora rimane da pulire tutti i pezzi con un buon lavaggio e ultimare l'asse bilanciere completando il lavoro della Spirale e del Pivot.


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 22:37 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Fra le cose da pulire vi è poi il quadrante che oltre ad essere molto sporco e anche molto usurato.

Per evitare di fare danni ulteriori, ho eseguito un lavaggio leggero con uno sgrassante e acqua, rimuovendo cosi la patina e riportandolo al colore naturale, ed inoltre la pulizia ha rimesso in evidenza i fregi incisi che sono placcati d'oro.

Immagine

Preparato quindi la base, ho proceduto con il restauro vero e proprio rimettendo in evidenza gli indici mancanti.
Operazione eseguita interamente a mano.

Immagine

Ora devo procedere con il restauro della cassa e dell'anello in argento con relativo ripristino del vetro.

Come ultima operazione vi è poi la sistemazione della Tige di Carica, in quanto quella che montava, non è esattamente la sua e la parte terminale risulta spezzata.

Per ora mi fermo qui, ma proseguirò non appena ci saranno degli aggiornamenti...

Ciao
Davide


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 5:05 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 gennaio 2007, 6:11
Messaggi: 5475
Località: Pavia
Sei bravissimo Davide ::-bravo2 ::-bravo2 ::-bravo2
Hai tecnica e passione, gli elementi essenziali per fare 'miracoli' in orologeria.
Complimenti
Giuseppe

_________________
entusiasta

Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 7:16 
Non connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: mercoledì 10 marzo 2010, 10:30
Messaggi: 1805
Località: lombardia,mantova
complimenti anche per questo lavoro,ma trovi il tempo per dormire un pò?a parte gli scherzi una piccola precisazione,non è necessario segnare la posizione della virola,in quanto specialmente quando devi sistemare la spirale dovrai poi rimettere in battuta l'orologio e lo ottieni con piccoli spostamenti di questo componente,rispetto alla posizione del bottone del disco sottostante che interagisce con l'ancora.un saluto e complimenti ancora


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 7:43 
Non connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale

Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 18:27
Messaggi: 3118
Località: Prov. di Como
Provincia: Prov. di Como
+entusiasta ha scritto:
Sei bravissimo Davide ::-bravo2 ::-bravo2 ::-bravo2
Hai tecnica e passione, gli elementi essenziali per fare 'miracoli' in orologeria.
Complimenti
Giuseppe


Per i complimenti mi associo a Giuseppe, bravo continua così.

Ciao,
Emanuele


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 8:26 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 24 agosto 2009, 19:52
Messaggi: 391
Località: Tortona (AL)
Provincia: Tortona
Ema54 ha scritto:
+entusiasta ha scritto:
Sei bravissimo Davide ::-bravo2 ::-bravo2 ::-bravo2
Hai tecnica e passione, gli elementi essenziali per fare 'miracoli' in orologeria.
Complimenti
Giuseppe


Per i complimenti mi associo a Giuseppe, bravo continua così.

Ciao,
Emanuele


Quoto Bravissimo e' un vero piacere poter vedere lavori cosi' eseguiti ::-bravo2 ::-bravo2

_________________
Roberto IU1FKB


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 8:43 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 gennaio 2008, 11:54
Messaggi: 1620
Località: Inverigo
Provincia: CO
:up: :up: Complimenti Davide!!!

_________________
A te che hai dato senso al tempo senza misurarlo..
Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 9:02 
Non connesso
Senior User
Senior User

Iscritto il: sabato 6 agosto 2011, 21:46
Messaggi: 467
Località: Ferrara
Bravo Davide. Bellissimo spettacolo.
Senti, ho visto che hai segnato un riferimento in corrispondenza della pietra del plateau. Ma detta pietra non dovrebbe essere sempre perpendicolare ai due bracci del bilancere?
In teoria non dovrebbe essere necessario, poiche' il bilancere dovrebbe essere perfettamente equilibrato, pero' in questo caso il bilancere e' esposto e una rotazione asimmetrica dei bracci sarebbe antiestetica. Che dici?
Ciao Grazie
Marcello da Ferrara


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 9:21 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3250
Provincia: XX
Grazie a tutti per il caloroso conforto, adesso vedo di andare avanti e di terminare il lavoro...poi ci sono gli altri due che ci aspettano...!


rkkardo ha scritto:
...

Senti, ho visto che hai segnato un riferimento in corrispondenza della pietra del plateau. Ma detta pietra non dovrebbe essere sempre perpendicolare ai due bracci del bilancere?
In teoria non dovrebbe essere necessario, poiche' il bilancere dovrebbe essere perfettamente equilibrato, pero' in questo caso il bilancere e' esposto e una rotazione asimmetrica dei bracci sarebbe antiestetica. Che dici?
Ciao Grazie
Marcello da Ferrara


Io non saprei cosa dire in quanto non ho esperienza in tale direzione e quindi mi sono limitato a segnare le cose cosi come le ho trovate, però a fronte della tua osservazione e riguardando la foto, il volano ha in effetti un vecchio riferimento fatto da qualcuno in passato che coincide proprio con quanto da te sottolineato e quindi devo desumere che sia un'osservazione più che attendibile.

Immagine

Grazie per averlo messo in evidenza!

Ciao
Davide


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 23 settembre 2011, 14:36 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 2 giugno 2009, 12:49
Messaggi: 829
Località: roma
nematos ha scritto:
Grazie a tutti per il caloroso conforto[...]

Ma quale conforto, sono proprio complimenti per i tuoi risultati!
::-app
Anche il modo di esporre e documentare i tuoi lavori è veramente piacevole. Grazie, imparo un sacco di cose dai tuoi post!

nematos ha scritto:
Io non saprei cosa dire in quanto non ho esperienza in tale direzione e quindi mi sono limitato a segnare le cose cosi come le ho trovate, però a fronte della tua osservazione e riguardando la foto, il volano ha in effetti un vecchio riferimento fatto da qualcuno in passato che coincide proprio con quanto da te sottolineato e quindi devo desumere che sia un'osservazione più che attendibile.
Immagine

Potrebbero non essere segni di riferimento. Quelle quattro lineette parallele sulla razza sinistra del bilanciere sono quasi certamente un segno di equilibratura, così come potrebbero esserlo i due segni sul volantino a fianco ai tuoi.
Il procedimento che hai seguito è corretto. Non ci sono regole di perpendicolarità dettate dal senso estetico, però ci sono regole di equilibrio dettate dalla fisica, per cui è sempre bene marcare la posizione della virola e del plateau. La posizione della prima spira infatti influenza la regolarità di marcia nelle posizioni verticali, mentre la posizione del bottone d'impulso è determinante per mettere in battito l'orologio.
Avere una posizione di riferimento vicina a quella originale (dando fiducia a chi ci ha lavorato prima di noi :-D ) ci consente di partire da una situazione di regolazione approssimativamente corretta. Poi si può decidere se spingersi oltre affinando la regolazione.
Però è meglio usare una matita o un pennarello per segnare i punti di riferimento. I graffi - per quanto piccoli possano apparire - influenzano sempre l'equilibratura del bilanciere, soprattutto se fatti sul volantino (il momento d'inerzia è proporzionale al quadrato del raggio).
Ciao!
// ocram


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: aranail, Exabot [Bot], nisits e 51 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: