Tutti gli orari sono UTC + 2 ore




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
 

Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 8 agosto 2020, 14:25 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 aprile 2020, 21:49
Messaggi: 572
Provincia: Zuid-Holland
Uno dei termini più usati sulla rete circa i movimenti degli orologi è "calibro Lepine".

Ma è chiaramente usato con significati diversi ... e questo crea (almeno a me) una confusione enorme.

Quindi ho cominciato a cercare di mettere ordine ... e penso di avere ora un'idea chiara.

Ma ho imparato a mie spese che non si è veramente capito un argomento se non si è in grado di spiegarlo in maniera semplice ed esaustiva.

Ed io sono pigro 8-): se non ho una ragione per farlo finisco per non fare nulla ...

Quindi approfitto del forum per presentare come l'ho capita io: spero nel vostro aiuto nel completare le informazioni di questo tread e nell'indicare imprecisioni, errori e quant'altro.

Siccome il tempo è tiranno, divido l'argomento in usa serie di posts, chiamandoli moduli. Pubblicazione quando ho tempo (preciso, nevvero? :smile: )

Ciao

_________________
Fortuna è quando occasione e capacità si incontrano


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: sabato 8 agosto 2020, 16:00 
Connesso
VIP User
VIP User

Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2013, 16:18
Messaggi: 10779
Località: Prato
Provincia: PO
Attendo con piacere!! ;)

_________________
Luca
La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: sabato 8 agosto 2020, 16:49 
Non connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 15:03
Messaggi: 14001
Provincia: Napoli
8-) Sarebbe utile anche a me fare un po' di chiarezza mentale sull'argomento ! :grin:


Allegati:
59f3973cb79a448af07b96eb940d381d.gif
59f3973cb79a448af07b96eb940d381d.gif [ 471.96 KiB | Osservato 1110 volte ]

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita.
Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: sabato 8 agosto 2020, 22:57 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 aprile 2020, 21:49
Messaggi: 572
Provincia: Zuid-Holland
MODULO 1

Cominciamo col definire cosa è un calibro.

Un buon punto di partenza è stato questo 3D su Orologiko intitolato esatta definizione di calibro (http://www.orologiko.it/forum/viewtopic.php?f=4&t=15843&hilit=esatta+definizione+di+calibro). Sfortunatamente per me non risponde completamente alla domanda, ma d'altra parte è presente anche una discussione molto interessante sulla definizione del termine calibro nelle armi da fuoco. Due argomenti al prezzo di uno :smile: :smile:

Da questo 3D si deriva immediatamente che non esiste il calibro di un orologio. Bensì ogni orologio ha un movimento e ogni movimento è stato costruito secondo uno specifico calibro.

Quindi si può parlare solo di calibro di un movimento.

Andando un passo oltre, il calibro di un movimento non è nient'altro che il modello di quel movimento.

Un modello secondo il dizionario Treccani online è un prototipo di una produzione industriale che debba poi essere eseguita in serie, spesso contraddistinto da un nome o da un numero che passa poi a indicare tutti i singoli oggetti di quella serie: fucile m. 91. Con significato più ampio, il tipo di un determinato prodotto o di una serie di prodotti identici, distinto da altri prodotti della stessa specie per una sua forma particolare e per il complesso delle sue caratteristiche.

Questo secondo me corrisponde direttamente all'uso fatto oggi dall'industria orologeria dei vari calibri. Quindi l'industria orologeria è l'unica industria dove invece del termine modello si usa il termine calibro.

Ovviamente quando si ha un modello, si hanno anche la forma e le dimensioni dell'oggetto da realizzare incluse forme e dimensioni delle parti che lo compongono. E questo corrisponde esattamente allla definizione di calibro che, secondo il Dictionnaire professionnel illustré de l’horlogerie edito dalla Fédération de l´industrie horlogère suisse, Henry Sully diede nel 1715: "termine usato per designare la disposizione e le dimensioni delle differenti parti di un movimento (pilastrini, ruote, bariletto, etc.)".

Questa definizione di calibro è rinforzata dall'etimologia della parola stessa:

    La parola calibro deriva, attraverso il francese calibre, dall'arabo qalib (fonte: vocabolario online Treccani). El qalib era la "forma" del calzolaio o del fonditore, usata come guida.

    Ed in francese ancora oggi uno dei significati della parola calibre è "un profilo in legno o metallo usato come guida per tagliare lungo una linea ideale differenti materiali (legno, stoffe, cuoi, cartone, etc.)" (fonte: dizionario Larousse online).

    Invece in italiano (se non mi sbaglio) questo profilo in legno lo chiamiamo modello, per esempio in sartoria. Ugualmente la forma in legno usato dai fonditori per ricavare nella terra da fonderia la cavità da riempire col metallo fuso dopo l’asportazione della forma stessa si chiama modello.

    Quindi la traduzione diretta in italiano del termine arabo qalib (e del francese calibre con questo significato) è la parola modello non calibro.

Nel prossimo modulo tenterò di riassumere le ragioni storiche per le quali l'industria orologeria usa il termine calibro invece del termine modello.

_________________
Fortuna è quando occasione e capacità si incontrano


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: domenica 9 agosto 2020, 12:46 
Connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 22 gennaio 2015, 14:36
Messaggi: 10710
Provincia: Milano
Sento già i lettori che ti ringraziano!!! ::-bravo2

_________________
Vorrei che fosse oggi..in un attimo già domani..per iniziare per stravolgere tutti i miei piani...




per info e coupon sconto Montecristo Orologiko LIMITED EDITION scrivetemi a asiaazzurra@orologiko.it oppure whatsapp al 3343607743

Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: domenica 9 agosto 2020, 18:53 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 17:25
Messaggi: 1567
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Attendo con ansia gli altri tuoi post sull'argomento ::-bello

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: domenica 9 agosto 2020, 19:20 
Connesso
VIP User
VIP User

Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2013, 16:18
Messaggi: 10779
Località: Prato
Provincia: PO
Certo che ti ringraziano i lettori!!
Per ora mi piace molto e seguirò con attenzione i prossimi moduli ;)

_________________
Luca
La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: domenica 9 agosto 2020, 23:20 
Connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 3 aprile 2015, 18:15
Messaggi: 2158
Località: Roma
Provincia: Roma
Un po' di difficoltà nel connettermi che corrisponde ad una certa "latitanza" dal Forum in questo periodo, ma questo non me lo perdo neanche io.. attendo.. grazie..

_________________
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma non sono sicuro della prima - Albert Einstein


Ultima modifica di roberts17 il lunedì 10 agosto 2020, 0:02, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: domenica 9 agosto 2020, 23:34 
Connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: domenica 13 gennaio 2019, 18:42
Messaggi: 502
Località: Asti
Provincia: AT
Ottima prima parte, aspettiamo il seguito ::-bravo2 ::-bravo2

_________________
Daniele

"The only easy day was yesterday"
Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: martedì 11 agosto 2020, 16:57 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2016, 20:05
Messaggi: 1592
Località: Quartu Sant'Elena
Provincia: Cagliari
Mi accomodo anch'io...ovviamente mantenendo i protocolli sanitari virtuali 8-) 8-)

_________________
Massimo


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: martedì 11 agosto 2020, 21:24 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 aprile 2020, 21:49
Messaggi: 572
Provincia: Zuid-Holland
Modulo 2 - Seconda metà 17° secolo

Il termine calibro entrò nel gergo dell'orologeria nella seconda metà del 17° secolo.

Ne "L'orologio da portare addosso", Fulgido Pomella descrive come dopo il 1650, il maestro di bottega creasse un nuovo movimento. In breve (piu o meno :eek: ):

    Quando voleva creare un nuovo movimento, il maestro della bottega prendeva una lastra in ottone accuratamente spianata e levigata di uno spessore tra gli 0,8 ed 1,5 mm.

    Questa lastra era tornita del diametro esatto della platina inferiore del movimento e forata esattamente al centro, in corrispondenza di quello che sarà poi il centro del quadrante.

    Su questa lastra venivano tracciati con una leggera incisione le circonferenze d'ingranamento e gli ingombri delle singole ruote con i loro centri. Nel caso di uno scappamento a verga, venivano tracciati anche il centro dell'asse del bilanciere e due segmenti perpendicolari tra loro rappresentanti la proiezione della ruota di riscontro e l'ingombro massimo del suo supporto.

    Sulla faccia opposta si tracciavano le ruote della minuteria ed eventuali altri fori per altri meccanismi o barrette, e venivano determinate le posizioni dei quattro pilastrini distanziali.

    Qui sotto riporto due esempi presi sempre dal Pomella, a sinistra per un orologio a verga, a destra per un orologio a cilindro
    Allegato:
    calibre.jpg
    calibre.jpg [ 40.7 KiB | Osservato 937 volte ]


    Questa lastra era usata per fabbricare "in serie" le platine del movimento:

      Per la platina inferiore, si prendeva una piastra di ottone incrudito di uno spessore di 4 mm o più e la si torniva del diametro della lastra appena descritta. Si forava poi la platina al centro e la si fissava alla lastra con un piolo passante per i fori nel centro e una pinza a vite. Quindi si copiavano tutti i fori di entrambe le facce, eccetto quello del bilanciere.

      Per la platina superiore, dopo aver calcolato il diametro della platina per permettere al movimento di ruotare fuori dalla cassa, si torniva del diametro voluto una seconda piastra in ottone, meno spessa della prima. Poi la si sovrapponeva alla lastra in maniera che fossero tangenti dalla parte della cerniera, e si forava la platina in corrispondenza del centro della lastra. Poi si procedeva a copiare i fori come per la platina inferiore.

Quindi la lastra prodotta dal maestro di bottega era usata nella stessa maniera in cui in sartoria si usava un modello (o una forma) di taglio. In altre parole, come visto nel modulo 1, la lastra creata dal maestro era usato come un qalib in arabo o calibre in francese.

Ed infatti queste lastre erano chiamate calibre in francese, caliper o calibre in inglese (originariamente in Inghilterra l'orologeria arrivò dalla Francia), e quindi calibro in italiano.

Questi calibri erano essenziali per il lavoro delle botteghe: sempre secondo il Pomella nel 1671 una bottega orolgiaia poteva ricevere ordini per 100 orologi contemporaneamente. Era chiaramente non solo impossibile per il maestro produrre tutti i movimenti da solo, ma anche semplicemente tracciarli uno ad uno.

Quindi se per esempio arrivava un ordine per un orologio da diciamo 16 linee, si prendeva il calibro per il movimento da 16 linee e lo si usava per creare le platine ed il resto del movimento. Infatti una volta in possesso di un calibro, anche le dimensioni delle ruote e l'altezza dei loro denti erano note; in più l'altezza dei pilastrini derivava dalla cassa che si voleva usare.

Quindi le uniche caratteristiche del movimento che si dovevano determinare erano (per favore correggetimi se mi scordo qualche cosa):

    (a) la forma esatta del conoide: ogni conoide doveva essere adattato alla molla principale per garantire un funzionamento uniforme dell'orologio (ma la dimensione della ruota grande che costituisce la base del conoide era già "scritta" sul calibro);

    (b) il numero dei denti di ogni ruota: soluzioni generali erano note ed insegnate ad ogni apprendista.

In conclusione quindi già nella seconda metà del 17° secolo, se si aveva un calibro di un movimento, si conoscevano le dimensioni e la disposizione di tutti gli elementi principali di un movimento e quindi si poteva riprodurlo.

Ovviamente gli apprendisti potevano fare copie dei calibri del maestro per riusarli quando aprivano le loro botteghe. In questo modo anche gli orologiai meno dotati potevano produrre orologi con buoni movimenti, ed i movimenti più riusciti si diffondevano. I movimenti più riusciti potevano prendere il nome dell'orologiaio che li creò.

In questa maniera il termine calibro entrò nel gergo dell'orologeria e non ne uscì più.

Nel prossimo modulo cercherò di riassumere come questo termine evolve nei 300 anni successivi (se non diventa di nuovo troppo lungo 8-) ).

_________________
Fortuna è quando occasione e capacità si incontrano


Ultima modifica di VinSer il martedì 18 agosto 2020, 20:48, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: martedì 11 agosto 2020, 22:31 
Connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 4 febbraio 2018, 16:29
Messaggi: 1831
Località: Condove
Provincia: Torino
VinSer non sei mai lungo ed è sempre un grandissimo piacere leggerti.
Grazie per condividere con noi il tuo immenso sapere.
:2thumbs:

_________________
Alby
________________________________________________________________________
Le battaglie che si perdono sono quelle che si abbandonano.


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: mercoledì 12 agosto 2020, 9:51 
Connesso
VIP User
VIP User

Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2013, 16:18
Messaggi: 10779
Località: Prato
Provincia: PO
Bravissimo. Mi piace quello che hai scritto, l'ho letto per intero e... non preoccuparti, confermo anch'io che non sei affatto troppo lungo ;)

_________________
Luca
La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: mercoledì 12 agosto 2020, 11:21 
Non connesso
TOP Eminence User
TOP Eminence User

Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2016, 18:35
Messaggi: 9359
Località: Dubbione di Pinasca
Provincia: Torino
Molto molto interessante! :2thumbs:
Grazie mille.

_________________
Paolo


Top
 Profilo  
 

Re: Calibro Lepine - proviamo a fare un po' di ordine?
MessaggioInviato: mercoledì 12 agosto 2020, 16:32 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2016, 20:05
Messaggi: 1592
Località: Quartu Sant'Elena
Provincia: Cagliari
Assolutamente, una lettura piacevole e per niente prolissa. Grazie Vincenzo, attendiamo il 3° modulo. ::-bravo2

_________________
Massimo


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore


Chi c’è in linea

Visitano il forum: +entusiasta, geb61, Gia, heathenheart1979, minogiaco e 86 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: