Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 

Paul Garnier Horloger de la Marine
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 9 ottobre 2012, 0:50 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 22248
Località: Torino
Provincia: TO
Paul Garnier 1834-1916, fratello di Jean-Paul Garnier (1801-1869) grande nome dell'orologeria, ho prodotto oltre la pendoleria ed orologi da marina, anche orologi da tasca, alcuni di gran valore, non in questo caso. :D
E' un buon movimento che ho acquistato a pochi euro e vederlo moribondo mi dispiaceva, ho quindi deciso di revisionarlo.

L'orologio cammina, ma il grafico che riporta il cronocomparatore è pessimo, eppure a prima vista non sembra così mal messo.


Parto quindi con la revisione, l'orologio è in acciaio e riporta sul fondello sia il nome Paul Garnier che Horloger de la marine, cioè orologiaio della marina, segno di estrema competenza e precisione della sua maison, inoltre c'è un numero di serie che ritroviamo anche sulla platina dell'orologio.
La cassa è rigatella e non chiude bene, il quadrante è rotto ed incollato la parte ad ore 4 ( odio queste incollate..) si notano anche parecchie felature.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Come al solito, scarichiamo il movimento e togliamo la tige per poter estrarre il movimento, contrassegnata dalla freccia vi è la vite del tiretto, va solo smollata un po e poi si tira la tige dalla corona.

Immagine

Svitiamo le viti che bloccano il movimento alla cassa, alcune sono viti con la testa a metà, in questo caso la vite ha la testa completa e va proprio tolta. Manca una vite di blocco.. di solito non è un buon segno, sa di abbandono riparazione affrettato per guasto grave, speriamo di no. :shock:

Immagine

Sbloccato il movimento, apro la ghiera anteriore del vetro per togliere le lancette, altrimenti mettendo a faccia in giù l'orologio si rischia di piegarle, meglio farlo subito.

Immagine

Una volta aperto uso un semplice pezzo di carta ritagliato per evitare di rigare il quadrante, sulla ceramica è difficile che accada visto che i piedi dell'estrattore sono in teflon, ma non lasciamo niente al caso :-D

Immagine


Immagine

Ora dolcemente si spinge il movimento fuori dalla cassa, che uscirà dal lato quadrante.

Immagine


Prima di tutto bisogna togliere il ponte del bilanciere, onde evitare che scappi il cacciavite, ma dopo che avete smontato un sacco di orologi la probabilità è bassa, quindi procedo con lo smollare le viti che bloccano il quadrante.
In questo caso ci sono due viti con la mezza testa, basta svincolarla dal perno di rame del quadrante.

Immagine

Immagine

Guardiamo sempre, anche se facile, come sono disposte le leve/mollette sotto quadrante, alcune volte sono più complicati e si perde tempo a studiarlo se non si è guardato prima.

Immagine


Si.. ora lo tolgo il bilanciere.. :D

Immagine


Tolta la vite, bisogna far uscire il plateau con relativo bottone del disco dalla forchetta dell'ancora, quindi non tirate come caini altrimenti la spirale si allunga e si snerva.
Girare subito il ponte, oppure aiutarsi con due pinzette, comunque nella maggioranza dei casi la spirale supporta il peso dell'insieme asse/voltantino senza danni, NO il tiro alla fune.. :D

Immagine


Tolgo la ruota di carica intermedia, spesso capita di trovare la vite rotta, perchè qualche inesperto la svita in senso antiorario, mentre deve essere svitata in senso orario, come per avvitare.

Immagine


Tra gli organi delicatissimi c'è l'ancora che dopo il bilanciere andrebbe subito tolta, ma nel mio caso ho dovuto rimandare lo smontaggio in quanto le viti sono bloccate e non ho tempo e voglia per aspettare che lo Svitol agisca.


Immagine

Tolte le platine possiamo vedere l'insieme dei ruotismi

Immagine

Finalmente lo Svitol ha fatto il suo lavoro e dopo un cacciavite spezzato, le viti sono venute via.
Occhio a togliere il piccolo ponte ancora, delicatamente un po per lato negli appositi incavi e SOLLEVARE, non piegare, altrimenti si spezza il perno ancora. Se non è piantato a morte come nel mio caso, spesso basta sollevarlo con la pinzetta.


Immagine


Ora bisogna fare pulizia sotto quadrante, rimuovere tutto, compresa la platina contropietra del bilanciere, li si annida lo sporco, olio secco ed è il fattore principale di scarsa amplitudine dopo una revisione mal fatta.

Immagine


Rimossa anche la ruota centro, la platina è completamente smontata.

Immagine

Aperto il bariletto e scopro che di molla c'è ne poca :shock:
Probabilmente un riparatore l'ha tagliata dove era rotta ed ha recuperato il recuperabile, comunque molla da buttare.

Immagine


Un insieme dei pezzi

Immagine


Preparo la lavatrice ad ultrasuoni e metto le sole platine per il lavaggio, il tutto a base di Rubisol, va benissimo il TiBi, ma visto che c'è l'ho lo uso :-D
La temperatura dell'acqua del rubinetto è a 45° per 5 minuti, qui siamo prossimi alla fine, -3 minuti e 44", ma è solo il primo lavaggio, seguirà un secondo lavaggio.. in seguito..

Immagine

Immagine

Metto a mollo i ruotismi e un altro contenitore con le leve ( in preparazione )

Immagine

Finito il 1° lavaggio, controllo tutti i componenti, perchè con i pezzi sporchi non si vedono i difetti, poi passo ogni perno al pivottatore e faccio il secondo ed ultimo lavaggio.
Qui in foto appena usciti dal lavaggio, rischiacquo e asciugatura, pronti per la pivottatura e pulizia dei pignoni a mano con stecco e diamantina.
Purtroppo questi orologi sono vecchi, NON sono Rolex recenti, dove lavi e rimonti tipo catena di montaggio, ogni dettaglio va curato se si vuole che tornino a camminare precisi.


Immagine


Platine al 1° lavaggio, segue lucidatura dei fori ruota centro, fori platine del bariletto e forse ci scappano pure un paio di boccole. :-?

Immagine

Ho lavato il quadrante per benino, ovviamente necessita di riparazione ad ore 4 e qualche ritocco qua e la, ma i capelli o felature sono praticamente sparite. :-D

Immagine


CONTINUA...

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 9 ottobre 2012, 18:55 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: sabato 5 settembre 2009, 13:41
Messaggi: 1681
Località: Foiano (Ar)
Provincia: Foiano Ar
Ottimo ottimo seguo con interesse.....ciao Riki :-D

_________________
Saluti Rikibirikino Ciaoo !


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 9 ottobre 2012, 22:03 
Non connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 3 maggio 2011, 0:01
Messaggi: 2257
Località: Irpinia
Interessante come sempre!!! :up:


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 9 ottobre 2012, 22:38 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 ottobre 2012, 9:55
Messaggi: 629
Località: Roma
Provincia: RM
bello, bello, bello!
Fantastico restauro!
Puoi dirmi qualche info in piu' sulla pulizia del quadrante? E' venuto veramente bene!
:D

_________________
Immagine
________________________
Mario


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 9 ottobre 2012, 23:39 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 22248
Località: Torino
Provincia: TO
orologioapendolo ha scritto:
bello, bello, bello!
Fantastico restauro!
Puoi dirmi qualche info in piu' sulla pulizia del quadrante? E' venuto veramente bene!
:D



Intanto grazie per i complimenti, c'è ancora un pò di lavoro da fare che completerò nei prossimi giorni in quanto ho 4 giorni di questa settimana in trasferta estera, quindi fuori casa :(


X orologioapendolo
Per la pulizia del quadrante, prova come ti ho detto in MP, vedrai che viene come il mio.. provare per crede. :-D

Ciaooo

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: giovedì 11 ottobre 2012, 21:59 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 marzo 2012, 18:21
Messaggi: 238
Località: somma vesuviana
Bravo Fabry dai finisci il lavoro. Ps perché nOn usi il portamovimento? Ciao un saluto 8-)

_________________
Che cos'è l'esperienza ??? è la somma dei nostri errori.

www.lamawoodenclock.it


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: venerdì 12 ottobre 2012, 13:55 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 22248
Località: Torino
Provincia: TO
lamawoodenclock ha scritto:
Bravo Fabry dai finisci il lavoro. Ps perché nOn usi il portamovimento? Ciao un saluto 8-)


Grazie a tutti per i complimenti, non ho ancora avuto modo di lavorarci in quanto vado e vengo dalla Francia, domani che è sabato mi tocca Chambery :(
Poi procedo sempre lentamente, in quanto sistemo tutto dalla A alla Z, anche le viti lucidarle tutte e casomai bluirle porta via tempo, come anche i restauri quadrante, portano via ore di lavoro più 3-4 giorni di asciugatura e quindi le tempistiche per fare un buona revisione, più vicina alla parola RESTAURO, portano via davvero tanto tempo, ma visto che è un Hobby, più dura il divertimento meglio è. :-D :D

Non ho usato ancora il bellissimo porta movimento che hai fatto perchè non ho visto ancora Giacomo JCH e non ho ancora il bellissimo oggetto che hai prodotto, tra un pò me lo sogno la notte!! :-D

Ciao Cari!!

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 16 ottobre 2012, 0:55 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 22248
Località: Torino
Provincia: TO
A causa degli impegni lavorativi aziendali, procedo un pò a rilento, ma come dice il proverbio chi va piano va salvo e va lontano.. :D

Volevo andare in fornitura a comperare una molla nuova, ma nemmeno quello mi è riuscito, così ho aperto una delle cassette con molle "antiche" ma inusate ed ho cercato una analoga, misurando spessore ed altezza, fortunatamente ne avevo una dozzina..

Immagine

Eccola qui a fianco a quella rotta, stanca e pure accorciata.

Immagine


Come possiamo vedere dalle precedenti foto del movimento le varie viti sono abbastanza malandate, segno di smontaggi selvaggi con cacciaviti spuntati o non di misura.

Immagine

Per ripristinare il taglio centrale ci vorrebbe una limetta apposita ( credo si dica a fendere ) che NON possiedo, sarà la prossima cosa che acquisterò.
In alternativa per pulire un pò il taglio e dargli una "parvenza" di linearità ho usato una lametta, o anche due in parallelo inserite nel taglio e scorrendole su e giù ho tolto qualche bavatura ma niente più.

Immagine


Mentre per la lucidatura, quella si che la posso fare in quanto, grazie al vecchio kit da bravo lucidatore orologiaio, le ho ripassate tutte. :-D
Consta di 3 dischi, due di metallo ed uno di legno, quello di legno è per la lucidatura finale, credo sia di bosso, mentre gli altri due dischi dovrebbero essere bronzo e ottone.

Immagine


Qui dopo l'ultima passata, comincia ad essere decente, ho preferito poi bluirle con la classica lampada ad alcool ed un pezzo di ottone forellato.

Immagine



Qui il movimento è parzialmente montato e come possiamo notare con le viti bluite l'aspetto estetico migliora. Le viti hanno lo stesso colore solo che nella foto i riflessi scuriscono alcune di esse.


Immagine


Ora posso dedicarmi al ponte del bilanciere e alla contropietra, va sempre smontato tutto perchè l'olio secco, pur facendo un lavaggio in ultrasuoni non ha tolto lo sporco e l'olio secco, va quindi fatto a manina..

Immagine

La goccia che si vede in centro della contropietra è olio secco, vetrificato, per farlo andare via ho dovuto sfregare per bene.. :shock:

Immagine

Al momento sto lavorando sul quadrante e lucidatura dei pivot del bilanciere.

CONTINUA....


Ciaooo

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: martedì 16 ottobre 2012, 6:34 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: venerdì 3 luglio 2009, 0:15
Messaggi: 4794
Località: Torino DECEDUTO
Carissimo Fabrizio
Finalmente un lavoro degno di essere chiamato,come hai detto,non solo REVISIONE,ma RESTAURO
Uno splendido passo passo,dove è evidente la passione che ci metti.
Una bella presentazione,anticipata da cenni storici,seguita da una sequenza fotografica,che sembra un fermo immagine,dove vi è da imparare,Per la forma,ti posso solo copiare.
Sono semplicemente ammirato dalla capacità che hai raggiunto.
Bravo ormai è superfluo.
Operi,in molti casi,meglio di un orologiaio di mestiere,perchè puoi permetterti operazioni che il medesimo,non farebbe,non per incapacità,ma per il costo che queste comporterebbero.
Ecco un bell'esempio di dove un hobbista può arrivare.
Poi tutto è perfettibile,all'infinito,ci si può sempre migliorare,con virtuosismi
Ma quì c'è da togliersi tanto di cappello.
Un gran bel post,gioia per gli occhi,che promette ancora,molto altro.
Complimenti di vero cuore.
Un salutone
Pierino la peste

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più severo,Prima ti fà l'esame,poi ti spiega la lezione
ImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 0:36 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 22248
Località: Torino
Provincia: TO
Finalmente questa sera ho avuto un pò di tempo per finire il Paul Garnier, in ogni caso ho dovuto aspettare i tempi tecnici per l'asciugatura del ritocco al quadrante.
In questo quadrante hanno in precedenza rincollato la parte rovinata ad ore 4, inizialmente ho pensato di farlo "saltare" e rifare l'intero pezzo, poi visto che ero riuscito a scollarlo senza romperlo ho optato per rinserirlo e ritoccare solo dove necessario, per mantenere l'originalità del pezzo ed anche per lavorare meno.. :D
Alla fine credo di averci messo lo stesso tempo ed il risultato è buono ma non come avrei voluto, qualche difetto c'è ancora sul bordo estremo, a vista non si nota ma da una foto ravvicinata si.
Come al solito ho utilizzato alcuni tipi di ossidi miscelati con delle resine, prima ho però fatto un riempimento con le polverine a caldo che "stabilizzano" in modo definitivo il pezzo rotto.



Utilizzo anche un "tintometro" software per leggere il colore del quadrante più vicino possibile al ritocco da fare.

Immagine


Fasi di miscelazione, lavoro lungo e noioso.. :-?


Immagine


Ed eccolo qui rimontato, NON ho sostituito il vetro che è ancora abbastanza rigatello, l'ho lucidato con un pò di ossido di cerio, ma credo che la prima volta che mi capita la misura giusta in vetro vetro, lo sostituirò.
Qualche retroscena oltre quello pubblicato, sono stati, rottura dell'attacco della brida dentro il bariletto, che ho dovuto rifare e fare un paio di boccole sulla platina, per ruota centro e bariletto.
La precisione è buona, uno scarto di 1- 2 secondi al giorno nella posizione peggiore.

Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine

Ciaooo :-D

FINE

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 1:00 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: venerdì 3 luglio 2009, 0:15
Messaggi: 4794
Località: Torino DECEDUTO
Carissimo Fabrizio
Gran bel lavoro.
La cassa la hai fatta veramente risplendere,non c'è paragone,sembrava distrutta dalle fotografie in origine.
Vorrei fare notare a chi fosse sfuggita la bella malizia di Fabrizio.
Per non inquinare tutto il bagno della vaschetta ad ultrasuoni,i piccoli recipienti immersi.
Questo sistema aiuta a mantenere divisi gli oggetti,permette anche di usare licquidi diversi,in funzione della differenza di delicatezza necessaria ai vari particolari.
Bravo Fabrizio!! dai tuoi post escono sovente idee oltre alla traccia che lasci per i neofiti,ed alle raccolte di dati per i collezionisti.
Un caro saluto
PieroP

Ps interessante il softer per il colore,si possono avere maggiori informazioni ?? come sempre un megagrazie anticipato

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più severo,Prima ti fà l'esame,poi ti spiega la lezione
ImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 2:25 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: venerdì 3 luglio 2009, 0:15
Messaggi: 4794
Località: Torino DECEDUTO
:smile: :smile: :smile: :smile:
Carissimo Fabrizio
Monello di un monello
Che fai ?? sfotti??
Prendi in giro un povero vecchietto??
Meno male che è vecchietto l'orologio,se era nuovo cosa faceva??
Sinceri complimenti Fabrizio,come ho detto fin dall'inizio,un post degno di portare il nome REVISIONE.
Non conosco bene amplimiter,io preferisco il vecchio e caro vibrograf.
Ma da quello che vedo,il tracciato è ottimo,e considerato appunto l'età che ha l'orologio,un capolavoro
La tua qualità,nei lavori è decisamente professionale,la pianto lì,o divento un lecchino.
Veramente un gran bel lavoro.CHAPEAU!!!!
I consigli,li dai tu a me!!! Ormai.
Grazie per averlo postato e per averci tutti resi partecipi
Un salutone
Pierino la peste

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più severo,Prima ti fà l'esame,poi ti spiega la lezione
ImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 8:23 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 settembre 2010, 12:18
Messaggi: 1276
Provincia: Lodi
Fabrizio , ma il tic-tac com'è ? perchè dal tracciato sembrerebbe che ci sia qualcosina, ma magari è solo un problema di microfono.

L'angolo di levata di quest'orologio è di 52° ?

Complimenti hai fatto un lavoro eccezionale.

ciao

gae929


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 9:11 
Non connesso
Senator
Senator

Iscritto il: lunedì 29 novembre 2010, 16:40
Messaggi: 3252
Provincia: XX
Complimenti, ma perchè non fai i rilievi nelle sei posizioni in modo consecutivo come il programma consente di fare, mi è sempre stato detto che è più corretta come procedura di verifica...

Comunque l'hai pulito davvero bene...ancora complimenti!

Ciao


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: sabato 20 ottobre 2012, 11:35 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: venerdì 3 luglio 2009, 0:15
Messaggi: 4794
Località: Torino DECEDUTO
gae929 ha scritto:
Fabrizio , ma il tic-tac com'è ? perchè dal tracciato sembrerebbe che ci sia qualcosina, ma magari è solo un problema di microfono.

L'angolo di levata di quest'orologio è di 52° ?

Complimenti hai fatto un lavoro eccezionale.

ciao

gae929


Carissimo Gae929
Qualcosina c'è, ma è anche un orologio che ha i suoi anni.
Poi serve aspettare che l'olio si sia bene distribuito.
Sopratutto sulla ruota scappamento.
Ma si può notare bene,il bilancere equlibrato con la spirale che non crea problemi,ruotando l'orologio
L'asse che è ben libero e la trazione sembra piuttosto lineare.
Segno che non ha eccessivi giochi.
Girandolo di posizione,non perde amplitudine,seppure torno a ripeterlo il dato è sempre virtuale.
Dimostrazione che l'asse del bilancere è ben pulito ed in ottimo stato
Poi chiaramente ci saranno un po' di gioco ancora,la ruota scappamento non al massimo,e forse un levè che non esce proprio perfetto:
Da capire se è solo da regolare contro la coppiglia di ritegno o ha altro.
Ma direi comunque ottimale.Già una buona regolazione.
Io sono abituato al mio Vibrograf e questo ho un po' di difficoltà ad entrarci bene dentro,mi piace sentire il tichettio in cuffia,da quello si sente lo strusciare dei denti e il suono della spirale,con un po' di calma anche un atrito anomalo dell'asse.
Non sono abituato al grafico sonoro,mi ci dovrò,prima o poi cimentare,perchè è senza ombra di dubbio un sistema molto pratico di diagnosi,ma il cronocomparatore sul PC è anche pieno di difetti,per cui avendo l'altro,non sò quanto valga la pena farlo.
Per il suono preferisco Culedit,poi serve sempre trovare un ottimale punto di ascolto,posizionando il microfono bene,isolato dall'ambiente il più possibile,magari appoggiando il tutto su un tassello di sughero o se ci si vuole inquinare un po', piombo. o non si capisce niente,e si è tratti in inganno.
Se Fabrizio,avrà tempo e lo carica tutti i giorni sarà interessante rivedere il tracciato tra una quindicina di giorni.
Sempre se potrà farcelo rivedere
Un tasca,non è un polso,le sue condizioni di lavoro,sono principalmente a tige alta,o posato sul tavolo a quadrante alto.
Molto più facile fargli tenere il tempo,durante la giornata,è meno soggetto a urti e sballottamenti.
Un salutone
Pierino la peste

_________________
L'esperienza è il tipo di insegnante più severo,Prima ti fà l'esame,poi ti spiega la lezione
ImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: