Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 25 ottobre 2017, 22:31 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
No, direi di no ... ci sono i buchi e le sedi delle aste nella barra inferiore ... e l'asta centrale è passante fino alla vite di regolazione

Ora vi mostro il pendolo finito:

Allegato:
DSCF3608PP.jpg
DSCF3608PP.jpg [ 142.8 KiB | Osservato 339 volte ]


Le aste d'ottone le ho incastrate in fori da 2,4mm, sopra e sotto; le aste esterne d'acciaio sono filettate ed avvitate in basso, bloccate da 2 viti in alto.

Le palline sono lì ma non svolgono funzioni. Le aste d'acciaio sono state brunite a freddo con brunitore per armi.

Il baricentro si trova a 18cm come richiesto e grazie alle aste lunghe, la lente ora è più bassa che all' origine ...

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: giovedì 26 ottobre 2017, 10:40 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
ora però sorge un problema: la forchetta deve inserirsi tra le due aste di ottone e quindi andrà modificata perchè non potrà essere più larga di 7mm. :ops:

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: giovedì 2 novembre 2017, 20:23 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Nel frattempo però, mi è arrivato un'altro pendolo di quell' epoca e in quello stile:

Allegato:
nuovo pendoloP.jpg
nuovo pendoloP.jpg [ 48.88 KiB | Osservato 290 volte ]


Il diametro della lente è lo stesso

Domanda a JCH in particolare: è più o meno adatto di quello di cui abbiamo ragionato finora?

Se fosse più adatto, si tratterebbe solo di allungarne il gambo di 20 mm

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: sabato 4 novembre 2017, 1:13 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Ingegneria contro arte

Deciso a seguire il consiglio di Giacomo JCH, ho cominciato ad avere dei dubbi che il mio bel pendolo con compensatore funzionante possa trovare posto in questo orologio.

Il movimento richiedeva un baricentro a 18 cm dalla sospensione e questo c'è, ma dato il peso del compensatore il baricentro sta al bordo della lente per cui mi servirebbe uno spazio di 27cm per alloggiare il pendolo a partire dalla sospensione,

Purtroppo lo spazio a disposizione è più piccolo: ho solo 25 cm e non voglio un pendolo che tocca quasi terra, per cui vorrei una lunghezza complessiva del pendolo di 22-23 cm, ma il baricentro sempre a 18 dalla sospensione.

Allegato:
pendolo spazio.jpg
pendolo spazio.jpg [ 54.86 KiB | Osservato 321 volte ]


ho pensato allora di tagliare via 5 cm di barre in modo da abbassare il baricentro e fare posto per la forchetta. Ho anche fatto entrare maggiormanete l'asta centrale, lasciandomi la possibilità di regolare la posizione della pendolo verso il basso o verso l'alto di 12 mm circa.

Ecco le dimensioni del nuovo pendolo (compensatore ancora funzionante, ma capace ormai di compensare solo il 50% delle variazioni di temperatura) :

Allegato:
pendolo dimensioni1.jpg
pendolo dimensioni1.jpg [ 55.07 KiB | Osservato 321 volte ]


Il pendolo ha ora il baricentro 12mm dentro il bordo e vediamo cosa succede a collocarlo al suo posto:

Allegato:
pendolo inserimento1.jpg
pendolo inserimento1.jpg [ 68.82 KiB | Osservato 321 volte ]


Come si vede tocca quasi terra. Se volessi tenere la lente più alta dovrei abbassare ulteirormente il baricentro e per fare questo dovrei modificare il peso anulare che si trova dentro la lente.

Tutto il pendolo pesa ben 185g ... la tabella sui pesi dei pendoli delle parigine mi darebbe un peso della lente di 90g per una lunghezza del pendolo equivalente di 18cm e 8400 bph

Non credo sia il caso di aggiungere ulteriore peso in basso, che sarebbe una possibile soluzione. Forse potrei fare una serie di fori nell'anello di zavorra, nella parte alta ed ottenere lo stesso risultato.

una foto del pendolo con compensatore accorciato

Allegato:
pendolo accorciato P.jpg
pendolo accorciato P.jpg [ 63.6 KiB | Osservato 321 volte ]


A questo punto la domanda la cui risposta determinerà la scelta del pendolo:

in che posizione va collocata la lente in questo stile di orologio? se va raso terra come nei Napoleone terxo con lente ornata e colonne a tortiglione, va bene così con eventuali modifiche minori. Se invece dovesse collocarsi al centro dello spazio vuoto tra il bordo del quadrante e la base, allora dovrei fare modifiche drastiche o usare l'altro pendolo.

Rivediamoci gli esempi di cui all' inizio del post.

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: sabato 4 novembre 2017, 1:36 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Tocca accorciare ancora il compensatore e lavorare anche sulla zavorra perchè la lente deve trovarsi quasi al centro del vuoto. :wallbash: :datz:

Allegato:
pemdolo posizione 2.jpg
pemdolo posizione 2.jpg [ 44.53 KiB | Osservato 321 volte ]


Accorcerò le aste di 30mm e poi lavorerò sulla zavorra interna del pendolo fino a riuscire ad abbassare il baricentro di 23 mm

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: sabato 4 novembre 2017, 19:42 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
giusto, Calico, lavorone! lo dicevo che era una pendola per masochisti...

Il problema è che perquanto si accorci il compensatore il suo centro di massa si troverà sempre lontano dal centro di massa della lente. Il compensatore pesa 55 g, la lente 127 g quindi l'effetto di questa è proponderante, ma quello del compensatore sposta il baricentro verso l'alto di circa 30mm.

Ogni centimetro di compensatore in meno sono 2g 3 cm fanno solo 6g ... è vero che il baricentro si abbassa, ma di poco, perchè le barre e le palline restano più o meno lì dove sono.

Ho fatto l'accorciamento di 3 cm ed il baricentro è sceso di poco.

Allora ho deciso di spostare le masse all' interno del pendolo:

per prima cosa ho tolto massa lì dove non serve, cioè sopra il baricentro, fresando e rifinendo a lima

Allegato:
pendolo modifiche (1)P.jpg
pendolo modifiche (1)P.jpg [ 58.3 KiB | Osservato 305 volte ]


...poi ho aggiunto massa sotto il baricentro.

Ora il peso è rimasto identico (182g completo), ma il baricentro è solo di poco sopra quello della lente.

Allegato:
pendolo modifiche (3)P.jpg
pendolo modifiche (3)P.jpg [ 67.19 KiB | Osservato 305 volte ]


Se ancora non dovesse bastare, al posto del segmento circolare di ottone (che pesa sui 35g) posso mettere una barretta piegata di piombo da 5mm in quella scanalatura bassa e questo abbasserà ancora di più il baricentro, ma sempre senza aumentare il peso totale del pendolo.

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: domenica 5 novembre 2017, 13:35 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
No, Calico, se voglio abbassare il baricentro non posso aggiungere massa in alto dove ci sono le palline. Le palline sono uno dei motivi per cui il baricentro è alto. Devo aggiungere massa sotto il centro della lente.

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: domenica 5 novembre 2017, 19:18 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
la mezzaluna di ottone pesa sui 35 grammi. Se non bastasse riempirei la scanalatura in basso e toglierei la mezzaluna, in modo da abbassare il baricentro, ma senza aumentare il peso totale del pendolo.

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: domenica 5 novembre 2017, 21:43 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Il blocco di fusione in alto che hai segnato in blu, non può essere eliminato, perchè in esso si avvitano le due este esterne che reggono la lente. Per questo mi sono limitato a fare 2 fori di alleggerimento.

Ecco l'inserimento di un cilindretto di piombo di 6,5 mm di diametro. L'ho ottenuto facendo un foro da 6,5 in un blocchetto di legno e poi colandoci del piombo fuso. Per farlo uscire è bastato picchiare il bloccetto contro un bordo della morsa e per inerzia il cilindretto, molto più pesante, è uscito.

Gli ho dato la forma e l'ho fatto entrare nel canaletto, poi a martellate ce l'ho messo per bene appiattendolo per permettere la chiusura del fondo della lente.

Allegato:
DSCF3629B.jpg
DSCF3629B.jpg [ 71.93 KiB | Osservato 392 volte ]


Dato che il cilindretto pesava 27g ho poi tagliato via una fetta della mezzaluna per compensare.

Allegato:
DSCF3630P.jpg
DSCF3630P.jpg [ 57.63 KiB | Osservato 392 volte ]


Ora il baricentro del pendolo completo coincide quasi con il centro della lente, come si voleva ottenere.
Il peso complessivo del pendolo è passato da 182g a 190g.

Allegato:
DSCF3631p.jpg
DSCF3631p.jpg [ 69.44 KiB | Osservato 392 volte ]

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: lunedì 6 novembre 2017, 15:33 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
La necessità di fare queste modifiche al pendolo ci dà la prova certa che il movimento non è quello originale, bensì uno adatto ad un orologio con pendolo ben più lungo, probabilmente una pendola da muro.

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 1:17 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Ringrazio Giacomo per la considerazione, ma in effetti questo è proprio un reportage in diretta su un lavoro iniziato e portato avanti senza sapere come andrà a finire e quella del pendolo è stata una disavventura inattesa. Il problema si sarebbe presentato anche se avessi usato l'altro pendolo, solo che quello essendo vuoto e leggero, sarebbe bastato appesantirlo in basso con dei pallini di piombo, come aveva già fatto qualcuno in passato, tant'è che quando lo scuotevo suonava come una "maraca" :D

Al pendolo manca ancora un dettaglio: la punta inferiore, che era stata sostituita con una vite, ma che si vede in tanti esempi di pendoli di questo tipo.... e questa si fa al tornio.

Ecco il pendolo alla fine degli sforzi. Peso 190g baricentro regolabile tra 15,5 e 18 cm in modo da poter usare una sospensione di lunghezza tra i 15mm ed i 25 mm

Allegato:
z -finale.jpg
z -finale.jpg [ 59.27 KiB | Osservato 369 volte ]

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 10:35 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2016, 20:05
Messaggi: 395
Località: Quartu Sant'Elena
Provincia: Cagliari
Complimenti per il lavoro e la precisa esposizione, sono questi post che aiutano un totale ignorante in materia come il sottoscritto a scorgere barlumi di luce.

::-bravo2 ::-bravo2 ::-bravo2

_________________
Massimo


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: martedì 7 novembre 2017, 15:02 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
E' stato? :o non siamo nemmeno a metà :eek: ... si fa sempre in tempo a rovinare tutto :frown:

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2017, 0:18 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Oggi grande giornata: si rimonta il portico.

Le parti in legno sono state stuccate, levigate, ri-ebanizzate e lucidate..

Gli intarsi mancanti ricostruiti, usando dei listellini di ottone a sezione quadrata che, per pura fortuna, erano perfetti e provengono dalla mia attrezzatura per modellismo.

Le colonne hanno avuto solo bisogno di rincollare alcuni di questi sottili intarsi di ottone e poi ho levigato.

Qui ho pagato il tributo di sangue dell' apprendista: mentre passavo la carta vetrata su una colonna, sono avanzato un po' troppo con la mano e tornando indietro l'estremità di uno di questi fili d'ottone ha agganciato il mio dito medio e, per lo slancio del movimento, il filo di ottone è uscito dalla sua sede ed ha attraversato completamente due dita (mie) con un angolo di circa 45° ....

Allegato:
DSCF3666P.jpg
DSCF3666P.jpg [ 55.84 KiB | Osservato 307 volte ]


Le mani erano luride di levigatura nera ... il dolore nemmeno forte, il difficile è stato non svenire e andare a lavarmi accuratamente. Certamente il filo d'ottone ha portato dello sporco dentro la carne, ma non c'era modo di verificare per cui ho solo cercato di far sanguinare più possibile, poi ho disinfettato, messo un cerotto e continuato a levigare le colonne.

Mi aspettavo gonfiore e dolore nella notte, invece devo dire che non è successo nulla ... è vero che stavo facendo dell' antibiotico per altre ragioni, comunque niente infezioni e ormai si vede solo il forellino di entrata che è rimasto nero per la polvere nera che ci era entrata. L'antitetanica l'ho rifatta l'anno scorso e penso sia consigliabile per tutti coloro che vogliono fare questi lavori artigianali.

Il difficile è stato dare il colore nero e la lacca senza sporcare gli intarsi. In pratica, ogni mano di tinta nera o di gommalacca è sempre stata seguita da una passata di lana di ferro sottilissima che, fortunatamente, tende a ripulire subito il metallo. Perchè la gommalacca che sia a spirito o ad acetone, tende comunque, specie per le prime mani ad asportare un po' colore nero, sporcando il tampone e portando il colore sul metallo. Quindi le passate devono essere rapide, uniche ed il tampone va cambiato di continuo.

Per le parti intarsiate per laccare ho usato la gommalacca decerata venduta da Antichità Belsito, che è veramente un gran bel prodotto. Dopo innumerevoli mani di gommalacca data a tampone (se ne è andata una vecchia camicia di flanella) ho dato la cera bianca come mano finale.

Allegato:
DSCF3667P.jpg
DSCF3667P.jpg [ 55.96 KiB | Osservato 307 volte ]


E come dicevo, oggi si rimonta il portico. Il montaggio conviene farlo con il portico rovesciato, dato che alla fine i dadi da stringere si trovano nella base.

Allegato:
DSCF3669P.jpg
DSCF3669P.jpg [ 78.93 KiB | Osservato 307 volte ]


Al primo tentativo è venuto un po' sbilenco ... piegato all' indietro.

Tenete presente che le colonne anteriori sono in posizione obbligata (per via dei fori che accoglieranno il quadrante) ... ma le basi ed i capitelli non sono tutti uguali, per cui li ho tutti misurati e poi ho potuto mettere quelle più alte posteriormente... e il portico si è raddrizzato

Allegato:
DSCF3663P.jpg
DSCF3663P.jpg [ 110.21 KiB | Osservato 307 volte ]


Allegato:
DSCF3662P.jpg
DSCF3662P.jpg [ 92.96 KiB | Osservato 307 volte ]


Ora c'è da attaccare l'orologio.

Il quadrante l'ho stuccato con la stessa tecnica usata per quello della Viennese lignea: stucco per modellismo e lacca per riparazione smalti, più mano finale di lucido a spruzzo.

prima:

Allegato:
DSCF3601P.jpg
DSCF3601P.jpg [ 58.24 KiB | Osservato 307 volte ]


e dopo:

Allegato:
DSCF3617P.jpg
DSCF3617P.jpg [ 79.12 KiB | Osservato 307 volte ]


Però intanto ho ricevuto le polveri per smalti che fondono a 150°C che proverò sul prossimo quadrante che mi capiterà di restaurare...

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Re: Portico Napoleone III per masochisti
MessaggioInviato: sabato 11 novembre 2017, 22:18 
Connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 giugno 2015, 13:43
Messaggi: 1051
Località: Colle Val d'Elsa
Provincia: SI
Se dovessi valutare il tempo impiegato, dovrei dire di essere pieno di orologi impagabili :D

Comunque oggi ho finito!

Ho bluato le sfere nella limatura di ottone, con un risultato passabile e l'orologio sta funzionando da ieri sera, con una oscillazione ampia (per una parigina) e decisa e devo dire che le correzioni necessarie per la tenuta del tempo saranno minime.

Allegato:
DSCF3675P.jpg
DSCF3675P.jpg [ 75.46 KiB | Osservato 332 volte ]



E un piccolo video:



Per inciso, questa era la mia 30 esima revisone :D

_________________
Non basta sapere, occorre anche applicare;
non basta l'intenzione, bisogna anche fare.
(W. Goethe)


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 54 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: