Tutti gli orari sono UTC + 2 ore




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
 

ci provo, pendolo 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 7 ottobre 2021, 5:02 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Ieri, gitarella fuori porta per andare a ritirare il mio ultimo acquisto.
Fortunatamente il venditore era relativamente vicino a me, così mi sono risparmiato le spese di spedizione e gli eventuali danni che avrebbe potuto comportare.
Transazione piuttosto rapida, in mezzo alla strada, io gli do i soldi , lui mi da il sacchetto.. Un bel sacchetto di quelli della spesa in nylon pesante, come ormai non se ne vedono più da anni, lo conserverò come una reliquia.
Ad una prima occhiata , non vedo un pacchetto separato con pendolo e chiave, quindi chiedo al venditore se pendolo chiave, campana siano presenti, mi ha risposto : "boh, è tutto li" fissandomi con uno sguardo ebete, un'ulteriore sguardo all'interno del sacchetto mi ha permesso di capire che la testa di uno dei 2 personaggi era staccata dal busto, e che fili metallici tenevano in sede qualcos'altro.
Mestamente sono ritornato all'auto col mio sacchetto, certo di essermi beccato una bidonata.
Giunto a casa , ho potuto constatare che non solo la testa, ma anche una spalla e un braccio erano staccati, oltre ad una ghirlanda di fiori,
Questa mattina , sul presto gli ho dato un'occhiata fuori dal sacchetto
Si tratta di una pendoletta da appoggio con meccanica Parigina, in metallo, non meglio specificato, riccamente guarnita da molta polvere... come se da me non ce ne fosse abbastanza, vado anche a comprarmene altra in giro
non vedo comunque segni di fratture, e penso sia una buona cosa, possiedo una saldatrice TIG, anche se mi manca la bombola dell'argon, così come ho del Castolin , anche se con il cannello in mio possesso è escluso che possa riuscire a saldare un pezzo tanto grosso, perciò dovrei comprare un cannello gas + ossigeno... Entrambe le soluzioni mi verrebbero a costare più dell'orologio .
comunque è presto per preoccuparsi di questo perchè non so ancora di che materiale sia fatto
Il pendolo è mancante, di buono c'è che il quadrante sembra integro così come i vetri sia davanti che dietro.
Tutto sommato, anche se piuttosto pacchiano e un po' a pezzi non sembra messo troppo male, la statuetta che lo sormonta potrebbe chiamarsi Compagni di sbronza, sembrano infatti 2 amici che, piuttosto brilli aspettando di decidere chi accompagnerà a casa chi, siano momentaneamente collassati sul bordo della strada e si stiano confidando le proprie pene d'amore, ma potrei sbagliarmi.
Ho comprato questo , perché veramente non ho chiodi su cui appendere un'altro pendolo da muro, oltre al fatto che trovare una parete dritta in casa mia è decisamente un'impresa
Ho provato a fargli qualche foto.. ma sicuramente mi verranno meglio più tardi quando ci sarà luce


Allegati:
P1040560.JPG
P1040560.JPG [ 152.22 KiB | Osservato 655 volte ]
Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: giovedì 7 ottobre 2021, 10:47 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 15:03
Messaggi: 18977
Provincia: Napoli
8-) Mi sa che ti sei portato a casa...una bella gatta da pelare! :grin:
Però...mettiamola così..."Credo che ti terrà occupato per un po' di tempo e...alla fine, ti darà pure più soddisfazione così come capita per ogni impresa impegnativa ::--pollixi

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita.


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: giovedì 7 ottobre 2021, 11:26 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Ho iniziato a smontare il movimento dalla cassa, il movimento ha la sospensione a filo, e credo che questa possa essere una buona notizia in quanto dovrebbe essere più semplice ricostruire il pendolo mancante, almeno spero.
Ulteriore buona notizia è che l'ubriacone mutilato, che dopo attenta analisi parrebbe essere una fanciulla, in realtà non andrà saldato , in quanto la parte a penzoloni era tenuta in sede da 2 lunghe viti, di cui una è rotta.
La cattiva notizia è che dubito fortemente di potere disporre di una vite con quel passo, e sicuramente non ho una filiera con cui poterla riprodurre.
Il movimento è marcato Hottot a paris... mai sentito.
il martello è stato saldato a stagno e le coppiglie che fissano il quadrante sono state sostituite da tre chiodini...
speriamo che la creatività di chi ci ha messo le mani si limiti a questo a che non mi trovi poi con brutte sorprese dopo... vedremo
sarei propenso a sistemare dapprima la cassa, perciò allungo un po' lo sgrassatore che ho già usato sull'altro e provo a dargli una spazzolata, così è la volta buona che lo cambio per lavare il movimento


Allegati:
P1040564.JPG
P1040564.JPG [ 279.25 KiB | Osservato 607 volte ]
Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: giovedì 7 ottobre 2021, 19:59 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 17:25
Messaggi: 2690
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Scusa, ma tu fai opere di bene od acquisti orologi? ::boccaap Domanda banale: ma non potevi controllarlo, prima di comprarlo? Spero tu l'abbia pagato davvero pochissimo :-o Mi sa che ti aspetta un lavoro, non da poco, per sistemare il tutto :-(

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 6:10 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Io mi diverto a cercare di rimetterli a posto , quindi preferisco comperare un rottame, come direbbero i francesi " Dans son jus" piuttosto che un'oggetto " restaurato" , da chi senza alcun rispetto per l'originalità dell'oggetto ha pensato bene di fare modifiche, migliorie, per soddisfare un proprio personale gusto, magari dimostrando di essere padrone della tecnica per farlo ma di fatto azzerandone un eventuale valore storico o collezionistico.
Così è nato, così deve rimanere, altrimenti , anche se il mio lavoro fosse di un discreto o buon livello, sarà sempre una porcata.
Che sia un catorcio, o un pezzo prestigioso la cosa cambia poco,
oggi andrò a cercare una vernice dorata per riprendere la doratura della base, in quanto compromessa , ma è un semplice trattamento superficiale ed estetico, che non impedirà a chi verrà dopo di me di riportarlo alle condizioni originarie se lo ritenesse opportuno.
sistemare la vite rotta, della scultura è per me una bella rogna, ma di quella vite è comunque rimasto un moncherino e partendo da li qualcosa mi inventerò per farla stare nuovamente in sede, ma sicuramente non esiste che io vada a rifilettarla m3 , anche se la cosa sarebbe la più semplice da farsi, perché sarebbe un danno irreversibile, anche se non si vede.
Seguendo praticamente costantemente ciò che offre la baia, direi che non l'ho pagato molto, questo non era sulla baia, ma su di un giornale locale di piccoli annunci... poteva andarmi molto peggio, ma nei paraggi c'era solo questo e io avevo bisogno di un giocattolo nuovo, avrei potuto trattare per farmi togliere 10 euro, col rischio che il venditore mi mandasse al diavolo ed essermi fatto 1 ora di macchina per nulla


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 8:49 
Connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: lunedì 21 novembre 2016, 21:16
Messaggi: 1494
Provincia: SA
gigiopera ha scritto:
Io mi diverto a cercare di rimetterli a posto , quindi preferisco comperare un rottame, come direbbero i francesi " Dans son jus" piuttosto che un'oggetto " restaurato" , da chi senza alcun rispetto per l'originalità dell'oggetto ha pensato bene di fare modifiche, migliorie, per soddisfare un proprio personale gusto, magari dimostrando di essere padrone della tecnica per farlo ma di fatto azzerandone un eventuale valore storico o collezionistico.
Così è nato, così deve rimanere, altrimenti , anche se il mio lavoro fosse di un discreto o buon livello, sarà sempre una porcata.
Che sia un catorcio, o un pezzo prestigioso la cosa cambia poco,
oggi andrò a cercare una vernice dorata per riprendere la doratura della base, in quanto compromessa , ma è un semplice trattamento superficiale ed estetico, che non impedirà a chi verrà dopo di me di riportarlo alle condizioni originarie se lo ritenesse opportuno.
sistemare la vite rotta, della scultura è per me una bella rogna, ma di quella vite è comunque rimasto un moncherino e partendo da li qualcosa mi inventerò per farla stare nuovamente in sede, ma sicuramente non esiste che io vada a rifilettarla m3 , anche se la cosa sarebbe la più semplice da farsi, perché sarebbe un danno irreversibile, anche se non si vede.
Seguendo praticamente costantemente ciò che offre la baia, direi che non l'ho pagato molto, questo non era sulla baia, ma su di un giornale locale di piccoli annunci... poteva andarmi molto peggio, ma nei paraggi c'era solo questo e io avevo bisogno di un giocattolo nuovo, avrei potuto trattare per farmi togliere 10 euro, col rischio che il venditore mi mandasse al diavolo ed essermi fatto 1 ora di macchina per nulla


Condivido fino all'ultima sillaba, anche le virgole e la punteggiatura :2thumbs: .
Alla fine si prende un "giocattolo" nuovo per avere qualche settimana di svago indipendentemente dal valore (poi se vale qualcosa tanto meglio) e se e' possibile rendendolo un po migliore di come lo si era ricevuto.
Pero' io credo che esista la liberta' di espressione... se uno si diverte a fare delle modifiche per mettersi alla prova con la sua attrezzatura, non stiamo parlando di un reperto dell'antica Roma, ma di oggetti di uso comune spesso "vecchi" ma non antichi, quindi non c'e' nulla di male. Personalmente la penso come te, meno lo si snatura e meglio e'.... Se uno si diverte a prendere schifezze (e non e' questo il caso, l'oggetto mi piace) e a migliorarle fosse anche di poco anche in questo caso non c'e' nulla di male.


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 10:38 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Per carità, della sua roba ognuno deve essere libero di disporne come meglio crede, ci mancherebbe altro.
Io parlo per me, e nello specifico era riferito a questo oggetto in particolare, che nonostante sia un po' a pezzi è pressochè completo e verosimilmente ancora tutto originale, se dopo 150 anni è ancora tutto originale, non sarò io ad andare a fargli delle modifiche, neanche una vite, perchè mi sembrerebbe di commettere un crimine.
Certo non è un lavoro, se lo fosse, non sarebbe immaginabile perdere magari una settimana per una vite, o se fosse già stato rimaneggiato, magari con parti mancanti il discorso non si andrebbe a porre, libero spazio alla creatività per ottenere un'insieme armonico.


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 10:39 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 15:03
Messaggi: 18977
Provincia: Napoli
sarari ha scritto:
gigiopera ha scritto:
Io mi diverto a cercare di rimetterli a posto , quindi preferisco comperare un rottame, come direbbero i francesi " Dans son jus" piuttosto che un'oggetto " restaurato" , da chi senza alcun rispetto per l'originalità dell'oggetto ha pensato bene di fare modifiche, migliorie, per soddisfare un proprio personale gusto, magari dimostrando di essere padrone della tecnica per farlo ma di fatto azzerandone un eventuale valore storico o collezionistico.
Così è nato, così deve rimanere, altrimenti , anche se il mio lavoro fosse di un discreto o buon livello, sarà sempre una porcata.
Che sia un catorcio, o un pezzo prestigioso la cosa cambia poco,
oggi andrò a cercare una vernice dorata per riprendere la doratura della base, in quanto compromessa , ma è un semplice trattamento superficiale ed estetico, che non impedirà a chi verrà dopo di me di riportarlo alle condizioni originarie se lo ritenesse opportuno.
sistemare la vite rotta, della scultura è per me una bella rogna, ma di quella vite è comunque rimasto un moncherino e partendo da li qualcosa mi inventerò per farla stare nuovamente in sede, ma sicuramente non esiste che io vada a rifilettarla m3 , anche se la cosa sarebbe la più semplice da farsi, perché sarebbe un danno irreversibile, anche se non si vede.
Seguendo praticamente costantemente ciò che offre la baia, direi che non l'ho pagato molto, questo non era sulla baia, ma su di un giornale locale di piccoli annunci... poteva andarmi molto peggio, ma nei paraggi c'era solo questo e io avevo bisogno di un giocattolo nuovo, avrei potuto trattare per farmi togliere 10 euro, col rischio che il venditore mi mandasse al diavolo ed essermi fatto 1 ora di macchina per nulla


Condivido fino all'ultima sillaba, anche le virgole e la punteggiatura :2thumbs: .
Alla fine si prende un "giocattolo" nuovo per avere qualche settimana di svago indipendentemente dal valore (poi se vale qualcosa tanto meglio) e se e' possibile rendendolo un po migliore di come lo si era ricevuto.
Pero' io credo che esista la liberta' di espressione... se uno si diverte a fare delle modifiche per mettersi alla prova con la sua attrezzatura, non stiamo parlando di un reperto dell'antica Roma, ma di oggetti di uso comune spesso "vecchi" ma non antichi, quindi non c'e' nulla di male. Personalmente la penso come te, meno lo si snatura e meglio e'.... Se uno si diverte a prendere schifezze (e non e' questo il caso, l'oggetto mi piace) e a migliorarle fosse anche di poco anche in questo caso non c'e' nulla di male.


:2thumbs: :2thumbs: E anche tu..ti diverti parecchio con ottimi risultati ! :grin:

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita.


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 14:59 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1876
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Caro Grigiopera, a leggerti mi sembra di rileggere i miei post di 4 o 5 anni fa, quando anche io rivendicavo la libertà di usare malandati orologi economici, ancorché antichi, per lavorarci sopra e modificarli secondo il mio gusto.

Sono con te al 100%

Anche quando lavoro su orologi di valore un po' maggiore e voglio fare un restauro serio, io cerco di riportarli alle condizioni di nuovo, non mi interessa di mantenere imperfezioni, ruggine, doratura mancante, macchie e quant'altro perché è "patina" e testimonianza di anni passati ... riportare all' antico splendore per me vuol dire avvicinarmi all' aspetto che aveva quando era uscito dalla fabbrica.

Il passare del tempo ha un po' ammorbidito la mia visione: cerco di non fare nulla di irreparabile e di usare prodotti compatibili con l'epoca di origine, ma fondamentalmente per me revisionare e restaurare vuol dire riportare ad una condizione vicina al nuovo, fermo restando la libertà che mi prendo di trasformare una banale revisione/restauro di un pezzo di scarso valore in uno spunto per lasciare volare la mia fantasia ed il mio, certamente criticabile, senso artistico.

Per ridare l'oro dove quello originale (galvanico) se n'è andato lasciando vedere la ramatura o addirittura lo zinco di fusione sottostante, ti consiglio questo prodotto di Colorlegno che io trovo superlativo

Allegato:
8c689a24-6644-4ccb-b874-d72ded430feb.jpg
8c689a24-6644-4ccb-b874-d72ded430feb.jpg [ 65.05 KiB | Osservato 475 volte ]

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 16:01 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Avevo letto un tuo post in cui parlavi del colorlegno, cercando in internet, poi sia che tra prodotto e spedizione mi veniva a costare quanto mezzo pendolo, sia perchè in fin dei conti non ero sicuro fosse proprio lui, ho optato per andare a vedere in paese se per caso lo trovassi.
Li c'è un colorificio- ferramenta - belle arti in cui la moglie del titolare fa dei bei lavori di restauro- decorazione,
ho trovato un prodotto della covema, che spero sia buono, anche se non ho ancora provato a darlo, per il momento sono alle prese con la preparazione delle boccole e mi sa che ne avrò per un po', poi comunque , prima di provare a passarlo contavo di passare su tutto l'ossido con il dremel e uno spazzolino di ottone, sperando che basti, vedremo
Per il discorso del cercare di salvaguardare l'originalità, ci tengo in questo caso, perchè nonostante sia vecchio e malandato, almeno apparentemente non mancano i pezzi, è riuscito ad arrivare integro o quasi fino a me e vorrei che potesse continuare ad esserlo


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 18:32 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1876
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
mi sembra che la tua fusione, almeno le parti scure, siano di antimonio. Lo puoi pulire molto bene con una spazzola rotativa a setole d'acciaio sottili. L'ossido viene via bene. Durante il processo è bene usare una mascherina antipolvere, perchè l'antimonio è parente stretto dell' Arsenico (tuttavia io ho sempre fatto senza e sono ancora vivo).

Appena spazzolato assume un colore argenteo che si scurisce rapidamente e in qualche giorno assume quel colore grigio azzurro scuro che sta tanto bene accanto alle dorature. Io per fermare il processo di ossidaizone e cercare di mantenere quella tonalità gli do un paio di mani di vernice acrilica trasparente opaca spray.

L'antimonio sopporta la brasatura con Castolin 157 però bisogna fare attenzione perchè fonde a 650°C ... oppure puoi usare colla epoxy per le riparazioni.

E' vero il prodotto Colorlegno costa sui 16 Euro la bottiglietta da 125ml ... però ce ne fai di restauri !

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 19:26 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Komarek ha scritto:
mi sembra che la tua fusione, almeno le parti scure, siano di antimonio. Lo puoi pulire molto bene con una spazzola rotativa a setole d'acciaio sottili. L'ossido viene via bene. Durante il processo è bene usare una mascherina antipolvere, perchè l'antimonio è parente stretto dell' Arsenico (tuttavia io ho sempre fatto senza e sono ancora vivo).

Appena spazzolato assume un colore argenteo che si scurisce rapidamente e in qualche giorno assume quel colore grigio azzurro scuro che sta tanto bene accanto alle dorature. Io per fermare il processo di ossidaizone e cercare di mantenere quella tonalità gli do un paio di mani di vernice acrilica trasparente opaca spray.

L'antimonio sopporta la brasatura con Castolin 157 però bisogna fare attenzione perchè fonde a 650°C ... oppure puoi usare colla epoxy per le riparazioni.

E' vero il prodotto Colorlegno costa sui 16 Euro la bottiglietta da 125ml ... però ce ne fai di restauri !

Sulla baia il colorlegno lo vendono a 14,50 + 8 di spedizione, l'inserzione dice 250 ml, ma potrebbero essersi sbagliati,
se fossi stato sicuro che il prodotto era veramente quello lo avrei preso, quello che invece ho comprato stamattina costava meno, ma avevano solo quello, il venditore dice comunque che è un buon prodotto, l'ho visto su di una decorazione che avevano in negozio e almeno li sembrava bello, non ho ancora provato.
Invece , tanto per scupolo ho provato a dare una spazzolatina in zone nascoste del pendolo, è tutto in bronzo, tranne i due inserti che credo siano in alabastro
pensavo, visto che non dispongo di una vite lunga 10 cm con quel passo per poter fissare nuovamente il busto staccato, di fare una boccola da agganciare in qualche modo al pezzetto di vite rimasto e all'estremità opposta mettergli un'astina di acciaio da fissare con un dadino, con filettatura normale, volevo evitare di andare a rifilettare il foro sulla statua
nelle foto il moncone di vite non c'è, ma siccome l'ho tolto io ieri da qualche parte ce l'ho..
eppure mi pare di ricordare che da qualche parte qualcosa con quel passo ce l'ho, a ricordarsi dove, di sotto ho ancora un paio di cassettiere in cui guardare, domani cerco


Allegati:
P1040570.JPG
P1040570.JPG [ 282.5 KiB | Osservato 429 volte ]
P1040571.JPG
P1040571.JPG [ 284.93 KiB | Osservato 429 volte ]
Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 19:37 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
la vernice che ho comprato è questa.


Allegati:
P1040572.JPG
P1040572.JPG [ 43.73 KiB | Osservato 417 volte ]
Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 21:13 
Non connesso
VIP User
VIP User

Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2016, 18:35
Messaggi: 11623
Località: Dubbione di Pinasca
Provincia: Torino
Bella la storia dell'acquisto per strada.......una volta è capitato anche a me.
Trovo la parigina bella sia nel movimento che nella cassa, una volta sistemata sarà niente male.
Tutto il mio sostegno :2thumbs:

_________________
Paolo
Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno. Forse, lo faranno tutti.
Albert Einstein


Top
 Profilo  
 

Re: ci provo, pendolo 2
MessaggioInviato: venerdì 8 ottobre 2021, 21:33 
Connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 18 agosto 2006, 12:29
Messaggi: 244
Località: Valle della scienza (Cn)
Provincia: cà dei Mori
Sto trovando abbastanza lungo nel fare le boccole, i perni sono perfetti, ma ci sono giochi abbastanza importanti pressochè ovunque..
al momento sto facendo quelle della suoneria, il materiale ha una scorrevolezza eccezionale, pensavo di boccolare tutto, anche perchè le forze in gioco sono veramente minime e credo che anche il più piccolo intoppo possa crearmi dei malfunzionamenti, impegnativo , ma coinvolgente come lavoro, mi piace, bucare da 0.4 è abbastanza impegnativo, spero che non ce ne siano di ancora più piccoli, come punte arrivo fino a 0,3, oltre non saprei come fare


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Eusebio, gigiopera, mariner e 267 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: