Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 

UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 19 giugno 2018, 14:04 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Da trent’anni era sepolto in solaio tra carabattole e ricordi di una vita.
Mi è venuto nelle mani spostando una scatola per il suono del suo gong. Così visto che ormai l’orologite me l’avete attaccata l’ho portato in studio e ho provato a vivisezionarlo.
La prima cosa che è saltata all’occhio sono state le catenelle che erano scaracollate dalla loro ruota dentata. Messe a posto, appeso il pendolo alla parete, caricate le pigne il povero CUCÙ ha mosso qualche timido passo ma poi si è bloccato. Provato, girando le lancette a mano, a farlo cinguettare, l’uccellino è uscito dalla casetta, il gong ha suonato, ma il cinguettio è stato un rantolo…
Ok a questo punto, proviamo, con molta calma a vedere come è fatto dentro… cercando di non fare danni.


Allegati:
Commento file: appena spolverato
01.jpg
01.jpg [ 219.41 KiB | Osservato 1794 volte ]

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby
Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: martedì 19 giugno 2018, 14:30 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Ve lo ricordate il Carosello con il fraticello “Cimabue” quello che fa una cosa e ne sbaglia due? Bene, io sono come lui.
Appena girato il CUCÙ per aprirlo sento un crack e mi ritrovo con la lancetta dei minuti spezzata alla base! Cominciamo bene!
Archiviata la lancetta spezzata al suo posto nella scatolina a scomparti apro lo sportello posteriore e mi rendo conto del perché il tic-tac si era arreso subito: mancavano solo i topi, ma i segni del passaggio del tempo c’erano tutti! Compresa un po' di ruggine.
Per prima cosa ho tolto i due zufoli con i mantici che fortunatamente erano in ottime condizioni. Uno fischiava bene, ma l’altro era asfittico e si limitava a rantolare. Poverino era pieno di ragnatele, polvere e forse anche qualcos’altro. Con l’aspirapolvere curata l’asma!
Così è apparso il meccanismo con tutti i suoi tiranti e i suoi leveraggi. Molto carino e molto teutonico!
Tolto delicatamente l’uccellino (segnata la posizione sulla leva di sostegno) tolte le quattro viti estratto il meccanismo.


Allegati:
02.jpg
02.jpg [ 235.96 KiB | Osservato 1788 volte ]
03.jpg
03.jpg [ 177.94 KiB | Osservato 1788 volte ]
04.jpg
04.jpg [ 83.15 KiB | Osservato 1788 volte ]

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby
Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: martedì 19 giugno 2018, 14:50 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
GRASSO CHE COLA!
Certo che di grasso ne avevano messo in quel segna tempo!
Portato alla luce ho constatato che gli ingranaggi erano ok ma incrostati di grasso in modo inverecondo. ::boccaap :-P
Allegato:
10.jpg
10.jpg [ 245.5 KiB | Osservato 1783 volte ]

Tolti gli ingranaggi della platina anteriore (due sembrano di bachelite o di plastica dura e nera) per il ruotismo delle sfere, fotografato il tutto da tutte le angolazioni è emerso anche un bacherozzo (forse un tarlo?) mumificato. :löl: :löl:
Allegato:
09.jpg
09.jpg [ 158.14 KiB | Osservato 1783 volte ]

A questo punto pongo agli esperti e a Paolo1960 in particolare un quesito per me importante:
Prima di continuare a smontarlo non è il caso che lo metta a bagno in qualche solvente per togliere tutto il grasso, l’unto e lo sporco incrostato prima di lavarlo con il TiBi? E quale tipo di solvente usare? Petrolio lampante? Oppure solvente nitro? Benzina rettificata?
Non vorrei fare una stupidaggine così attendo lumi.
Un grazie anticipato e un caro saluto
Alberto


Allegati:
05.jpg
05.jpg [ 210.95 KiB | Osservato 1783 volte ]
07.jpg
07.jpg [ 272.42 KiB | Osservato 1783 volte ]
08.jpg
08.jpg [ 174.64 KiB | Osservato 1783 volte ]

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby
Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: martedì 19 giugno 2018, 18:46 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 ottobre 2014, 11:07
Messaggi: 2581
Località: Catania
Provincia: CT
Carissimo, non capisco perchè prima di smontarlo devi togliere il grasso e le incrostazioni. Prima smontalo tutto e poi lo lavi pezzo per pezzo. Io uso prima uno sgrassatore, ( il gallo va benissimo ) dopo li metto in lavatrice ma non necessariamente poichè puoi pulirli tranquillamente anche a mano con una spazzolina. Dopo se vuoi usa pure il tiBi seguendo il procedimento gia molte volte illustrato sul Forum. Tutto li. Dopo avere asciugato alla perfezione tutti i pezzi, puoi divertirti...a rimontare la bestiolina e vedrai che canterà felice...
Un abbraccio
Gaetano


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: martedì 19 giugno 2018, 22:18 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
gaetano.vizzini ha scritto:
Carissimo, non capisco perchè prima di smontarlo devi togliere il grasso e le incrostazioni. Prima smontalo tutto e poi lo lavi pezzo per pezzo. Io uso prima uno sgrassatore, ( il gallo va benissimo ) dopo li metto in lavatrice ma non necessariamente poichè puoi pulirli tranquillamente anche a mano con una spazzolina. Dopo se vuoi usa pure il tiBi seguendo il procedimento gia molte volte illustrato sul Forum. Tutto li. Dopo avere asciugato alla perfezione tutti i pezzi, puoi divertirti...a rimontare la bestiolina e vedrai che canterà felice...
Un abbraccio
Gaetano


Carissimo Gaetano, grazie per il tuo prezioso parere. Smonterò e laverò come tu dici con il gallo e poi luciderò con il TiBi ma non ho la lavatrice.
Però, da neofita imbranato e pivellino sia del forum sia dell’orologeria, mi e vi chiedo: ma sto gallo che cos’è? Cercando nel forum ho visto qui viewtopic.php?f=81&t=49305&p=542773&hilit=gallo#p542773 nella foto postata da ennio.colleoni che si stava parlando (forse?) di un prodotto della Chanteclaire che ha come marchio un gallo. Ho capito giusto?
Grazie per i lumi a un povero imbranato. 8-) :scared:
Alberto

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 8:42 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 14 febbraio 2018, 23:53
Messaggi: 97
Località: Torino
Provincia: TO
Alberto (come me... :grin: ) credo che intendesse proprio il noto sgrassatore! Che ha invero uno spettro d'uso davvero molto ampio, con qualche limite solo su plastiche, gomme e resine datate! La lavatrice io me la sono procurata ma su movimenti così dimensionati credo sia più indicato indirizzarsi verso una bella vasca ad ultrasuoni, per un uso saltuario tra l'altro ne esistono di davvero economiche! :2thumbs:

_________________
Due cose al mondo sono esteticamente perfette: il gatto e l’orologio.
(Emile Auguste Chartier)


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 12:40 
Non connesso
Senior User
Senior User

Iscritto il: martedì 30 agosto 2016, 15:08
Messaggi: 657
Provincia: firenze
Seguo con attenzione il tuo restauro anche perchè ne ho uno anche io da rimettere in moto


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 17:24 
Non connesso
Eminence User
Eminence User

Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2016, 17:35
Messaggi: 7135
Località: Dubbione di Pinasca
Provincia: Torino
Ciao Alberto,
davvero bello l'orologio a cucù :furz: e mi pare ancora ben messo sia nella cassa che nel movimento nonostante gli anni passati in solaio :D
Vedo che ti hanno già consigliato per il meglio sulla pulizia del movimento, conviene farla con i pezzettini smontati.
Io di solito uso lo Chante Clair (detto anche gallo :D ) poi bagno nel TIBI ed in ultimo bagno in benzina rettificata ed asciugatura con il phone......almeno.....io faccio così......per aiutarti poi puoi usare un vecchio spazzolino nelle prime fasi di pulizia.
Ha un senso anche dare una prima lavata a movimento montato, per capire, a movimento in mano, sia che funzioni sia per vedere sopratutto nel treno suoneria come si comportano i vari arresti per poi rimetterli nello spesso modo in fase di montaggio......ed anche per prendere confidenza con il tutto.
Seguirò molto volentieri il tuo lavoro e nei miei limiti aiutarti. Buon lavoro :D
:hallo:

_________________
Paolo


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 22:11 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
sofocle62 ha scritto:
Alberto (come me... :grin: ) credo che intendesse proprio il noto sgrassatore! Che ha invero uno spettro d'uso davvero molto ampio, con qualche limite solo su plastiche, gomme e resine datate! La lavatrice io me la sono procurata ma su movimenti così dimensionati credo sia più indicato indirizzarsi verso una bella vasca ad ultrasuoni, per un uso saltuario tra l'altro ne esistono di davvero economiche! :2thumbs:



Caro Alberto (sofocle62) credo proprio che acquisterò una vaschetta ad ultrasuoni, Fabrizio ne aveva scovata una su amazon ad un prezzo molto abbordabile e con performance soddisfacenti.

Alberto (albyxino)

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 22:15 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Paolo1960 ha scritto:
Ciao Alberto,
davvero bello l'orologio a cucù :furz: e mi pare ancora ben messo sia nella cassa che nel movimento nonostante gli anni passati in solaio :D
Vedo che ti hanno già consigliato per il meglio sulla pulizia del movimento, conviene farla con i pezzettini smontati.
Io di solito uso lo Chante Clair (detto anche gallo :D ) poi bagno nel TIBI ed in ultimo bagno in benzina rettificata ed asciugatura con il phone......almeno.....io faccio così......per aiutarti poi puoi usare un vecchio spazzolino nelle prime fasi di pulizia.
Ha un senso anche dare una prima lavata a movimento montato, per capire, a movimento in mano, sia che funzioni sia per vedere sopratutto nel treno suoneria come si comportano i vari arresti per poi rimetterli nello spesso modo in fase di montaggio......ed anche per prendere confidenza con il tutto.
Seguirò molto volentieri il tuo lavoro e nei miei limiti aiutarti. Buon lavoro :D
:hallo:


Caro Paolo il tuo consiglio sul lavaggio ante smontaggio è arrivato tardi, Gaetano mi ha spinto prima.
Ma non mi suggerisci con cosa lavarlo prima dello smontaggio. Sempre con il gallo?
Questo, ovviamente, solo per il futuro in caso decidessi di "revisionare" altri meccanismi (ho giusto una pendola acquistata da mio nonno nel 1906 da Rocca a Torino che è ferma per un problema all'ancora di scappamento) ma solo dopo essere riuscito a rimettere in sesto e a far funzionare quelli che per ora giacciono dissezionati in attesa di restauro e rimontaggio. E solo dopo che funzionino bene.. ::_ride-serio
Alberto

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: mercoledì 20 giugno 2018, 22:16 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Grazie a tutti, siete sempre molto gentili e disponibili a indirizzarmi per il meglio.
Seguendo i consigli di Gaetano ieri sera ho smontato il meccanismo del cucù ma alcune parti non le ho smontate. Sia nel caso del supporto dell'asta del pendolo in quanto pur essendo avvitato alla platina non si riusciva a svitare e dunque non ho insistito; sia nel caso della ruota carica suoneria in quanto l'ingranaggio di collegamento con il partiore è incastrato (punzonato?) a forza sull'albero ed è solidale con quest'ultimo. Non ho idea di come in assenza di attrezzatura apposita si possa sfilare questo ingranaggio senza fare danni.
Allegato:
13.jpg
13.jpg [ 215.18 KiB | Osservato 1679 volte ]


Purtroppo bisognerebbe toglierlo perché il foro andrebbe riboccolato in quanto ha un gioco davvero eccessivo e l'ingranaggio ha già inciso un bel solco nella platina.
Allegato:
14.jpg
14.jpg [ 166.55 KiB | Osservato 1679 volte ]



un caro saluto a tutti
Alberto

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: giovedì 21 giugno 2018, 7:58 
Non connesso
Eminence User
Eminence User

Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2016, 17:35
Messaggi: 7135
Località: Dubbione di Pinasca
Provincia: Torino
Ciao Alberto,
vedo che ti sei già portato avanti con i lavori di smontaggio e pulitura del movimento :2thumbs:
Per il pignoncino che fa girare la ruota partiore: dici che ha gioco eccessivo e sarebbe da rimboccolare .......allora per forza si deve estrarre.
Non vedi perni di tenuta che lo possano trattenere all'alberino? In molti casi ci sono se no probabilmente è piantato per interferenza.
In questo caso io userei un punzoncino dopo aver messo degli spessori sotto la platina in prossimità del pignoncino ed altri spessori che sollevino il tutto al di fuori dell'ingranaggio.......non so se però mi sono spiegato.
Poi forse qualcuno saprà consigliarti meglio :D
Per il lavaggio sommario a movimento completo, ti dovesse ricapitare, il gallo con un pennellino vanno benissimo.......il TIBI mi sembrerebbe davvero sprecato :grin:
Ciao.

_________________
Paolo


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: domenica 24 giugno 2018, 19:18 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Nel pulire i meccanismi ho notato stampigliato su molte parti il logo DRGM. La cosa mi ha incuriosito ed ho iniziato a cercare nel forum se c'era qulcosa ma nulla. Allora sono andato nella rete ed ho trovato questo:

Allegato:
16.jpg
16.jpg [ 163.65 KiB | Osservato 1619 volte ]


Allegato:
Commento file: pag. 7 di 34
17.jpg
17.jpg [ 149.79 KiB | Osservato 1619 volte ]


Non sono molto pratico di inglese, ma mi è sembrato di capire che il marchio significa Deutsches Reich GebrauchsMuster (Impero Tedesco Modello di Utilità). La protezione del modello di utilità era intesa a fornire un modo rapido ed economico per proteggere le nuove caratteristiche di progettazione che dovevano ancora essere coperte da un brevetto completo.
Se non capisco male dovrebbe significare che il cucù che sto pulendo è anteriore alla seconda guerra mondiale.
Questa datazione mi preoccupa perché mi carica di responsabilità per aver messo mano ad un oggetto "antico" per il quale bisogna avere molto riguardo (seppur di poco è comunque più vecchio di me...).
Spero di riuscire, con il vostro aiuto, ad essere all'altezza della situazione.
Alberto 8-)

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: domenica 24 giugno 2018, 21:03 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Pulito tutti i ruotismi e le platine prima con il gallo, poi sciacquati in acqua e messi immediatamente a bagno nel TiBi usato, quindi a bagno nel TiBi nuovo, sciacquati in acqua demineralizzata e passati nell’alcool bianco, infine asciugati con il phon.
Devo dire che il gallo sgrassa veramente bene, anche se non è facile da sciacquare.
Purtroppo non tutti i ruotismi sono interamente in ottone, alcune parti sono in metallo ottonato (ad esempio la ruota che contiene la catena per la suoneria, i bulloni di fissaggio platine, le catene e i ganci) e sono di difficile pulizia perché se si insiste troppo se ne va l’ottonatura o la brunitura.
In ogni caso direi che il risultato non è malaccio. :grin:
alby


Allegati:
18.jpg
18.jpg [ 137.77 KiB | Osservato 1610 volte ]

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby
Top
 Profilo  
 

Re: UN CUCÙ RIMASTO TRENT’ANNI IN SOLAIO
MessaggioInviato: domenica 24 giugno 2018, 21:27 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 15:29
Messaggi: 735
Località: bassa valsusa
Provincia: Torino
Purtroppo durante l’attenta pulizia è emerso un problema oltre a quelli già segnalati in precedenza:
una ruota del treno tempo ha il pignone usurato, molto usurato (in origine 10/10 mm parte usurata 5,5/10 mm).
Allegato:
19.jpg
19.jpg [ 195.81 KiB | Osservato 1608 volte ]

Allegato:
20.jpg
20.jpg [ 120.65 KiB | Osservato 1608 volte ]

Evidentemente l’acciaio non deve essere molto buono perché in caso contrario, a mio parere, si sarebbe dovuto consumare il foro sulla platina e non il pignone.
Sbaglio?
Purtroppo bisognerebbe rifarlo (come per la farfalla della “pendola stile impero” viewtopic.php?f=91&t=47895&start=15).
Marino, cosa ne dici?
Ho paura che montato così com’è non andrebbe molto lontano…
Boh, sono dubbioso e attendo lumi.
Grazie a tutti e buon San Giovanni (auguri a tutti i Giovanni :party:).
Alberto

_________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.
________________________________________________________________________
Alby


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Cripo, gaetano.vizzini, mariner, Salvo87, stefal, Vorian e 49 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: