Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
 

grazie Sergio, ottima idea
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 2:35 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: lunedì 21 maggio 2007, 13:53
Messaggi: 593
Località: Milano
Buona sera a tutti, in effetti la saldatrice per i piedi dei quadranti l'avevo provata in Seiko ed alla Citizen, era un desiderio che avrei voluto soddisfare.
Caspita ma 499 euri sono sempre una bella cifra, poi cosa ti leggo? il post di orantiqua, ed allora durante le vacanze di Natale ci ho provato, esteticamente fa un po' pena però i piedi li salda!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
L'ho realizzata utilizzando un saldatore a pistola (di quelli rapidi) dal costo irrisorio.
Se volete prenderlo come spunto e magari miglioralo.
grazie per l'attenzione
mew55

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 20:17 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 20281
Località: Torino
Complimentoni MEW55 ottima realizzazione!! Ho messo quì l'argomento in quanto credo che potrà essere utile a tutti. Proprio Bravo!!
Ringrazio Orantiqua per le dritte che ha fornito!!

:up:

_________________
Immagine
Vale di più una cosa fatta che cento da fare..


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 20:37 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 29 giugno 2006, 0:54
Messaggi: 26972
Provincia: Piemonte (VC)
molto interessante. bravissimo!

_________________
Perché per poter fare, bisogna prima voler (voler fare) imparare (saper fare) a fare (poter fare).
Salire la scala del sapere, corrisponde a scendere nelle proprie ignoranze.


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 22:12 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 gennaio 2008, 1:42
Messaggi: 2790
Località: Roma
Ma il quadrante non si surriscalda?
Per quali tipi di quadranti è adatto?

Mi sono perso la discussione di Sergio Orantiqua. Quale è il link?

Grazie


Top
 Profilo  
 

certo che scalda!
MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 23:31 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: lunedì 21 maggio 2007, 13:53
Messaggi: 593
Località: Milano
Ciao, certo che scalda, però poichè il tempo necessario alla fusione di una piccolissima parte di stagno ( ovviamente dopo aver prreparato a dovere la base dove alloggia il piede in rame, sul quadrante) è molto poco, non ho verificato bruciature sulla parte stampata.
Bruciature che possono essere riscontrate anche utilizzando una macchina professionale (esperienza mia e certa) quando non si esegue un lavoro accurato (ma a volte è sfortuna?).
Per ora ho fatto esperienze su miei quadranti di recupero, senza accidenti. Non ho ancora provato su quadranti in smalto, ma in questi casi il rischio dovrebbe essere ancora minore (si saldano con la lampada a spirito ed il "soffietto").
Sicuramente se fossi ancora in "attività" e dovessi ricevere un orologio in riparazione avviserei il cliente dei richi, del resto però, anche portandolo dal quadrantista, il risultato, per via di quello che ho citato prima, presenta dei rischi.
Comunque, la costruzione non è difficile, prova, provate, la discussione è stata postata appositamente.
Se posso permettermi di citare un detto popolare: " chi non risica non rosica".
Il mestiere dell'orologiaio, come molti altri è fatto si di conoscenza acquisita da argomenti teorici, da insegnamenti di maestri orologiai, però poi bisogna spendersi ed impegnarsi, spremere le meningi e trovare la "giusta soluzione", consci che probabilmente dopo aver risolto un problema seguendo la tua logica, ti arriva la dritta o l'idea più giusta.
Una volta (ne ho parlato con orantiqua "il grande Sergio" che tenero non è) avevo un 2030 i cui invertitori erano quasi a posto, l'unico problema era il gioco radiale del perno nella sede della ruota (quella rossa per intenderci) avrei potuto cambiarli,però ho avvisato il cliente e ci ho piazzato due pietre, l'orologio caricava benissimo, ed il gioco radiale non c'era più. Forse i puristi grideranno allo scandalo, ma la soluzione e, soprattutto il lavoro era stato fatto a regola d'arte, utilizzando gli strumenti giusti e, esteticamente niente male.
Ho scritto questo romanzo, non per "saccenza" ma perchè desidero trasmettere la mia esperienza. Da ragazzo di laboratorio, in Bulova, chiesi ad un simpatico ed esperto orologiaio, L.....o come faccio ad imparare a raddrizzare le spirali? Lui rispose in buon dialetto meneghino: te la sbasset due le alta, te la alset due le bassa, te la drisset due le storta.
Io mi sono ingeniato, accetto tutte le critiche, i dubbi, forse anche i sorrisetti, però, io i piedi del mio quadrante ME LI SONO SALDATI!!!
ciao mew :grin:

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: domenica 18 gennaio 2009, 23:42 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: mercoledì 26 dicembre 2007, 15:44
Messaggi: 453
Località: BIELLA
BRAVO !! proprio una bella pensata,sicuramente non ha niente da invidiare a quelli che costano un sacco


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 0:36 
Non connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 8 gennaio 2008, 1:42
Messaggi: 2790
Località: Roma
Scusate, non ho mai visto da vicino la macchina professionale, ma dai vs. commenti mi pare di capire che funzioni sullo stesso principio di quella realizzata da mew.

Allora mi sorge un dubbio:
che differenza c'è ad usare questa macchina piuttosto che usare un saldatore da elettronica saldando il piedino come si salda un componente su un circuito stampato? Perchè serve una macchina?

Io pensavo servisse per non surriscaldare il quadrante, ma se il quadrante si riscalda comunque e c'è comunque il rischio di danni, perchè usare una macchina?


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 1:05 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 24 aprile 2008, 9:42
Messaggi: 2962
Località: Prov di TO
Standing ovation per MEW!!!!

_________________
http://www.facebook.com/pages/Riparazio ... 3967310670
le mie foto:
http://picasaweb.google.it/diego.gorni
Qui autem invenit illuminvenit thesaurum.
Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 7:42 
Non connesso
Utente che ha Richiesto la propria Cancellazione dal Forum
Utente che ha Richiesto la propria Cancellazione dal Forum
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 ottobre 2008, 10:22
Messaggi: 4127
Località: Ichnussa
Quoto Massimo, il principio per saldare i piedini dovrebbe essere quello della puntatrice, un colpo secco e via, che se ben dosato non crea problemi al quadrante.
Non per rompere le uova nel paniere e per nulla togliere alla realizzazione di mew, ma solo per capire...
Come dice Massimo, se in effetti altro non è che un saldatore a stagno, perchè costruire tutto l'ambaradan quando con un saldatore a pistola, con la giusta punta, si può fare lo stesso, sebbene non mi azzarderei più di tanto a scaldare un quadrante in metallo...
Mi è capitato di saldare i supporti per il quadrante e dove ho potuto ho prima saldato su dischetti di metallo e poi li ho attaccati al quadrante, lavoro non finissimo ma preferivo non rischiare il quadrante ed il risultato è stato perfetto.
A voi, giusto per capire...

_________________
Dai un’occhiata alla sezione OROLOGI RUSSI!
_________________

Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 10:21 
Non connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 12:21
Messaggi: 1129
Località: piacenza
complimenti per la realizzazione.
io ho provato a saldare i piedini su un quadrante rivestito con ceramica (il rivestimento era su fronte e retro)
siccome dovevano essere saldati in posizione diversa dagli orginali in quanto andava su un altro orologio ho scoperto il rame della base col dremel e ho saldato con saldatore normale a stagno.
ho stagnato la base e il piedino per fare si che in fase di saldatura non ci fosse da fare scaldare troppo la base.
è ovvio che comunque la base si scalda quel tanto da fare attaccare lo stagno (con l'uso della pasta per saldatura).
ma l'oprazione dura qualche secondo per cui sul fronte non si sono viste tracce.
sui quadranti non in ceramica ma stampati non so cosa succede.

_________________
Immagine
GLI OROLOGI SUI QUALI METTO LE MANI SONO DI MIA PROPRIETA' QUINDI ANCHE GLI EVENTUALI DANNI SONO DI MIA PROPRIETA!

NON MI AVRETE COME VOLETE !!!!!


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 15:18 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 20281
Località: Torino
Anche io essendo molto pratico di saldatura a stagno ed utilizzando centraline elettroniche regolabili di qualità non ho riscontrato problemi nel saldare i pidini nei quadranti in ceramica, mentre non ho provato su quelli metallici, credo che eseguendo celermente e su un appoggio metallico tipo piastra di ferro non ci divrebbero essere problemi, nulla toglie che l'apparato fatto da mew55 sia più sicuro per chi non maneggia bene il saldatore.
Ciaoo Fabry

_________________
Immagine
Vale di più una cosa fatta che cento da fare..


Top
 Profilo  
 

in effetti manca la terza mano
MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 15:44 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: lunedì 21 maggio 2007, 13:53
Messaggi: 593
Località: Milano
Buon giorno a tutti, quando si salda un piede del quadrante è importante che lo stesso venga riposizionato nel medesimo punto esatto in cui originariamente era, diversamente anche un o qualche centesimo di scostamento fa si che poi il quadrante non sia più centrato rispetto ai riferimenti canonici.
nella foto che allego evidenzio che: la punta saldante è regolabile in altezza, radialità e pressione, la punta è in rame ed è piatta, anche se sto pensando di ricavare sul piano un piccolo invaso per tenere meglio in sede il piede (sempre di rame) da saldare. Il quadrante è solidale con l'altro contatto tramite un todino di ottone filettato (sempre regolabile in altezza) e serrato tramite un dado filettato.
Dopo avere pulito e messo a nudo la parte del quadrante dove deve essere saldato il piede ed aver ricavato la sede (un piccolo invaso) del piede, si appoggia la punta saldante sul piede, che, viene tenuto premuto e in verticale sul quadrante. Si appoggiano tutto intorno al piede alcune briciole di stagno (qui mi serve l'aiuto di oldtime per individuare la qualità migliore dello stagno da saldatura) e si preme il contatto (interrutore).
Nella mia costruzione, occorrono circa 7/10 secondi, prima che lo stagno si fonda. Si rilascia l'interrutore e pochi secodi dopo il piede è dritto e fermo come un fuso.
Quello che si potrebbe aggiungere è una terza mano per tenere il piede.
Immagine
ciao mew

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: lunedì 19 gennaio 2009, 17:03 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 11 dicembre 2007, 9:46
Messaggi: 779
Località: giaveno (torino)
domanda collaterale, ma spero pertinente:
che stagno usate? quello classico da elettronica? penso che i fili da 0,5 per montaggi smd possa esser comodo.
oppure leghe bassofondenti come quelle usate da chi fa modelli ferroviari in ottone fotoinciso? so che per questo campo esiste una lega di stagno-bismuto che fonde sui 160 gradi... :o

_________________
Sergentmagiù, ghe rivarem a baita?


Top
 Profilo  
 

MessaggioInviato: domenica 8 febbraio 2009, 21:53 
Non connesso
Orologiai Professionisti
Orologiai Professionisti

Iscritto il: martedì 13 novembre 2007, 17:54
Messaggi: 335
Località: San Francisco
Provincia: Us
nella saldatura dei piedini dei quadranti se presti un po' d'attenzione non hai probblemi.

I quadranti con fondo bianco opaco a "grana grossa" per via del tipo di vernice (credo) si "bruciano" facilmente.

domani se riesco faccio una foto della macchina per saldare e di un quadrante "bruciato"

ps la macchina per saldare il quadrante tiene fisso il nuovo piedino e blocca il quadrante lasciando massima libertà di muovere la punta saldante


Top
 Profilo  
 

Re: in effetti manca la terza mano
MessaggioInviato: martedì 10 febbraio 2009, 0:50 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente

Iscritto il: martedì 8 maggio 2007, 9:45
Messaggi: 972
Località: agrigento
mew55 ha scritto:
Buon giorno a tutti, quando si salda un piede del quadrante è importante che lo stesso venga riposizionato nel medesimo punto esatto in cui originariamente era, diversamente anche un o qualche centesimo di scostamento fa si che poi il quadrante non sia più centrato rispetto ai riferimenti canonici.
nella foto che allego evidenzio che: la punta saldante è regolabile in altezza, radialità e pressione, la punta è in rame ed è piatta, anche se sto pensando di ricavare sul piano un piccolo invaso per tenere meglio in sede il piede (sempre di rame) da saldare. Il quadrante è solidale con l'altro contatto tramite un todino di ottone filettato (sempre regolabile in altezza) e serrato tramite un dado filettato.
Dopo avere pulito e messo a nudo la parte del quadrante dove deve essere saldato il piede ed aver ricavato la sede (un piccolo invaso) del piede, si appoggia la punta saldante sul piede, che, viene tenuto premuto e in verticale sul quadrante. Si appoggiano tutto intorno al piede alcune briciole di stagno (qui mi serve l'aiuto di oldtime per individuare la qualità migliore dello stagno da saldatura) e si preme il contatto (interrutore).
Nella mia costruzione, occorrono circa 7/10 secondi, prima che lo stagno si fonda. Si rilascia l'interrutore e pochi secodi dopo il piede è dritto e fermo come un fuso.
Quello che si potrebbe aggiungere è una terza mano per tenere il piede.
Immagine
ciao mew


PERO' Sergio(il volpone) usa un carboncino per saldare,un motivo ci sara'
i saldatori a stagno non vanno bene il principio e' un altro, quella per
quadranti e' una saldatrice ad arco(arco voltaico). Sergio ci dara' spiegazioni . p.s. il saldatore istantaneo va' bene (perche' ad arco)ma ci vole il carboncino

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

   Argomenti Simili   Autore   Risposte   Visite    Ultimo messaggio 
Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Allegato(i) Saldatrice piedini quadranti

in Macchine Utensili & Attrezzature per Orologeria

dario87

7

1300

mercoledì 2 novembre 2016, 18:40

Calico Vedi ultimo messaggio

Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Ristampa quadranti - quadranti stampati

[ Vai alla pagina: 1, 2 ]

in Orologi da polso

ale1981

28

5831

mercoledì 27 marzo 2013, 10:35

Orologiaioriparatore Vedi ultimo messaggio

Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Saldatrice

[ Vai alla pagina: 1, 2 ]

in Oreficeria e Trattamenti & Finiture

Oldtime

28

3257

lunedì 29 ottobre 2007, 13:06

Mika Vedi ultimo messaggio

Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Saldatrice Laser

in Oreficeria e Trattamenti & Finiture

m881

11

5469

mercoledì 4 gennaio 2012, 23:11

Valex16 Vedi ultimo messaggio

Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Saldatrice ossidrica

[ Vai alla pagina: 1, 2 ]

in Oreficeria e Trattamenti & Finiture

Spep

15

4227

venerdì 13 novembre 2009, 14:32

batstar Vedi ultimo messaggio

Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. manutenzione saldatrice

in Oreficeria e Trattamenti & Finiture

Monica

5

3361

sabato 5 novembre 2016, 4:00

fenix Vedi ultimo messaggio


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: scogia e 30 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: