Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
 

Un Vero Falso
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 20 agosto 2015, 21:55 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 21 agosto 2006, 10:53
Messaggi: 3190
Località: Empoli (Fi)
Provincia: Empoli
Ci sono vari tipi di falsi, quelli dozzinali che riconoscono quasi tutti, fatti con materiali scadenti e con colorazioni di quadranti e forme improbabili, venduti per pochi €uro sulle spiagge o fuori dai centri commerciali.
Poi ci sono i falsi fatti discretamente, copie molto simili agli originali con colori e forme che riescono ad ingannare ad una prima occhiata superficiale anche alcuni professionisti, ma anche questi sono falsi riconoscibili ad un esame appena un po' più attento. Venduti prevalentemente tramite il web e da qualche negoziante del settore sperando in un guadagno in più, senza tener conto del rischi per la propria attività.
Infine ci sono i falsi fatti per ingannare il collezionista.
Quest'ultimo tipo, è quello che andremo ad esaminare, un “collezionista” mi ha chiesto di controllare il seguente orologio .
Questo tipo di orologi viene chiamato anche comunemente “frankenstein” perchè assemblati con pezzi originali di vari orologi, ma il risultato non è l'orologio che sembra.
Quello preso in esame è un ambitissimo rolex 1655 affettuosamente chiamato “freccione”
Già da un primo esame le lancette ed il quadrante stonano con l'età dell'orologio, ok potrebbero essere state sostituite con fornitura nuova di marca.
Purtroppo non è così anche se il quadrante è fatto bene le lancette meno, una volta tolto di cassa si vede che non sono originali.
Già all'apertura della cassa che sembra essere originale, ma potrebbe anche essere di un GMT e riscritti i numeri seriali.
Si nota la prima cosa che fa subito pensare al peggio, movimento 1560 mentre questa referenza aveva un meccanismo 1575 come verificabile dal R20, improbabile la sostituzione del ponte dell'automatico su un orologio del genere.
Comunque andiamo avanti e verifichiamo il quadrante, fatto molto bene belle scritte e bel fondo, girandolo, c'è pure il timbro del costruttore......
E qui casca l'asino......se non lo sai ci caschi con tutti i piedi.
La stella (a 5 punte) fra il primo numero e la seconda serie di numeri, deve essere con la punta rivolta verso il basso e non verso l'alto come in questo caso.
In primo piano il seriale fotografato da me, più in alto una foto presa dalla rete.
Non importa andare avanti, l'orologio non è quello che voleva il collezionista.


Allegati:
115.JPG
115.JPG [ 170.52 KiB | Osservato 2500 volte ]
Commento file: il calibro non è quello giusto per questo orologio.
119.JPG
119.JPG [ 145.02 KiB | Osservato 2500 volte ]
Commento file: le scitte senza il vetro
121.JPG
121.JPG [ 190.73 KiB | Osservato 2500 volte ]
Commento file: In primo piano il seriale fotografato da me, più in alto una foto presa dalla rete
125.JPG
125.JPG [ 160.36 KiB | Osservato 2500 volte ]

_________________
Sii realista, tenta l'impossibile
Il nostro peggior nemico è l'ignoranza

Immagine
Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: giovedì 20 agosto 2015, 23:26 
Non connesso
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 marzo 2015, 1:45
Messaggi: 12604
Provincia: Pisa (provincia)
Si riesce a capire "la mano" del contraffattore? Cioè è lo stesso che ha inondato il mercato di falsi d'autore o si tratta di un episodio isolato?

_________________
L'inferno è l'altro (J.P. Sartre)


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: martedì 25 agosto 2015, 9:56 
Non connesso
Curatore Orologi Elettromeccanici
Curatore Orologi Elettromeccanici
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 2 maggio 2013, 8:38
Messaggi: 6855
Località: Capiago Intimiano
Provincia: COMO
cavolo è stato assemblato proprio bene e da un inesperto come me ............................

_________________
il pane duro .....non è duro .é non avere il pane che è dura. Giuseppe


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: mercoledì 2 settembre 2015, 23:46 
Non connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 22 gennaio 2015, 14:36
Messaggi: 5100
Provincia: Milano
Normalmente essendo un collezionista di coroncine ho l'olfatto allenato per i fake...troppe volte han tentato di fare i furbi...soprattutto con gli assemblati. Bravo Andrea! Bel post! Finalmente un post descrittivo!!!

_________________
Vorrei che fosse oggi..in un attimo già domani..per iniziare per stravolgere tutti i miei piani...


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: mercoledì 2 settembre 2015, 23:58 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 21 agosto 2006, 10:53
Messaggi: 3190
Località: Empoli (Fi)
Provincia: Empoli
Calico ha scritto:
Si riesce a capire "la mano" del contraffattore? Cioè è lo stesso che ha inondato il mercato di falsi d'autore o si tratta di un episodio isolato?


Non ho idea di chi faccia questi falsi, sicuramente c'è qualche compiacente che si presta a modificare questi calibri ed a montare questi quadranti, che per sminuirli quando li vedi in vendita li chiamano "Aftermark". :-?

AsiaAzzurra ha scritto:
Normalmente essendo un collezionista di coroncine ho l'olfatto allenato per i fake...troppe volte han tentato di fare i furbi...soprattutto con gli assemblati. Bravo Andrea! Bel post! Finalmente un post descrittivo!!!


Comunque, con questi post si rischia di far perfezionare ancora di più i falsari. :stumm: ....
ma noi teniamo gli occhi alla lente ben aperti. :eek:

_________________
Sii realista, tenta l'impossibile
Il nostro peggior nemico è l'ignoranza

Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: giovedì 9 novembre 2017, 23:53 
Non connesso
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 marzo 2015, 1:45
Messaggi: 12604
Provincia: Pisa (provincia)
Poiché non ho potuto fare foto, mi riaggancio a questo. Viene una cliente-amica con un orologio R della sua amica carissima che lo ha rotto ma non vuole dirlo al marito perché ha paura della sua reazione! Mandarlo alla casa non se ne parla, perché sono sulle spese però vorrebbe da me un preventivo. Poiché questi non li conosco, decido di aprirlo assieme a lei, mentre lei guarda la vetrina: così se ci sono problemi non possono dire che sono stato io modificandolo mentre l'ho tenuto in negozio (non mi fido di chi non conosco, perché quando l'ho fatto l'ho pagata cara!). Il quadrante è identico a quello del primo post del topic, ma quando lo apro: SORPRESA! Il movimento è un falso spudorato, con vitone che regge l'automatico tipo Miyota, solo anodizzato al blu: si era svitato ed era finito sotto al bilanciere.
Sulla platina nessuna indicazione poiché è un evidente falso orientale, ma con i ruotini degli invertitori ossidati rosso e blu. Il bilanciere è un bilanciere da donna tipo Citizen, con ponte con attacco del pitone mobile, spirale piccolina normale e registro di racchetta anch'esso normale, ovviamente senza le viti interne di regolaggio e stabilizzazione. Ma la cassa in acciaio e il cinturino bicolore bello pesante, anche se da sotto si vede benissimo che le maglie oro non hanno il riporto a spessore, ma è solo una buona laminatura. In ogni caso nessuna scritta oro di seriale sulle platine né sotto al bilanmciere: niente di niente! Quindi ho fatto più che bene a ripristinargli la maledetta vite e farmi pagare una sciocchezza, giusto per il disturbo, ma con la raccomandazione di dire all'amica la verità! La gentile signora e il sottoscritto siamo così rimasti molto sollevati di aver risolto la cosa immediatamente, senza pause di consegna che avrebbero lasciato lo spazio di fastidiosissimi dubbi :grin:
Grazie al forum che in questi molti anni, anche di sola lettura, mi ha fatto acquisire esperienza e sicurezza in queste piccole cose.

_________________
L'inferno è l'altro (J.P. Sartre)


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2017, 3:19 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 21 settembre 2011, 23:13
Messaggi: 11053
Località: Lugo di Ravenna
Provincia: RA
Ottimo post che sottolinea la preparazione impeccabile del nostro Andrea.

_________________
Paolo Antolini
L'orologiaio deve rendersi degno della stima del pubblico che non può vedere ma deve credere nel suo lavoro

Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2017, 14:53 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 giugno 2006, 22:58
Messaggi: 20377
Località: Torino
Calico ha scritto:
Poiché non ho potuto fare foto, mi riaggancio a questo. Viene una cliente-amica con un orologio R della sua amica carissima che lo ha rotto ma non vuole dirlo al marito perché ha paura della sua reazione! Mandarlo alla casa non se ne parla, perché sono sulle spese però vorrebbe da me un preventivo. Poiché questi non li conosco, decido di aprirlo assieme a lei, mentre lei guarda la vetrina: così se ci sono problemi non possono dire che sono stato io modificandolo mentre l'ho tenuto in negozio (non mi fido di chi non conosco, perché quando l'ho fatto l'ho pagata cara!). Il quadrante è identico a quello del primo post del topic, ma quando lo apro: SORPRESA! Il movimento è un falso spudorato, con vitone che regge l'automatico tipo Miyota, solo anodizzato al blu: si era svitato ed era finito sotto al bilanciere.
Sulla platina nessuna indicazione poiché è un evidente falso orientale, ma con i ruotini degli invertitori ossidati rosso e blu. Il bilanciere è un bilanciere da donna tipo Citizen, con ponte con attacco del pitone mobile, spirale piccolina normale e registro di racchetta anch'esso normale, ovviamente senza le viti interne di regolaggio e stabilizzazione. Ma la cassa in acciaio e il cinturino bicolore bello pesante, anche se da sotto si vede benissimo che le maglie oro non hanno il riporto a spessore, ma è solo una buona laminatura. In ogni caso nessuna scritta oro di seriale sulle platine né sotto al bilanmciere: niente di niente! Quindi ho fatto più che bene a ripristinargli la maledetta vite e farmi pagare una sciocchezza, giusto per il disturbo, ma con la raccomandazione di dire all'amica la verità! La gentile signora e il sottoscritto siamo così rimasti molto sollevati di aver risolto la cosa immediatamente, senza pause di consegna che avrebbero lasciato lo spazio di fastidiosissimi dubbi :grin:
Grazie al forum che in questi molti anni, anche di sola lettura, mi ha fatto acquisire esperienza e sicurezza in queste piccole cose.


Sarei curioso di sapere come mai l'hai pagata cara una volta.. in modo da non farmi/farci gabbare con qualche sporco trucco... :shock:
Da non sottovalutare chi ti affida per dargli un "occhiata" al suo orologio, che una volta restituito, dopo 2-3 anni te lo richiedono... ::boccaap ::boccaap :-P :-P
Di solito mi faccio gabbare poco e una volta gabbato difficilmente ci ricasco, cmq questa tiritera mi è capitata 4 volte, di cui 2 dalla stessa persona, la quale aveva venduto l'orologio in questione e fortunatamente io ricordavo a chi lo avesse venduto, infatti gli ho fatto telefonare dall'acquirente, a quel punto ha ricordato e fatto una non bella figura di M. tengo a precisare che la persona non era in malafede, purtroppo me per me non se lo ricodava più.
Considerando che guardo pochissimissimi orologi di amici, parenti, forumisti o altro, ho avuto una media di richieste altissime ben 4 su forse 20-30 orologi riparati in anni di altri.
A fronte di quanto accaduto, faccio la foto della consegna con l'orologio nella sua mano, gli faccio il foglio della ricevuta e della riconsegna. Qualcuno c'è rimasto male perchè siamo amici, ma ormai come gli ho detto non mi fido più nemmeno di mia sorella, perchè la memoria di alcune persone fa brutti scherzi, come potrebbe farmela anche a me, cosi ci cauteliamo entrambi.
Dimenticavo, uno dei 4 mi ha richiesto il suo l'orologio indietro e a fronte di foto e ricevuta con data firmata, è andato via mortificato.. meno male che lo avevo fatto, anche se inizialmente l'aveva presa a ridere vedendo che lo immortalavo con l'orologio in mano e scritta in sovraimpressione sulla foto, con scritto RITIRATO IN DATA... ehehe :eek: :eek:
Per questi motivi, cerco di evitare di guardare orologi di altri.
Ciaoooo

_________________
Immagine
Vale di più una cosa fatta che cento da fare..


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2017, 16:41 
Non connesso
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Curatore Sezione Ebay - Elettronica - PDF
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 marzo 2015, 1:45
Messaggi: 12604
Provincia: Pisa (provincia)
Casi simili. Un paio li ho raccontati nel topic clientexxxxxx e poi ci sono i furbetti. Uno venne a ritirare un orologino in oro di una vicina di casa e io gli chiesi due volte se era sicuro! Allora mi feci lasciare il nome e lo annotai nell'agenda con ora, data e prezzo sullo scontrino. L'anno dopo è tornata la signora a recriminare e io, gli ho descritto il vicino: "Anziano, segaligno, capelli lisci aderenti alla testa e occhio guercio!" Lei lo ha riconosciuto, si è ricordata di avergli chiesto il favore ma che lui non le aveva portato l'orologio! Non ho più saputo nulla. Noi per abitudine non rilasciamo ricevute e chi non si fida si ciuccia il calzino. Nei primi anni '60 a Cecina, dove mio padre lavorava per suo fratello e altri tre negozi, capitava che il cliente volesse l'oggetto anche avendo smarito la ricevuta, poiché già allora la legge gli concedeva di poterlo fare; poi l'anziano moriva e i pafrenti, rastrellando la casa per l'eredità, ritrovavano le ricevute; poi andavano alla carica del negozio e, in un paio di casi, il Pretore aveva concesso loro di esigere dal negoziante una sorta di risarcimento del danno per l'oggetto, sia per valore venale che per danni morali!!! Pertanto né do le ricevute, né timbro le bustine di riparazione, poiché a Rosignano Solvay negli anni '80, qualcuno, falsificandole, aveva simulato delle false ricevute. STOP :D

_________________
L'inferno è l'altro (J.P. Sartre)


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: domenica 12 novembre 2017, 22:15 
Non connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 2 gennaio 2017, 17:41
Messaggi: 672
Località: Bressanone
Provincia: Bolzano
Grazie per il post molto interessante. Vorrei fare una domanda. Le sfere sono sicuramente nuove e questo può dare nell'occhio. Ma tu hai detto che non sono di fornitura originali. Da cosa si vede? Forma, dimensioni, materiali?

_________________
Mauro


Mi piace pensare che il mondo sia un unico grande meccanismo. Sai, le macchine non hanno pezzi in più. Hanno esattamente il numero e il tipo di pezzi che servono. Così io penso che se il mondo è una grande macchina, io devo essere qui per qualche motivo, ed anche tu!


Top
 Profilo  
 

Re: Un Vero Falso
MessaggioInviato: martedì 14 novembre 2017, 22:41 
Non connesso
Orologiaio Indipendente
Orologiaio Indipendente
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 21 agosto 2006, 10:53
Messaggi: 3190
Località: Empoli (Fi)
Provincia: Empoli
artax69 ha scritto:
Grazie per il post molto interessante. Vorrei fare una domanda. Le sfere sono sicuramente nuove e questo può dare nell'occhio. Ma tu hai detto che non sono di fornitura originali. Da cosa si vede? Forma, dimensioni, materiali?


Ormai di fornitura originale di questo modello non se ne trova più.
Comunque quando si guardano con la lente ci se ne accorge che non sono originali.
Come sono rifinite,sopra e sotto la verniciatura ecc.

_________________
Sii realista, tenta l'impossibile
Il nostro peggior nemico è l'ignoranza

Immagine


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron