Tutti gli orari sono UTC + 2 ore




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
 

Hamilton WWII info
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 7 ottobre 2020, 7:32 
Non connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 11:42
Messaggi: 231
Località: Verona
Provincia: Verona
buongiorno, un mio amico appassionato della seconda vuerra mondiale e presidente di un'associazione che cura uno splendido museo, cerca un orologio originale in dotazione AGLI ufficiali dell'esercito americano nella WWII. Vorrebbe un Hamilton periodo 1943-44.
Che potete dirmi in proposito?
ho letto un po' di vostri post e innanzitutto non mi sembra ci siano state differenze fra soldati semplici e ufficiali quanto a dotazione orologiaria.
Per Hamilton poi mi pare occorra cercare il tipo 'Ordnance Department', giusto?
Che consigli potete darmi e che acquisto fareste voi? Grazie.

_________________
Un panciotto senza orologio è come un poliziotto senza pistola.


Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: mercoledì 7 ottobre 2020, 20:38 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 17:25
Messaggi: 1658
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Non c'erano differenze per orologi da ufficiale o di soldato semplice; cercare il tipo 'Ordnance Department è giusto. Ti allego qualche notizia sugli orologi Hamilton della seconda guerra mondiale. Forte delle precedenti esperienze e della solida reputazione per la precisione, Hamilton inizia a fornire orologi, cronometri e strumenti di precisione ai militari statunitensi durante la seconda guerra mondiale. Nel 1942, Hamilton arresta la produzione destinata al mercato civile per poter fornire l'enorme numero di orologi richiesti dalle truppe. Dal 1942 al 1945 Hamilton consegna oltre un milione di orologi. La Marina è stato uno dei più grandi clienti di Hamilton in quel periodo, ricevendo oltre 10.000 cronometri marini negli anni del conflitto. Visto che non c'era alcun altro modo di stabilire una rotta se non attraverso la "navigazione stimata", in cui il marinaio usa le stelle per navigare, la Marina doveva garantire una precisione totale. Un errore di un solo minuto poteva produrre un rapporto di posizione errato di parecchie miglia. Hamilton, all'epoca il principale produttore di orologi degli Stati Uniti, realizzò un tipo di orologio simile che non era incluso nella designazione A-11, sebbene gli orologi fossero molto simili. Come la maggior parte dei Marines sa, la Hamilton Watch Company non ha prodotto un orologio di tipo A-11. Perchè no? Perché Hamilton non poteva competere sul prezzo. Secondo i documenti di archivio USAAF, Hamilton ha presentato all'AAF due orologi per la valutazione in base alla specifica n. 94-27834 nel dicembre 1940. Un orologio era conforme alle specifiche tranne che per il requisito della lancetta dei secondi e la lunghezza del cinturino. Il secondo orologio era conforme alle specifiche tranne che per la lunghezza del cinturino. Presumibilmente il primo orologio campione era il 987S a 17 rubini e il secondo orologio campione era un 2987 a 18 rubini.
In un documento separato, si fa riferimento a Hamilton che ha fornito 12.000 orologi da 18 rubini (39103) all'USN al costo di $ 18,40 ciascuno. Hamilton n. 39103 è un orologio con cassa 88-W-800 Star con movimento 2987. Si fa anche riferimento a un orologio Hamilton 17 rubini fornito alla USN per un prezzo di $ 16 per orologio. La differenza di prezzo tra un orologio Hamilton e un orologio simile Elgin, Waltham o Bulova Type A-11 non era insignificante. L'AAF sottolinea questo punto come segue:
Le strutture dell'industria orologiera americana sono state assegnate dal War Production Board e resta inteso che nessuna delle produzioni di orologi da polso della Hamilton Watch Company è stata programmata per le Army Air Forces. Apparentemente, la più grande obiezione all'acquisto di orologi Hamilton di questo tipo da parte delle forze aeree dell'esercito in passato è stata che non possono competere con altre società di orologi sul prezzo. Con i contratti in corso, l'esercito paga circa $ 14,00 ciascuno per l'orologio di tipo A-11.
Tieni presenti queste notizie nella tua ricerca, buona fortuna!

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)


Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: giovedì 8 ottobre 2020, 5:46 
Non connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 11:42
Messaggi: 231
Località: Verona
Provincia: Verona
Grazie Cipster x la completa esposizione.
Ne approfitto per chiedere dove posso indirizzare il mio amico x cercare un orologio autentico?

_________________
Un panciotto senza orologio è come un poliziotto senza pistola.


Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: venerdì 9 ottobre 2020, 10:43 
Connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: martedì 1 settembre 2009, 15:00
Messaggi: 1151
Località: Roma
Immagino che stiamo parlando di orologi da polso, ma non è scontato... in linea di massima, gli orologi militari da tasca dell'epoca sono di qualità mediamente superiore...
Anche nelle FF.AA. USA gli orologi erano destinati prima ad ufficiali, sottufficiali e specialisti, anche se gli ufficiali superiori spesso preferivano orologi di acquisto personale.
Se parliamo di fanteria US Army tenderei ad escludere i Type A11 e i 88-W-800, dunque la ricerca va effettuata tra gli Ord.Dept., che non sono solo da polso e non sono solo Hamilton ed esistono in una ampia gamma di modelli...
Ovviamente tenderei a consigliare quelli con maggior numero di rubini e cassa a vite.
Va tenuto presente che si tratta di orologi piccoli, con cassa spessissimo cromata e non in acciaio, senza antiurto, con campitura al Radio. Visti dal vero potrebbero risultare deludenti.
C'è un motivo specifico per cui ha scelto Hamilton?


Ultima modifica di Klaus il venerdì 9 ottobre 2020, 12:03, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: venerdì 9 ottobre 2020, 11:32 
Non connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: giovedì 24 novembre 2016, 11:42
Messaggi: 231
Località: Verona
Provincia: Verona
Sinceramente non lo so. Chiedo al mio amico. Perche, che altre marche consigliereste?
Comunque è giusto da polso. Grazie x i consigli.

_________________
Un panciotto senza orologio è come un poliziotto senza pistola.


Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: venerdì 9 ottobre 2020, 12:23 
Connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: martedì 1 settembre 2009, 15:00
Messaggi: 1151
Località: Roma
In questo settore Waltham la fece un pochino da padrona, con Elgin e Bulova.
Considera che Waltham fu la prima produttrice di orologi al mondo ad industrializzare la produzione.

Ancora negli anni '40 il suo vantaggio, in termini di volumi produttivi, si faceva sentire ed ha continuato ad essere la maggiore assegnataria di contratti militari NATO, successivamente, per ancora molti decenni.
Raramente anche i paesi Nato hanno montato, per esempio, orologi di produzione non statunitense sui cruscotti dei propri aerei da combattimento.
A memoria solo Francia, (per esempio Dodane e Breguet, etc..) UK (Smiths, Jaeger), Italia (Cairelli, Revue e Sinn) e Germania (Sinn) lo hanno fatto. Molto spesso, anche questi paesi hanno montato orologi già in origine previsti dai capitolati statunitensi e, in tal caso, quasi sempre si trattava di Waltham o di Waltham reincassati da agenti nazionali (è il caso di Cairelli, di Aerosonic o Beechcraft, per es.).

Gli Hamilton sono un pochino più rari.
Pochino meglio rifiniti, forse più blasonati, di qualità molto leggermente superiore, ma un poco più difficili da trovare.
Se per il tuo amico pari sono e non è un estimatore dell'orologeria, avrà più ampia scelta e facilità nel selezionare un Waltham, Elgin o Bulova.
Si tratta sempre e comunque di orologini non molto costosi nè difficili da trovare: l'US Army ne acquistò un fiume, con tanto di ampi stock di parti di ricambio.
Pensa che si trovano ancora i vetrini e i cinturini originali e ricambi ancora sigillate nelle loro bustine.
Il manuale di manutenzione dell'US Army prevedeva la sostituzione, per esempio, di tutto il bilanciere, spesso completo di spirale e ponte, in caso avesse problemi. E il ricambio si trova così: non l'asse soltanto, ma tutto il gruppo. Sciuponi.
Non c'è motivo dunque nè di pagare più di 100/150 euro, nè di precipitarsi sul mercato ad acciuffare il primo che capita...


Top
 Profilo  
 

Re: Hamilton WWII info
MessaggioInviato: sabato 24 ottobre 2020, 20:47 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 30 settembre 2019, 9:24
Messaggi: 88
Provincia: Bologna
Matteo 1971 ha scritto:
Sinceramente non lo so. Chiedo al mio amico. Perche, che altre marche consigliereste?
Comunque è giusto da polso. Grazie x i consigli.

Matteo hai poi trovato l'Hamilton per il tuo amico ?
Interessa anche a me.... per me !
Grazie Stefano

_________________
"Drive the impossible"


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Komarek e 19 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: