Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 
 

Perchè¨ si ferma il segnatempo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 17 luglio 2006, 22:34 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 24436
Località: Torino
Provincia: TO
--Polvere e negligenza.

1. Esistenza di polvere o di sporcizia.
2. Un capello rimasto in qualche parte della cassa che agisce da freno.
3. Ruggine sui pignoni, specialmente nei piccoli orologi.
4. Ruggine in genere.
5. Dimenticanza di caricarlo a fondo,o di caricano del tutto.
6. Albero di carica; il quadro del pignone a corona può tagliare la platina permettendo al perno dell’albero di carica di uscire dal suoforo e di toccare il bariletto o qualche altra parte.
7 Pignone a corona che tocca la ruota intermedia di messa all’ora, in seguito a cattivo funzionamento del meccanismo di carica e di messa all’ora.

--Lancette e quadrante.

8 .Lancette che sfregano l’una contro l’altra o che toccano il quadrante od il vetro.
9. Minuteria, compresa la ruota intermedia di messa all’ora, non perfettamente libera.
10. Quadrante mal fissato; esso può rimanere inclinato da una parte e sfregare contro le lancette.
11. Lancette che non vengono trascinate essendo state montate senza forzamento. Questo difetto può provocare un apparente arresto intermittente.
12. Supporto della ruota cambio non ben fissato.
13. Rocchetto calzante che può spostarsi verso l’alto, frenando la minuteria.

--Molla motrice.

14. Molla motrice non libera di svolgersi correttamente nel bariletto.
15. Molla motrice secca o sporca.
16. Molla motrice rotta.
17. Difetto nella molletta del cricchetto.
18. Bariletto che non gira diritto, difetto accentuato quando la molla motrice è completamente carica.
19. Gancio del bariletto che sporge e tocca qualche altra parte.
20. Estremità del gancio a T della molta motrice troppo lungo, per cui esce dal bariletto e tocca la ruota centro o
la platina.
21. Slittamento della molla motrice, per cui l’orologio si ferma dopo un certo tempo.
22. Mozzo interno al centro del bariletto di diametro troppo grande, che sfrega contro la molla motrice.
23. Uscita del coperchio del bariletto, dovuta a caduta o a montaggio non accurato.
24. Curva della molletta del cricchetto che tocca il fianco del bariletto.

--Treno di ingranaggi.

25. Mancanza di giuoco assiale negli organi del ruotismo.
26. Pietre forate che si muovono.
27. Vite mal piazzata che sfrega contro qualche parte del movimento.
28. Denti piegati nelle ruote o nel bariletto.
29. Un perno può adattarsi troppo preciso nel suo foro e, se questo è leggermente inclinato, il perno può legare da
un lato. Questo fatto può produrre un arresto intermittente.
30. Ingranamento difettoso, specialmente tra la ruota secondi ed il pignone scappamento.
31. Perni delle ruote dei treno d’ingranaggi piegati, specialmente quello dei secondi; se vi è la lancetta dei secondi il mozzo può sfregare contro il foro del pignone secondi nel quadrante.
32. Pietra forata scheggiata o rotta, quando la scheggiatura o la rottura è nell’interno del foro.
33. Pignoni usurati.
34. Fori per i perni troppo grandi.
35. Pignone libero nella propria ruota.
36. Rottura di un’ala di un pignone; il pignone centro è il più soggetto a rottura, in seguito alla rottura della molla motrice.
37. Perni usurati, che creano rapidamente arresto o sfregamento in alcune posizioni.


--Scappamento--

38. Insufficiente cammino perduto dell’àncora.
39. Mancanza di giuoco assiale dell’ancora.
40. Il disco tocca l’àncora.
41. Pietre contro-perno mal fissate.
42. Pietre di leva mal fissate.
43. Bottone del disco mal fissato.
44. Bottone del disco troppo lungo, che può toccare il dardo.
45. Olio ai perni dell’àncora.
46. Disco mal fissato.
47. Grande e piccolo disco non allineati.
48. Ruota di scappamento che noti si impegna sulle leve.
49. Piccolo disco che tocca la sede della pietra anteriore dell’asse del bilanciere, o la vite del disco contro-perno della platina.
50. Asse del bilanciere rotto.
51. Dardo mal fissato.
52. Mancanza di giuoco assiale nell’asse del bilanciere.
53. Eccesso di gommalacca sulle pietre di leva q sul bottone del disco.
54. Asse del bilanciere, o suoi perni, piegati.
55. Perni dell’asse del bilanciere a forma di fungo, cioè con le estremità schiacciate; difetto generalmente dovuto a urto.
56. Scheggiatura nella pietra contro-perno del bilanciere, specialmente se i perni lavorano nella parte scheggiata.
57. Vite del bilanciere svitata, che tocca qualche parte del movimento.
58. Mancanza di libertà della spirale, che può toccare il bilanciere nella posizione di quadrante in basso.
59. Parte terminale libera della spirale, che tocca contro il bilanciere.
60. Pitone della spirale troppo lungo, che tocca il bilanciere quando l’orologio è nella posizione di quadrante in alto.
61. Virola troppo libera.
62. Pitone mal fissato.
63. Spirale mal fissata.
64. Spirale che tocca la ruota centro.
65. Spirale spinata troppo libera.
66. Ranella di compensazione sul bilanciere troppo larga o fuori posizione, che tocca il ponte dell’àncora.
67. Spine o chiave della racchetta troppo lunghe, che toccano il bilanciere.
68. Bilanciere che tocca il ponte dell’àncora o le viti del ponte.
69. Perni dell’asse del bilanciere troppo corti.
70. Bottone del disco troppo corto.
71. Eccessivo giuoco del disco.
72. Spinette di limitazione mai fissate.
73. Bottone del disco rotto o mancante.
74. Racchetta con la punta troppo sporgente, che può toccare la ruota centro.
75. Mancanza di caduta interna ed esterna dei denti della ruota di scappamento.
76. I denti (o un dente) della ruota di scappamento toccano il corpo dell’àncora.
77. Bottone del disco che lega nell’entrata della forcella.

--Olio e lubrificazione--

78. Presenza di olio ispessito.
79. Dimenticanza di lubrificazione in qualche parte.
80. Evaporazione dell’olio in qualche parte, ciò che provoca bloccaggio o surriscaldamento; i perni della
ruota centro sono i più soggetti a questo inconveniente.
81. Eccesso di lubrificazione in generale; questo non produce un arresto immediato, ma, siccome l’olio si
altera, si può produrre l’arresto, specialmente per adesione, nella ruota minuti.

--Cassa e montaggio generale--

82. Cassa che tocca il ponte del bilanciere e frena il bilanciere.
83. Fondo della cassa o cuvetta che preme sul perno della ruota centro o su altri organi vitali.
84. Viti di fissaggio alla cassa svitate e cadute nel movimento, oppure teste di viti rotte che cadono nel
movimento.
85. Montaggio mal fatto della cassa che forza sul movimento.
86. Spessore della cassa troppo sottile che dà insufficiente protezione.
87. Vetro infrangibile che preme sulle lancette quando l’orologio è in marcia.
88. Rappezzature dovute a precedenti riparazioni.
89. Magnetizzazione dell’orologio.
90. Rottura di un dente del rocchetto del bariletto o degli organi di carica che non permettono di caricare
l’orologio.
91. Tubetto per la messa all’ora difettoso; il difetto si riscontra durante la messa all’ora.
92. Bottone di carica mal fissato, che non permette di caricare.
93. Lancette troppo libere che non vengono trascinate e che dànno l’impressione che l’orologio sia fermo.

_________________
Immagine Immagine
La più alta forma di coraggio è il coraggio di creare..


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Attila34, keystone e 122 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: