Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 12:13 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 16 ottobre 2014, 12:07
Messaggi: 2465
Località: Catania
Provincia: CT
Concordo anch'io per la pulizia che reputo necessaria. Forza, noi siamo quì a darti una mano.
Un abbraccio
Gaetano


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 13:10 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 febbraio 2019, 7:06
Messaggi: 67
Provincia: Pescara
Paolo1960 ha scritto:
Io non lo farei girare di più e mi concentrerei sulla suoneria che zoppica.
Non so però le tue intenzioni, come per il Kienzle anche su questo movimento dovrai fare una pulizia e per fare un bel lavoro smontarlo. Diciamo che a favore rispetto al Kienzle questo sembra completo.
Tutto dipende dalle tue intenzioni.
Ciao :D


Che senso avrebbe avuto smontare e pulire il Kienzle se il movimento è mancante di pezzi e non può funzionare? quel movimento cosi come stà è solo un inutile rottame dell'anteguerra. Non mi diverto a mettere mano alle cose che non conosco solo per il gusto di smontare.
Non lo sò, non credo siano dei buoni suggerimenti per un neofita senza esperienza, senza attrezzatura e prodotti adatti a disposizione.

Brocot ha scritto:
esatto concordo...un bello smontaggio completo pulizia generale e rimontaggio con particolare attenzione al treno suoneria per capire cosa c'è che non va...poi così come sta senza reinserirlo nella cassa potresti metterci le lancette e verificare la tenuta del tempo :2thumbs:


Ottimo ! :2thumbs: cosa mi consigli, Bollitura a 100 gradi o immersione in "SVELTO" piatti?

gaetano.vizzini ha scritto:
Concordo anch'io per la pulizia che reputo necessaria. Forza, noi siamo quì a darti una mano.
Un abbraccio
Gaetano


Se c'è un problema meccanico alla tua automobile , tu la faresti smontare tutta solo per pulirla prima di fare una diagnosi di cosa non và? e lo faresti fare da uno che non ha le benchè minima nozione di meccanica ed ha solo un paio di cacciaviti a disposizione ?

Mi sà che mi volete solo mettere nei guai :smile:


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 13:43 
Non connesso
Eminence User
Eminence User

Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2016, 18:35
Messaggi: 6233
Località: Dubbione di Pinasca
Provincia: Torino
Scusami se te lo dico caro George Wells, ma porti poco rispetto per chi sta cercando di darti una mano.
Con questo ciaooo :D

_________________
Paolo


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 14:27 
Non connesso
Forumista
Forumista

Iscritto il: venerdì 11 novembre 2016, 21:16
Messaggi: 148
Provincia: Foggia
ottimo ! :2thumbs: cosa mi consigli, Bollitura a 100 gradi o immersione in "SVELTO" piatti?
NESSUNA DELLE DUE!!!!!! :-ciakciak

come lavaggio io userei chante claire ma sempre dopo aver smontato il movimento 8-)

e in merito a quanto dici:
"Se c'è un problema meccanico alla tua automobile , tu la faresti smontare tutta solo per pulirla prima di fare una diagnosi di cosa non và? e lo faresti fare da uno che non ha le benchè minima nozione di meccanica ed ha solo un paio di cacciaviti a disposizione ? "

spesso la diagnosi in orologeria è possibile solo dopo ave smontato il meccanismo "a cuore aperto" diciamo!..non si può determinare la causa di un malfunzionamento o di un problema così ad occhio 8-)


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 14:46 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 febbraio 2019, 7:06
Messaggi: 67
Provincia: Pescara
Paolo1960 ha scritto:
Scusami se te lo dico caro George Wells, ma porti poco rispetto per chi sta cercando di darti una mano.
Con questo ciaooo :D


Se avrai notato non ti avevo risposto più nemmeno nell'altro topic sul Kienzle, ma non ho risposto e basta, appunto per evitare di essere scortese ....e per non farti pesare il fatto che i tuoi interventi sono di nessuna utilità anzi ....sono destabilizzanti e ripetitivi poichè senza alcuna nozione utile a chi ha davvero bisogno di aiuto ......quindi rigiro a te la cosa , SEI TU che hai poco rispetto di chi ha bisogno di aiuto poichè all'asciutto delle minime nozioni basilari .... consigliare di smontare un meccanismo che non si conosce SOLO perchè tu magari lo sai già fare da anni è un superficiale e inutile atto di esibizionismo e bullismo mediatico .

.....a me serve una persona competente ma al tempo stesso che mi sappia seguire e consigliare passo passo .... partendo dallo spiegarmi la nomeclatura e l'identificazione dei pezzi del meccanismo prima di smontarlo ....come smontarlo , catalogarlo per non confondere i componenti ....quali attrezzi servono per lo smontaggio ,quali prodotti acquistare per la pulizia , e quali lubrificanti specifici per la rimessa in servizio ...... credimi, consigliare a qualsivoglia persona di smontare un meccanismo senza sapere tutto ciò denota superficialità e poca competenza.

Non me ne volere , ma preferirei che non intervenissi più nei miei Topic.... non mi sei di nessun aiuto.

ciao


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 14:52 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 febbraio 2019, 7:06
Messaggi: 67
Provincia: Pescara
Brocot ha scritto:
ottimo ! :2thumbs: cosa mi consigli, Bollitura a 100 gradi o immersione in "SVELTO" piatti?
NESSUNA DELLE DUE!!!!!! :-ciakciak

come lavaggio io userei chante claire ma sempre dopo aver smontato il movimento 8-)


Curiosità : Tu smonteresti prima l'orologio o compreresti prima lo "Chante claire" ? ….si trova nelle forniture o si deve ordinare online?

se me lo mandano tra 10 giorni dopo che l'ho acquistato …..l'orologio smontato lo tengo sul tavolo del soggiorno nell'attesa ? o mi consigli una cassettiera o un valigetta da ferramenta per conservare i pezzi?
Lo so che a voi geni del forum sembreranno domande sciocche , ma non c'è un minimo di organizzazione nel fare queste cose? non c'è un ordine da seguire ?

Brocot ha scritto:
e in merito a quanto dici:
"Se c'è un problema meccanico alla tua automobile , tu la faresti smontare tutta solo per pulirla prima di fare una diagnosi di cosa non và? e lo faresti fare da uno che non ha le benchè minima nozione di meccanica ed ha solo un paio di cacciaviti a disposizione ? "

spesso la diagnosi in orologeria è possibile solo dopo ave smontato il meccanismo "a cuore aperto" diciamo!..non si può determinare la causa di un malfunzionamento o di un problema così ad occhio 8-)


E' possibile che sia come dici tu ........ma si presuppone che chi lo faccia sappia almeno come funzioni questo tipo di meccanismo prima di smontarlo. o no?


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 19:31 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1372
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Caro Wells, capisco il tuo stato d'animo, per cui forse è meglio rimettere la palla al centro e ricominciare in maniera più sistematica, perchè è vero che essendo tu completamente a digiuno e privo di attrezzatura, i nostri consigli dati alla rinfusa, possono servire solo a confonderti.

Cominciamo con il tempo.

L'orologio sta marciando senza problemi, salvo che perde forse un minuto ogni mez'ora. Per prima cosa verifica a quanto ammonta esattamente il ritardo, per esempio su 10 -12 ore. La cura per questo problema è semplice e consiste nell' alzare la lente del pendolo agendo sulla vite che si trova alla fine dell'asta, sotto la lente stessa. Come ti è stato detto un giro di quel dado cilindrico corrisponde circa a 1 minuto al giorno di anticipo (se avviti o di ritardo se sviti)

Prima di iniziare a correggere verifica il ritardo su un periodo più lungo e poi lo estrapoli a 24 ore ... poi inizi ad accorciare il pendolo stringendo la vite e verifichi i risultati.

Se mi dici quanto è lungo il pendolo dal punto di sospensione (il più alto) ed il centro della lente e mi dici altresì di quanto esattamente ritarda in un numero esatto di ore, io posso dirti approssimativamente di quanti mm dovrai alzare la lente agendo sul registro sottostante.

Ovviamente l'orolgio deve essere prima messo in battuta, perchè correggere un orologio fuori battuta non ha senso. In battuta vuol dire che il meccanismo deve essere ruotato rispetto alla verticale, fino a che il tempo tra un tic e un tac è uguale al tempo tra il tac ed il successivo tic .... il tic-tac-tic-tac deve essere simmetrico all'orecchio.

Suoneria

Il problema che ti trovi ad affrontare non è un problema difficile da rislvere, ma per venirne a capo, dovresti sapere come funziona la suoneria a ruota partiora. Credo che nel forum ci potrebbe essere un crash course sul funzionamento delle pendole ... prova con il motore di ricerca o mi auguro che qualcuno che conosce meglio il lforum possa darti una dritta con un link.

Potrei spiegartelo io, ma non è una cosa che si risolve in mezza pagina e mi risparmierei la fatica se già ci fosse un testo bell'e pronto da farti consultare ... poi con questa infarinatura sarebbe più facile spiegarti dove andare a cercare il problema.

Pulizia

E' buona norma fare una pulizia ad una pendola ogni 10 anni massimo e siccome non sai quando la tua sia stata pulita l'utima volta la pulizia ci starebbe bene. Come liquido per pulizie ci sono varie opzioni, ma il meccanismo andrebbe scomposto in tutte le sue parti e non ha senso farlo senza farsi avere una idea di come è fatto il meccanismo di un orologio a pendola con suoneria a partiore.

Tuttavia molti neofiti hanno smontato pulito e rimontato la loro prima pendola senza avere queste nozioni di base, basandosi solo su logica e forografie fatte durante lo smontaggio e mi hanno riempito di ammirazione. L'unica raccomandazione che ti devo fare è che se decidi di scomporre il movimento, prima devi scaricare le molle, altrimenti rischi di farti male e di danneggiare irreparabilmente il meccanismo.

E' possibile, seppure non consigliabile professionalmente, lavare il meccanismo senza smontarlo, ma immergendolo tutto in un liquido di pulizia, meglio se in una vasca a ultrasuoni di dimensioni adatte. Per fare questo sarebbe comunque opportuno smontare almeno alcune parti esterne del meccanismo, come il gruppo della minuteria, le lancette e la sospensione.

Come liquido di pulizia si possono usare i seguenti:

1 - Tibi o Elma che si possono acquistare in rete su ebay (sono miscele di sapone, ammoniaca e acetone da diluire in acqua)
2 - chanteclaire sgrassatore per uso domestico (da non usare su parti verniciate o materie plastiche)
3 - soluzione di acqua e sapone da orafo per pulizia ad ultrasuoni

A seguire le parti lavate possono essere sciacquate in appositi liquidi da risciacquo, benizina avio, alcool etilico puro, ma anche in acqua corrente come faccio io, purchè poi asciughi molto bene tutto in aria calda (asciugacapelli)

infine dovrai lubrificare il meccanismo mettendo una piccola goccia d'olio in tutti i punti di ancoraggio degli assi (olio per macchine per cucire Singer va benissimo) eccetto che nei fori di ancoraggio dell' ancora che devono restare non lubrificati ed infine mettendo un po di grasso nei punti di attrito da strisciamento (cric di carica)

Il principale problema di un lavaggio senza smontare è assicurarsi della perfetta asciugatura delle molle nei bariletti, che poi dovrai lubificare, se i bariletti hanno dei fori che permettono l'accesso alla molla e che non potrai lubrificare in caso contrario, il che non è un bene.

5 anni fa io mi trovai nella tua stessa situazione o forse anche peggiore: avevo una pendola che non funzionava affatto e ho deciso di imparare fino a poterla far funzionare ... ho cominciato anche io con i forum, ma il primo grande passo avanti è stato l'acquisto di un testo sulle pendole, loro manutenzione e riparazione, per dilettanti che purtroppo non posso consigliarti perchè è in tedesco .

Dopo avere letto e compreso l'architettura di una pendola e il suo funzionamento, si è accesa la luce sui consigli che ricevevo dai forumisti, in quanto mi ero procacciato la base sintattica e gramaticale per capire cosa mi consigliavano.

Altra possibilità: un aiuto dal vivo .... se tu fossi toscano ti direi, vienimi a trovare e in una giornata, massimo due, ti spiego quello che c'è da sapere, pendola alla mano, smontiamo laviamo e rimontiamo e troviamo la causa del malfunzionamento della suoneria ... a quel punto sarai in grado di navigare da solo nel mare del' orologeria :D

Se non sei toscano l'invito resta valido, ma i problemi logistici saranno maggiori per te.

Dimmi tu come pensi di procedere. Io farò il possibile per assisterti in maniera più sistematica possibile

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: venerdì 15 marzo 2019, 20:16 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1372
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
A titolo di informazione i miei tempi furono circa i seguenti:

Giugno 2014, acquisto di una pendola viennese su ebay la cui cassa si è smembrata all' estrazione dall' imballaggio e il cui meccanismo non funzionava affatto

Luglio 2014: consultazioni internet , varie ipotesi di riparazione tra cui anche quella di metterci un movimento al quarzo con pendolo e suono elettronico, fortunatamente scartata. Rischiesta di aiuto a vari orologiai specializzati in pendole da cui ho ricevuto preventivi di spesa salatissimi. Un orologiaio tedesco, sulla base delle foto che gli avavo mandato, mi ha detto che quel meccanismo non avrebbe mai potuto funzionare, per cui lui mi avrebbe trovato un nuovo meccanismo.

Agosto 2014: Comincio a frequentare i forum e a studiare il testo "Die Grossuhr" di Klaus Dinger

Settembre 2014: inizio ad attrezzarmi, tra i primi acquisti gli alesatori manuali, boccole (o grani) pronte di varie misure e una lavatrice cinese ad ultrasuoni da 6 litri Di mio già dispongo di un tornio Otpimum e di una piccola fresatrice

Ottobre 2014: guidato a distanza da un grande maestro di pendoleria conosciuto in un forum inizio a smontare pulire e rimontare la mia pendola, riboccolando gli assi. Riesco a farla funzionare ma con una oscillazione inaccettabilmente piccola del pendolo

Novembre 2014: acquisto altre pendole tedesche economiche su ebay e comincio a impratichirmi con la revisione e la riparazione. Vari errori mi costringono a tentare anche riparazioni più complesse, come ricostruzioni di pivot, di pignoni a lanterna eccetera, Descrivo i miei lavori su un forum ricevendo critiche, ma anche consigli e consensi

Dicembre 2014: acquisto un tornio Schaublin usato e me lo vado prendere in svizzera. Inizio a studiare "Nozioni di Orologeria" di Mario Pozzoli perchè sono convinto che il problema della mia pendola sia nello scappamento

Gennaio 2015: mi contatta Mauro Spagnoli e mi introduce nel gruppo di professionisti e di appassionati raccolti dal prof. Andrea Palmieri intorno ad un progetto di restauro di pendole per il museo Stibbert di Firenze. Questo mi da modo di vedere veri orologiai e restauratori al lavoro e di fare con orgoglio e passione l'apprendista, mentre a casa continuo a riparare pendole prese su ebay e a studiare i testi.

Maggio 2015: 9 mesi dopo la mia decisione di venire a capo del mio incauto acquisto, ho la soddisfazione di vedere funzionare la mia pendola in modo perfetto, dopo avere ridisegnato l'ancora ed avere quindi modificato la sua geometria in accordo ai calcoli ed ai disegni.

Ti dico tutto questo, caro Wells, perchè come mi ci trovai io allora, sei davantio al dubbio amletico: imboccare la strada della pendoleria e quindi affrontare i dardi e gli oltraggi dell'impegno di tempo, di studio e anche, diciamolo, di investimenti economici in indispensabile attrezzatura, oppure impugnare le armi contro un mare di tribolazioni, spendere 300 Euro per far revisionare la tua pendola da un bravo orologiaio e godertela senza pensieri per i prossimi 10 anni.

Se però scegli la prima strada e ti morderà il baco della passione per la meccanica orologiaia, avrai trovato una attività che ti riempirà le giornate ed il tempo, svuotandoti in cambio un po' il portafogli e facendo passare in secondo piano qualunque hobby tu abbia coltivato fino ad oggi (eccetto uno) :D

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: sabato 16 marzo 2019, 2:46 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 febbraio 2019, 7:06
Messaggi: 67
Provincia: Pescara
Ecco , questo è, per me, un intervento da standing ovation.
Mi rivolgo a tutti , non sapete quanto siano preziose per me queste informazioni datemi da Komarek. Me le leggo e rileggo , ed ho qualcosa di teorico su cui ragionare prima di azzardarmi a mettere mano al movimento.
Io questo intendevo per aiuto ….. mi dispiace se sono apparso un po' brusco (in particolare con Paolo) ma mi sentivo con il fiato sul collo ….tutti a dire smonta!… che intenzioni hai? …. và pulito smonta tutto! ….sembra facile a chi ha dimestichezza con queste roba da anni ….ma nessuno si è messo nei miei panni pur avendolo scritto in chiaro nella mia presentazione che sono totalmente neofita ….. io a metterci le mani senza averci un minimo di teoria dietro ho paura di far più danni che altro.

Lo sò che forse molti diranno che avrei potuto trovare nel forum queste info ....ma il Forum è vasto, ci sono più 11.000 iscritti , tante sezioni che non conosco e in cui non so ancora muovermi e chissà quanti 3d accumulati con gli anni e io sono iscritto solo da un mese circa .

Grazie per l'invito Komarek , sei stato gentilissimo.

Portarlo a far revisionare da un orologiaio professionista sarebbe troppo comodo ...a quel punto me lo sarei comprato perfetto e funzionante il pendolo , se riuscissi a rimetterlo a posto da me ci sarebbe molta più soddisfazione e magari ogni orologio scassato che si incontrerebbe ad un mercatino verrebbe voglia di salvarlo e rimetterlo a posto ....ma ci vuole appunto costanza, pazienza e passione.

Farò tesoro di questi tuoi interventi . Grazie di cuore.


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: lunedì 18 marzo 2019, 17:16 
Non connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 febbraio 2019, 7:06
Messaggi: 67
Provincia: Pescara
Komarek ha scritto:
A titolo di informazione i miei tempi furono circa i seguenti:

Giugno 2014, acquisto di una pendola viennese su ebay la cui cassa si è smembrata all' estrazione dall' imballaggio e il cui meccanismo non funzionava affatto

Luglio 2014: consultazioni internet , varie ipotesi di riparazione tra cui anche quella di metterci un movimento al quarzo con pendolo e suono elettronico, fortunatamente scartata. Rischiesta di aiuto a vari orologiai specializzati in pendole da cui ho ricevuto preventivi di spesa salatissimi. Un orologiaio tedesco, sulla base delle foto che gli avavo mandato, mi ha detto che quel meccanismo non avrebbe mai potuto funzionare, per cui lui mi avrebbe trovato un nuovo meccanismo.

Agosto 2014: Comincio a frequentare i forum e a studiare il testo "Die Grossuhr" di Klaus Dinger .......


Quindi sei nel settore comunque da tempi recenti , dall' autorevolezza dei tuoi interventi pensavo fossi un esperto pluriennale....vuol dire che la passione in te è grandissima per aver raggiunto determinati livelli di preparazione in così poco tempo . Complimenti davvero Komarek.

Approfitto per chiederti , perchè il mio movimento Junghans, se posto su un piano perfetto si ferma ..e invece se metto una zeppa sotto il piedino sinistro (inclinando così il movimento verso destra) và a scappamento e mantiene nelle ore costantemente l'oscillazione? è il sintomo di quale problema ? ....grazie


Top
 Profilo  
 

Re: Nuovo Acquisto, probabile Junghans
MessaggioInviato: lunedì 18 marzo 2019, 17:50 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1372
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
domanda facile .... affinchè l'orologio vada bene deve essere "in battuta" e per essere in battuta occorre che l'ancora, tenuta in posizione di riposo dal pendolo fermo in verticale, stia in una certa posizione prescritta, rispetto alla ruota di scappamento. Solo se sta in quella posizione, le leve di entrata e di uscita libereranno i denti della ruota di scappamento in posizioni che corrispondono a due angoli simmetrici del pendolo rispetto alla verticale. Ma il collegamento tra l'ancora e la forchetta e quindi rispetto al pendolo, è un collegamento frizionato, proprio per avere modo di mettere in battuta l'orologio spostando l'ancora rispetto alla forchetta. Se, per le vicissitudini passate dal tuo orologio, la frizione ha permesso uno scostamento dell' ancora dalla sua posizione corretta, non ci sarà più corrispondenza tra la verticale della cassa e la corretta verticale del pendolo e per ritrovarla dovrai inclinare la cassa verso destra o verso sinistra.

In pratica, per mettere in battuta il tuo orologio prima scopri di quanto devi inclinare la cassa e da quale parte devi alzarlo per avere la battuta simmetrica TIC - TAC TAC - TIC ... mettiamo che devi alzare la cassa a destra di un angolo di 5° ... se tu ora sposti di 5° l'asse della forchetta nella direzione della parte dalla quale hai alzato al cassa, tenendo ferma l'ancora, avrai nuovamente fatto coincidere la verticale della cassa con quella del meccanismo e l'orologio sarà in battuta.

Lo spostamento si può effettuare spingendo la forchetta oltre il suo fine corsa a destra o a sinistra di quel poco che serve, facendo molta attenzione a non piegare i denti della ruota di scappamento.

Spesso troviamo frizioni molto lasche e orologi mancanti dei due pioli limitatori della corsa del pendolo ... allora basta anche solo l'avere spostato l'orologio con un movimento un po' brusco, per metterlo fuori battuta. Quando revisiono un movimento preferisco avere una frizione molto difficile da vincere e regolo la battuta affinchè sia corretta con l'orologio posto su un piano perfettamente orizzontale, istruendo la persona cui lo consegno di non muoverlo mai senza prima avere tolto il pendolo e di metterlo in battuta agendo solo sul piano di appoggio (inserire eventuali spessori da una parte sotto la cassa o sotto il mobile su cui poggia).

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: AsiaAzzurra, Bingpreview [Bot], Carmelo 4, Edogott, Google [Bot], sarari, Vorian e 23 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: