Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
 

21 dei migliori orologi militari e le loro storie
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 2 novembre 2019, 19:37 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 16:25
Messaggi: 916
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Ahh, il mondo rarefatto di orologi militari. Spesso sviluppati sotto contratto direttamente dalle forze armate di un paese, questi orologi sono stati progettati per il cronometraggio in condizioni fisiche particolarmente avverse e spesso incorporano caratteristiche speciali che, nel tempo, hanno trovato la loro strada negli orologi destinati al mercato civile. (Diciamo che " sono stati progettati" perché oggi le specifiche e i contratti governativi per gli orologi sono meno comuni, e anche un operatore speciale ha molte più probabilità di indossare un G-Shock standardizzato rispetto a un Rolex Submariner dalle specifiche tecniche ).
Gli orologi militari sono una fonte apparentemente infinita di fascino per i collezionisti di orologi civili, e per una buona ragione: si tratta di orologi progettati e costruiti appositamente per adornare i polsi di fanti e donne, subacquei, personale addetto allo smaltimento di ordigni esplosivi, operatori speciali e altre persone che mettono regolarmente a rischio la propria vita in combattimento. Ci sono pochissimi elementi di design estranei a un orologio da polso militare: ciò che è presente è solo ciò che è assolutamente necessario per svolgere il lavoro, e c'è un tipo speciale di bellezza in questo tipo di prodotto.
Quali sono le qualità necessarie che rendono un orologio da polso militare pronto per la missione? Non esiste necessariamente un elenco codificato di attributi, ma i seguenti tratti costituiscono un buon punto di partenza:
Tenacità: le custodie devono essere lavorate con un materiale altamente resistente agli urti, alla corrosione e alle condizioni ambientali avverse. Prima dell'uso comune dell'acciaio inossidabile (o durante la carenza in tempo di guerra), venivano utilizzati metalli base nichelati o persino argento sterling, mentre oggi la plastica è sempre più comune oltre all'acciaio.
Luminosità: senza una sorta di composto luminoso sul quadrante (o una retroilluminazione), sarebbe praticamente impossibile leggere l'ora in condizioni di scarsa illuminazione, quindi un orologio militare deve avere un qualche tipo di sistema per l'illuminazione. (È interessante notare che questo è uno dei motivi per cui un orologio indossato nell'esercito deve essere spesso coperto, per impedire al nemico di avvistare un quadrante luminoso da lontano.)
Affidabilità: un orologio militare, sia esso caratterizzato da un movimento meccanico o al quarzo, deve essere sempre affidabile. I movimenti devono essere in grado di funzionare a freddo, caldo e ad alta quota e, se alimentati a batteria, devono essere dotati di batterie estremamente resistenti ed efficienti.
Facilità di manutenzione: dovrebbe essere relativamente semplice per un orologiaio riparare un orologio militare e cambiare o aggiornare le parti se necessario. Le parti possono (e fare) rompersi durante l'uso in condizioni avverse e, se un orologio presenta, per esempio, un movimento su cui è difficile lavorare, ciò impedirà all'orologio di essere rapidamente rimesso in rotazione.
Facilità d'uso: l'orologio dovrebbe essere facile da leggere e utilizzare e privo di ingombri ed elementi estranei che ne impediscono la funzionalità. Un quadrante disordinato, ad esempio, rende il tempo difficile da leggere, e una speciale ghiera per immersione che non gira facilmente può rendere quasi impossibile l'uso subacqueo.
Gli orologi
Quello che segue è una selezione di alcuni degli orologi militari più famosi al mondo e una breve storia e spiegazione di ciascuno. L'elenco non è assolutamente definitivo, ma abbiamo cercato di includere esempi dal maggior numero possibile di militari e paesi diversi. Per fortuna, ci sono molte informazioni là fuori sulla maggior parte di questi, quindi se ti senti incline a esplorare più a fondo, ci sono molte opportunità per farlo.
Orologio da trincea della prima guerra mondiale: Sebbene un numero molto limitato di orologi da polso dedicati sia stato rilasciato alla marina tedesca alla fine del 19 ° secolo, non è stato fino alla prima guerra mondiale che l'orologio da polso da uomo ha visto un ampio uso. Gli orologi da tasca erano necessari per coordinare le cariche e calcolare il fuoco di artiglieria, ma dovevano essere riposti quando era necessario l'uso di entrambe le mani. Alla fine, i soldati iniziarono a saldare i capicorda ai loro orologi da tasca e ad inserirli con cinturini in pelle, e presto le aziende di orologi e gioielli lo presero. Quando i soldati tornarono a casa dalla Grande Guerra con i loro "orologi da trincea", la moda prese piede e alla fine divenne di moda per gli uomini indossare orologi da polso, che in precedenza erano ritenuti distintamente femminili.
Weems Second-Setting Watch: Originariamente progettato dal tenente comandante americano Philip Van Horn Weems, l'orologio Second-Setting era un'invenzione brevettata di Weems per l'uso nella navigazione celeste. Al fine di sincronizzare l'orologio con un segnale emesso via radio che forniva a un pilota un preciso riferimento temporale, Weems ha sviluppato una lunetta mobile controllata tramite una corona secondaria. In questo modo, l'utente potrebbe monitorare il margine di errore tra il cronometraggio dell'orologio e quello del segnale radio, minimizzando così possibili errori di navigazione. Questo concetto è stato successivamente ampliato da Charles Lindberg con il suo orologio Hour Angle.
6B / 159 Navigator Watch: Questi orologi risalgono alla seconda guerra mondiale e furono prodotti da Omega, Longines e JLC per l'uso da parte dei navigatori RAF. Hanno ricevuto la designazione Mk 7A (6B / 159) e seguono una specifica che richiede un orologio con quadrante bianco, numeri arabi neri, secondi centrali, lancette in acciaio blu non luminose e blu e cassa in acciaio cromato o inossidabile. Nonostante abbia assistito all'azione in tempo di guerra e molti esempi che hanno ricevuto quadranti sostitutivi nel corso degli anni, molti di questi orologi esistono ancora sul mercato in discrete condizioni. (Che fossero dotati di movimenti eccellenti, come il venerabile Omega 12.68N a carica manuale, aiuta sicuramente.) Il moderno Longines Heritage Military ricorda il design dell'originale.
A-11 : Prodotto da Elgin, Waltham e Bulova, questo orologio da 30-32 mm è stato realizzato in diverse iterazioni secondo uno standard richiesto dai militari statunitensi (anche se le versioni sono state rilasciate anche ad altre forze alleate con la denominazione "6B"). Un semplice orologio solo tempo con quadrante nero (anche se esistono versioni bianche più rare), numeri e lancette arabi bianchi e graduazioni di 60 minuti, sono stati prodotti così tanti A-11 che l'orologio viene talvolta definito come "l'orologio che ha vinto la guerra. ”
The Dirty Dozen: Questo nome cinematografico descrive un gruppo di orologi di 12 diversi marchi svizzeri prodotti sotto contratto dal MoD britannico e consegnati nel 1945. Sebbene il modello di ogni azienda differisse leggermente, gli orologi presentavano casse da 35-38 mm in acciaio inossidabile o metallo base placcato, quadranti neri con lume di radio, movimenti meccanici regolati in base al cronometro, fondo cassa avvitato (ad eccezione del modello IWC) e marcature militari. In totale, sono stati prodotti circa 150.000 pezzi, quindi è ancora possibile acquistare un orologio Dirty Dozen per qualche migliaio di dollari.
B-Uhrens: Forse il più iconico di tutti i progetti di orologi da pilota, il Beobachtungs-uhren ("watch watch") fu sviluppato alla fine degli anni '30 come strumento per gli equipaggi di bombardieri tedeschi, che si stavano quindi preparando per la guerra. Una specifica è stata presentata dal Luftfahrtministerium (ministero dell'aria) e ha risposto a 5 società (IWC, A. Lange & Söhne, Wempe, Lacher & Company / Durowe (Laco) e Walter Storz (Stowa), che ha prodotto gli orologi con identico Sono stati specificati due tipi, A e B, che avevano una disposizione del quadrante leggermente diversa, ma ciascuno presentava un movimento a carica manuale in una cassa oversize da 55 mm che doveva adattarsi a una giacca da volo (o, presumibilmente, a cui era legato la gamba del pilota o del navigatore per l'uso a mani libere).
Orologio Seikosha "Kamikaze": Seikosha, una filiale della famosa azienda Seiko , originariamente produceva orologi, orologi e altri dispositivi, uno dei quali a volte viene chiamato "orologio Kamikaze". Mentre la divisione Seikosha produceva numerosi orologi negli anni '30 e '40 per l'esercito giapponese, l'orologio "Kamikaze" è noto per essere stato apparentemente rilasciato ai piloti Kamikaze durante i loro ultimi, fatidici voli, il che spiega perché ce ne sono ancora pochi. È difficile confermare se gli orologi siano stati effettivamente utilizzati in questa specifica funzione o meno, ma sono interessanti per le loro custodie sovradimensionate, molto simili a quelli utilizzati dal tedesco B-Uhren nello stesso periodo di tempo.
Blancpain Fifty Fathoms: Progettato da zero nel 1952, il Fifty Fathoms è nato dalla mente dell'agente francese dei servizi segreti, il capitano Bob Maloubier, MBE, che ha lavorato con il direttore delle operazioni speciali durante la seconda guerra mondiale. Incaricato insieme al tenente Claude Riffaud della Marina francese di formulare una nuova unità di immersione segreta, Maloubier ha disegnato il suo orologio da immersione ideale e ha portato il design a diverse compagnie. Blancpain ha morso, e il Fifty Fathoms da allora è diventato uno dei subacquei militari più famosi nel mondo dell'orologeria. L'azienda produce ancora versioni moderne .
Cronografi Monopulsante: I cronografi Monopulsante, che dispongono di un solo pulsante per controllare le funzioni di avvio, arresto e azzeramento, furono prodotti per la prima volta sotto contratto per il MoD britannico a partire dalla fine degli anni '40 o '50 da Lemania, Breitling e Rodania. Questi orologi, che sono stati rilasciati ai piloti della RAF, nonché ai marinai e ai sottomarini della Royal Navy, sono dotati di casse in acciaio inossidabile da 38,5 mm, calibro Lemania da 17 gioielli. 15 movimenti CHT e quadranti in radio. Un altro monopulsante, il Lemania 6BB, presentava una cassa asimmetrica da 40 mm e il movimento Lemania 2220 a carica manuale.
MIL-W-46384 e GG-W-113: Il MIL-W-46374 e il GG-W-113 sono due orologi sviluppati per l'uso (principalmente) da personale militare americano a partire dagli anni '60 e sono diventati famosi come gli orologi spesso rilasciati alle IG durante la guerra del Vietnam. Una miriade di iterazioni di questi modelli sono state create nei decenni successivi al loro debutto, nella misura in cui una semplice lettura su eBay produce orologi con casse in acciaio o plastica, movimenti meccanici a 7 o 17 gioielli e persino varianti al quarzo. Per fortuna, al momento della stesura di questo articolo, a causa della loro relativa abbondanza, è possibile ritirare un MIL-W-46374 o GG-W-113 da aziende come Benrus, Hamilton e Marathon per meno di $ 200.
Omega Seamaster 300: Sebbene sviluppato nel 1957, non fu fino al 1967 che il MoD britannico iniziò a utilizzare il Semaster 300M, che sostituì per un certo periodo il Rolex Submariner come orologio da immersione principale. Con una profondità di 300 metri, alette contorte, un movimento a carica automatica calibro 552, barre a molla fisse e una lunetta con segni di hash per ogni minuto, il 300M è un iconico subacqueo militare alla pari del Milsub. Quando uno con autentici marchi militari viene messo in vendita e è stato utilizzato da un membro dell'elite Special Boat Squadron, l'orologio è quasi garantito che si vende a cifre a 5 zeri. Omega ne fa una versione moderna .
Smiths W10: Sviluppato dal famoso orologiaio britannico Smiths, il W10 è stato costruito dalla fine degli anni '60 ai primi anni '70 ed è unico come orologio militare per essere stato prodotto in Inghilterra, con un movimento interno di fabbricazione inglese, per l'avvio. Il W10 ha un diametro di circa 35 mm e presenta un movimento a carica manuale con parapolvere antimagnetico integrato, quadrante e lancette neri illuminati al trizio, barre a molla fisse e una "freccia larga" prominente, che lo contrassegna come proprietà della Corona. Sono state realizzate versioni sia per l'Esercito che per la Royal Air Force, che sono contrassegnate "6B" sul retro della custodia.
Benrus Tipo I e II: Costruito dall'orologiaio americano Benrus negli anni '70, il Tipo I e II derivava da una specifica che chiedeva un orologio da immersione appositamente progettato per l'esercito americano, resistente all'acqua fino a circa 1.200 piedi. Ne vennero prodotti due tipi: il Tipo I con marcatori luminosi ad ogni ora e il Tipo II, con quadrante 24 ore e indici triangolari luminosi. È interessante notare che è stata prodotta una versione speciale non illuminata del Tipo II per il personale che lavorava in ambienti in cui il trizio usato sull'orologio poteva far scattare strumenti sensibili (pensate: sottomarini nucleari).
Cronografi flyback "Bund": Questi cronografi, prodotti da artisti del calibro di Heuer, Leonidas, Zenith e altri negli anni '60 e '70, erano destinati all'uso da parte dei tedeschi (da qui "bund" per "bundeswehr", l'esercito tedesco) e dei piloti militari italiani. Sebbene numerose iterazioni di questi orologi siano state prodotte da marchi diversi, tutti erano cronografi a doppio registro equipaggiati con movimenti flyback Valjoux e castoni ruotabili. È interessante notare che Sinn era il marchio che aveva un contratto iniziale per la manutenzione di molti di questi orologi, e gli orologi Bund dotati di quadrante con servizio Sinn sostitutivo possono ancora essere trovati fluttuanti nel mercato vintage. Inoltre, i chronos Bund sono stati originariamente dotati dell'iconico cinturino in pelle a 2 pezzi che ora porta il nome "Bund" come nome generico.
Cronografi asimmetrici: Sulla scia dei cronografi monopusher, il MoD britannico utilizzava cronografi a cassa asimmetrica prodotti da quattro società: Hamilton, CWC, Newmark e Precista. Questi sono stati rilasciati alla fine degli anni '70 / primi anni '80 e presentavano cronografi a doppio pulsante basati sul movimento Valjoux 7733, casse in acciaio, quadranti neri in trizio e marcatura militare che indicava a quale servizio erano stati prestati (RN, RAF o Royal Australian Navy).
Eterna Kon-Tiki Super: Sebbene Kon-Tiki Super di Eterna non sia stato progettato secondo una specifica militare, la sua robustezza, il quadrante incredibilmente leggibile e il movimento ultra-robusto Eterna-Matic lo hanno reso il compagno di polso perfetto per gli operatori dell'élite israeliana Shayetet 13, l'unità di guerra speciale navale clandestina dell'IDF. Poiché le versioni civili di questo orologio da 44 mm sono essenzialmente le stesse della versione militare, in realtà è solo il numero di emissione e la lettera ebraica tzadi (per "Tzahal", o IDF) sul retro della cassa che contrassegnano questi orologi come rilasciati ad alcuni dei i migliori operatori speciali al mondo.
Rolex Mil-Sub: Sebbene numerosi sottomarini Rolex (a partire dal primo riferimento secondario nel 1954) siano stati forniti al Ministero della Difesa britannico per i test e il rilascio, è il riferimento civile modificato 5513, il transitorio "doppio riferimento" 5513/5517 e il riferimento militare dedicato 5517 che sono forse collettivamente il modello di orologio militare più conosciuto al mondo. Questi "Milsubs" speciali erano dotati di una "T" cerchiata sul quadrante per indicare la presenza di lume di trizio; cornici per immersione completamente contrassegnate per un tempismo accurato sott'acqua; mani di spada; e barre a molla fisse. Aspettatevi di pagare cifre a sei zeri per un originale (ne sono stati prodotti solo 1.200).
Tudor MN “Snowflake” Sub: A partire dagli anni '50, Tudor iniziò a rifornire molte delle marine del mondo con i suoi orologi subacquei Submariner. Sebbene siano state utilizzate diverse iterazioni del Sub, il più famoso è probabilmente il 7016/0, il cosiddetto sottomarino "Snowflake". È risaputo che la Marine Nationale richiedeva uno speciale design delle lancette che erano più visibili sott'acqua e che le lancette e gli indici richiesti vennero messi in produzione (in seguito passarono alla produzione civile dell'orologio, che vide un secondo debutto di riferimento nel forma del 9401). Quando si trova un sottomarino Snowflake con provenienza militare confermabile, si ottiene un enorme guadagno rispetto alla variante civile.
Marathon Navigator: Secondo Marathon, il suo Navigator è stato sviluppato per la prima volta nel 1986 in risposta a una richiesta della Kelley Air Force Base per un orologio che poteva essere utilizzato da piloti e paracadutisti. Il navigatore è fabbricato secondo le specifiche del governo (la forma generale può essere familiare ai navigatori ADANAC di tipo I e II Benrus e in acciaio) e presenta una cassa in fibra di vetro, movimento al quarzo, tubi di illuminazione al trizio e un cristallo acrilico. Questi orologi sono super leggeri, precisi e resistenti, e sono stati evidentemente utilizzati da personale militare americano e altro per trent'anni. Una versione più recente con vetro zaffiro e corona in acciaio è stata recentemente rilasciata.
G-10 Field Watch: Il G-10 è un orologio da campo prodotto principalmente dalla Cabot Watch Company dal 1980 ai primi anni 2000. Presenta una cassa in acciaio da 36 mm con vano batteria, quadrante nero opaco con lume al trizio, barre a molla fisse da utilizzare con un cinturino NATO e un cristallo acrilico, ed è noto per essere stato prodotto in quantità enormi per il Ministero della Difesa britannico. Si tratta di piccoli orologi puliti e robusti con profili sottili della cassa (esclusi i primi modelli, che sono più spessi e soprannominati "Fatboys"), e possono essere facilmente trovati su eBay per un paio di centinaia di dollari. CWC produce anche una versione moderna .
Marathon TSAR / GSAR: Prodotta in conformità ai requisiti del governo statunitense e canadese e agli standard ISO, la linea di orologi Search and Rescue è stata messa in evidenza sui polsi delle truppe in Afghanistan e Iraq e, soprattutto, sui polsi dei combattenti subacquei: questo è un moderno serio orologio da immersione militare da combattimento se mai ce n'è stato uno. Disponibile sia in quarzo sia in varianti automatiche, su bracciali in acciaio o cinturini in gomma e con vari quadranti, la linea SAR riceve da anni riconoscimenti per la sua estetica senza fronzoli e robusta e il suo grado di funzionalità.
Fonte e foto: https://gearpatrol.com/2019/11/01/best- ... histories/


Allegati:
WWI-Trench-Watch-gear-patrol.jpg
WWI-Trench-Watch-gear-patrol.jpg [ 139.25 KiB | Osservato 325 volte ]
Weems-Second-Setting-Watch-gear-patrol.jpg
Weems-Second-Setting-Watch-gear-patrol.jpg [ 324.27 KiB | Osservato 325 volte ]
6B-159-Navigator-Watch-gear-patrol.jpg
6B-159-Navigator-Watch-gear-patrol.jpg [ 289.53 KiB | Osservato 325 volte ]
A-11-gear-patrol.jpg
A-11-gear-patrol.jpg [ 349.22 KiB | Osservato 325 volte ]
The-Dirty-Dozen-gear-patrol.jpg
The-Dirty-Dozen-gear-patrol.jpg [ 536.02 KiB | Osservato 325 volte ]
B-Uhr-gear-patrol.jpg
B-Uhr-gear-patrol.jpg [ 248.63 KiB | Osservato 325 volte ]
Seikosha-Kamikaze-Watch-gear-patrol.jpg
Seikosha-Kamikaze-Watch-gear-patrol.jpg [ 195.95 KiB | Osservato 325 volte ]
Blancpain-Fifty-Fathoms-gear-patrol.jpg
Blancpain-Fifty-Fathoms-gear-patrol.jpg [ 174.72 KiB | Osservato 325 volte ]
Monopusher-Chronographs-gear-patrol.jpg
Monopusher-Chronographs-gear-patrol.jpg [ 335.51 KiB | Osservato 325 volte ]
MIL-W-46384-and-GG-W-113-gear-patrol.jpg
MIL-W-46384-and-GG-W-113-gear-patrol.jpg [ 287.78 KiB | Osservato 325 volte ]
Omega-Seamaster-300-gear-patrol.jpg
Omega-Seamaster-300-gear-patrol.jpg [ 380.83 KiB | Osservato 325 volte ]
Smiths-W10-gear-patrol.jpg
Smiths-W10-gear-patrol.jpg [ 397.52 KiB | Osservato 325 volte ]
Benrus-Type-I-and-II-gear-patrol.jpg
Benrus-Type-I-and-II-gear-patrol.jpg [ 352.29 KiB | Osservato 325 volte ]
Bund-Flyback-Chronographs-gear-patrol.jpg
Bund-Flyback-Chronographs-gear-patrol.jpg [ 373.11 KiB | Osservato 325 volte ]
Asymmetric-Chronographs-gear-patrol.jpg
Asymmetric-Chronographs-gear-patrol.jpg [ 133.32 KiB | Osservato 325 volte ]
Eterna-Kon-Tiki-Super-gear-patrol.jpg
Eterna-Kon-Tiki-Super-gear-patrol.jpg [ 368.73 KiB | Osservato 325 volte ]
Rolex-Mil-Sub-gear-patrol.jpg
Rolex-Mil-Sub-gear-patrol.jpg [ 275.59 KiB | Osservato 325 volte ]
Tudor-MN-Snowflake-Sub-gear-patrol.jpg
Tudor-MN-Snowflake-Sub-gear-patrol.jpg [ 223.92 KiB | Osservato 325 volte ]
Marathon-Navigator-gear-patrol.jpg
Marathon-Navigator-gear-patrol.jpg [ 104.81 KiB | Osservato 325 volte ]
G-10-Field-Watch-gear-patrol.jpg
G-10-Field-Watch-gear-patrol.jpg [ 136.88 KiB | Osservato 325 volte ]

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)
Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: sabato 2 novembre 2019, 19:39 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 16:25
Messaggi: 916
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Marathon TSAR / GSAR: Prodotta in conformità ai requisiti del governo statunitense e canadese e agli standard ISO, la linea di orologi Search and Rescue è stata messa in evidenza sui polsi delle truppe in Afghanistan e Iraq e, soprattutto, sui polsi dei combattenti subacquei: questo è un moderno serio orologio da immersione militare da combattimento se mai ce n'è stato uno. Disponibile sia in quarzo sia in varianti automatiche, su bracciali in acciaio o cinturini in gomma e con vari quadranti, la linea SAR riceve da anni riconoscimenti per la sua estetica senza fronzoli e robusta e il suo grado di funzionalità.


Allegati:
Marathon-TSAR-GSAR-gear-patrol.jpg
Marathon-TSAR-GSAR-gear-patrol.jpg [ 404.68 KiB | Osservato 323 volte ]

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)
Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: domenica 3 novembre 2019, 10:44 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 14:03
Messaggi: 10668
Provincia: Napoli
::-bravo2 Confesso di aver impiegato un po' di tempo per leggere...ma sopratutto per "metabolizzare" tutto ma...non è stato certo tempo sprecato in questa uggiosa mattina di domenica e, di certo, mi hai aperto nuovi orizonti !
Anche questo è Orologiko!! ::--pollixi
Grazie per aver voluto condividere le tue conoscenze con noi ! :ìò

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita!


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: domenica 3 novembre 2019, 10:51 
Connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 22 gennaio 2015, 13:36
Messaggi: 9184
Provincia: Milano
Quando vedo " quel " Blancpain....mi emoziono.....

Bella condivisione piuttosto completa e di facile comprensione anche ai più neofiti ::-OK

_________________
Vorrei che fosse oggi..in un attimo già domani..per iniziare per stravolgere tutti i miei piani...




per info e coupon sconto Montecristo Orologiko LIMITED EDITION scrivetemi a asiaazzurra@orologiko.it oppure whatsapp al 3343607743

Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: domenica 3 novembre 2019, 11:13 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 14:03
Messaggi: 10668
Provincia: Napoli
:roll: A me, invece, il Lemania monopulsante ha riportato alla mente quello in mio possesso di cui ignoro il significato del numero inciso sul fondello! :oops:
Ora non vorrei certo rischiare di dire stupidate ed inserirmi in un contesto ben al di sopra delle mie cognizioni ma..provo a mostrarlo :mrgreen:


Allegati:
Lemania Cr15.jpeg.JPG
Lemania Cr15.jpeg.JPG [ 271.03 KiB | Osservato 290 volte ]
Lemania Cr4.jpeg.JPG
Lemania Cr4.jpeg.JPG [ 254.23 KiB | Osservato 290 volte ]

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita!
Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 8:19 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 marzo 2012, 13:05
Messaggi: 1480
Località: bologna
è il seriale che dimostra l'effettiva assegnazione


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 8:21 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 marzo 2012, 13:05
Messaggi: 1480
Località: bologna
l'orologio di Domenico è databile negli anni 50

modelli simili erano stati assegnati anche negli anni 40 con dicitura regia marina


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: lunedì 11 novembre 2019, 12:33 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 14:03
Messaggi: 10668
Provincia: Napoli
celestograph ha scritto:
l'orologio di Domenico è databile negli anni 50

modelli simili erano stati assegnati anche negli anni 40 con dicitura regia marina


::-OK Grazie! Ma mica sai dirmi il significato di quel numero inciso sul fondello e/o la sua ragion d'essere?? :roll:

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita!


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 9:14 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 16:25
Messaggi: 916
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Ricordo che i Lemania per i mappatori dell'I.I.R.M., anzi I.I. della M., dal '60 circa, fine anni '50, potevano avere anche quadranti senza alcuna scritta e nome del brand, solo il 15TL e il fondello numerato con 3 numeri. Non so se il numero al retro si riconduca al numero dei dipendenti o altro, fatto sta che c'e' proprio negli esemplari considerati originali. C'è un'altra ipotesi che afferma: si tratterebbe di un orologio utilizzato esclusivamente dagli ufficiali di rotta della Marina. Epoca 1940-45. Il calibro dovrebbe essere Lemania 15 CHT. Se può aiutare il numero di matricola inciso sul fondello dovrebbe trovarsi anche all'interno dell'anca a ore 11. Ma questa seconda ipotesi va in contrasto con la prima, soprattutto sulla datazione dell'orologio. La prima ipotesi mi sembra quella più realistica per l'orologio di wolf

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)


Ultima modifica di Cipster il mercoledì 15 gennaio 2020, 10:43, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 9:19 
Connesso
Advanced User
Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 febbraio 2016, 19:05
Messaggi: 1103
Località: Quartu Sant'Elena
Provincia: Cagliari
Bellissimi e irraggiungibili a tasche comuni...trovo accattivante anche il Seikosha-Kamikaze...

_________________
Massimo


Top
 Profilo  
 

Re: 21 dei migliori orologi militari e le loro storie
MessaggioInviato: martedì 12 novembre 2019, 10:27 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 14:03
Messaggi: 10668
Provincia: Napoli
Cipster ha scritto:
Ricordo che i Lemania per i mappatori dell'I.I.R.M., anzi I.I. della M., dal '60 circa, fine anni '50, potevano avere anche quadranti senza alcuna scritta e nome della brand, solo il 15TL e il fondello numerato con 3 numeri. Non so se il numero al retro si riconduca al numero dei dipendenti o altro, fatto sta che c'e' proprio negli esemplari considerati originali. C'è un'altra ipotesi che afferma: si tratterebbe di un orologio utilizzato esclusivamente dagli ufficiali di rotta della Marina. Epoca 1940-45. Il calibro dovrebbe essere Lemania 15 CHT. Se può aiutare il numero di matricola inciso sul fondello dovrebbe trovarsi anche all'interno dell'anca a ore 11. Ma questa seconda ipotesi va in contrasto con la prima, soprattutto sulla datazione dell'orologio. La prima ipotesi mi sembra quella più realistica per l'orologio di wolf


::-OK Grazie per aver ipotizzato una spegazione a quanto chiedevo! Anche io lo dato circa negli anni 60 e non posso che concordare con quanto dici! :grin:

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita!


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: remorolo e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: