Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
 

Military Watches Of The World: USA, parte 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 30 aprile 2019, 19:18 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 17:25
Messaggi: 650
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Nella parte 2 , presento gli orologi emessi dai militari statunitensi dall'era del Vietnam fino ad oggi.
Guerra del Vietnam
Con il rilascio della specifica MIL-W-3818B nel 1962, la nebbia si solleva ancora una volta e c'è una storia chiara e tracciabile di orologi emessi. Questa revisione aveva lo scopo di semplificare i requisiti per un orologio da polso con 17 gioielli e hacking con una durata prolungata, e l'orologio prodotto in base a questa specifica era il Benrus DTU-2A / P. Presenta una cassa in acciaio parcheggiata, un quadrante nero con numeri e indici in bianco e un anello interno con tempo militare, mani piene di vernice verde luminescente (trizio), un cristallo acrilico e una lancetta dei secondi con punta arancione anch'essa dipinta con trizio. Il movimento prevedeva 17 gioielli, hacking, una riserva di carica di 36 ore e una precisione di +/- 30 secondi al giorno.
Il MIL-W-3818B è cresciuto nel GG-W-113, una versione rilasciata nel 1967 che era quasi identica alle revisioni del MIL-W-46374 AD (ci arriverò a quelle successive) ed è stata rilasciata in concomitanza per molti anni. La differenziazione era che presentava esclusivamente un movimento a 17 rubini, a carica manuale e hacker e un quadrante "sterile" per la leggibilità. Questi orologi erano destinati ai piloti e furono prodotti da Benrus, Hamilton, Marathon e Altus.
Nel 1964, la specifica MIL-W-46374 fu pubblicata richiedendo un orologio preciso, monouso e non manutenibile in una custodia di plastica o di metallo da emettere alla fanteria e ad altre forze di terra. La maggior parte di questi ha caratterizzato il numero "12" dipinto in trizio, sebbene alcuni esempi esistano senza questo dettaglio.
La specifica MIL-W-46374 si è evoluta nel tempo, con revisioni successive etichettate da A a G. La Revisione A, ad esempio, che è stata rilasciata nel 1968, richiedeva l'opzione di un caso in acciaio resistente alla corrosione (sebbene questo requisito sia stato successivamente modificato a "acciaio inossidabile" nel 1973). Versioni in plastica di Rev. A Westclox and Benrus vennero prodotti orologi tra il 1970 e il 1976 e le versioni in metallo furono prodotte da Hamilton.
La Revisione B, pubblicata nel 1975, ha aggiunto un requisito per il simbolo delle radiazioni e "H3" sul quadrante per indicare l'uso del trizio, così come le parole "Dispose Rad. Rifiuti "sul retro della cassa e un rivestimento per le mani per preservare il trizio. Questi orologi erano generalmente realizzati in acciaio, anche se una versione di plastica Timex rara fu prodotta solo nel 1982.
La Revisione C, pubblicata nel 1983, vide l'introduzione di Stocker & Yale nel mix di produttori che producevano orologi per gli Stati Uniti. Questo modello, le cui specifiche richiedevano standard di manutenzione aggiornati, fu realizzato in plastica da Stocker & Yale e soprannominato "SandY". ”
La Revisione D, pubblicata nel 1986, genererebbe cinque diverse varianti, incluso il Tipo 1 estremamente accurato che costituiva un serio allontanamento da molte delle versioni di plastica monouso non conservabili del MIL-W-46374. Anche se non passeremo attraverso tutte le iterazioni qui, il Tipo 2 è notevole per essere un modello in plastica, e il Tipo 3 per essere la prima specifica al quarzo analogico. I Rev. D sono stati realizzati da Hamilton, Stocker & Yale e, più raramente, Marathon / Gallet.
La Revisione E, pubblicata nel 1989, richiedeva drastici cambiamenti nel carattere del quadrante e il passaggio dal tritio alle fiale di tritio. Questi orologi di plastica sono stati prodotti da Stocker & Yale e Marathon in diverse versioni.
La Revisione F, pubblicata nel 1991, è stata prodotta anche in molte versioni differenti, con il Tipo 6 che rappresenta il punto di partenza più notevole rispetto alle specifiche precedenti. Questo orologio "Navigator" è caratterizzato da una migliore qualità, movimento al quarzo di hacking con una ghiera rotante in stile GMT, nonché requisiti speciali aggiornati per operare in varie condizioni avverse. Questi orologi sono stati prodotti da Stocker & Yale e Marathon.
L'ultima revisione di questa specifica, la Revisione G, è stata pubblicata nel 1999 e ha visto il Dipartimento della Difesa dare più margine di manovra ai produttori per progettare orologi che rispettassero criteri specifici; il governo ha tuttavia richiesto che i produttori pulissero i quadranti dei loro orologi, con solo il simbolo delle radiazioni e il simbolo del trizio H3, e nessun nome del produttore o "governo degli Stati Uniti", come riscontrato su alcuni orologi Marathon.
Un cugino più grande raramente visto del campo MIL-W-46374 è il FAPD 5101 prodotto da Hamilton. Questo orologio, pubblicato per la prima volta alla fine del 1969 o agli inizi del 1970, è stato prodotto appositamente per i navigatori dell'aviazione statunitense, e presenta quindi una cassa parkerizzata di 36 mm leggermente più grande e il calibro Hamilton di 17 rubini, centro-secondi 684. Il 684, che prevedeva anche una vite di regolazione fine e una copertura antipolvere anti-magnetica, è stato sviluppato appositamente per il FAPD 5101 e non compare in nessun altro modello di orologio da polso militare o civile.
Ci sono stati diversi orologi subacquei utilizzati dalle forze americane nel corso degli anni, ma il Tornek-Rayville è qualcosa di anomalo in questo sondaggio, in quanto non è stato prodotto da un produttore statunitense. Questo orologio, pubblicato all'inizio degli anni '60 con la specifica MIL-W-22176A, era essenzialmente un Blancpain Fifty Fathoms con il nome del distributore statunitense Blancpain locale sul quadrante. Poiché gli effetti negativi del radio sono stati scoperti in questo momento e il trizio si è rivelato troppo luminoso, il Tornek-Rayville ha utilizzato il Promethium 147 come una vernice luminescente, caratterizzata da un'emivita di 2,5 anni, pur fornendo un forte bagliore.
Agli inizi degli anni '70 fu rilasciata la specifica MIL-W-50717, che si tradusse negli orologi subacquei Benrus Type I e Type II, prodotti dal 1972 al 1980. Questi orologi utilizzavano un pezzo unico in acciaio, custodie da 43 mm e il movimento Benrus GS1D2 , un calibro automatico ETA 2620 modificato con una riserva di carica di 40 ore a pieno carico. Sono state prodotte in numero limitato in diverse varianti per i team di Navy SEAL e forse anche per altri membri del personale clandestino, e sono perennemente favorite dai collezionisti di orologi militari.
Nota speciale: è stato menzionato molte volte che, nonostante gli ordini di approvvigionamento dettagliati per decine di migliaia di orologi depositati dal governo degli Stati Uniti, molti, se non la maggior parte dei soldati nell'esercito degli Stati Uniti durante l'era della guerra del Vietnam non hanno mai emesso gli orologi. Dato che il numero di truppe schierate in Vietnam alla fine contava in centinaia di migliaia, sembra concepibile che l'esercito abbia forse emesso solo orologi per quel personale che ne sentiva assolutamente necessario, e ha deciso di permettere alla maggior parte dei soldati di procurarsi il proprio segnatempo.
Oggi
Con la pubblicazione del MIL-W-46374G, è stato introdotto il concetto di Performance Standard, che non era più un insieme di specifiche rigorose a cui i produttori dovevano costruire i propri orologi, ma piuttosto una serie di standard a cui ogni orologio presentato per problema doveva conformarsi. Dopo che Stocker e Yale interruppero la produzione di orologi militari, ciò non fece altro che Marathon che produceva pezzi di emissioni governative per le forze statunitensi.
Da quando sono iniziate le guerre in Afghanistan e Iraq, la grande maggioranza delle forze armate statunitensi non rilasciano le loro truppe sotto controllo né forniscono un budget per gli appalti privati, e mentre alcune unità specializzate possono avere budget sufficienti per emettere un orologio per ogni membro, la grande maggioranza delle truppe sembra semplicemente comprare e indossare il proprio orologio. Va notato, tuttavia, che questa pratica non è nuova; ad esempio, un pilota di aviazione per operazioni speciali che indossa ancora il Rolex GMT Master 1675 acquistato per lui da suo padre in una PX nel Sud-Est asiatico, e un soldato delle forze speciali che indossava un G-Shock per gran parte della sua servizio (l'orologio militare di fatto di scelta oggi).
Nel panorama odierno, un orologio, sembrerebbe, non è meno un pezzo critico di equipaggiamento per il soldato di quanto lo fosse 100 anni fa - non dobbiamo semplicemente aspettarci che il governo paghi per loro!
fonte: https://wornandwound.com/military-watch ... -s-part-2/


Allegati:
Commento file: Specifiche MIL-W-3818B.
MIL-W-3818B_Sepcifications.jpg
MIL-W-3818B_Sepcifications.jpg [ 26.9 KiB | Osservato 291 volte ]
Commento file: Da sinistra a destra: Benrus GG-W-113, circa 1973; Hamilton Mil-W-46374B, circa 1978, Maratona Mil-W-46374E, circa 1990.
fieldTrio2.jpg
fieldTrio2.jpg [ 81.55 KiB | Osservato 291 volte ]
Commento file: Timex MIL-W-46374B
TIMEX-MIL-W-46374.jpg
TIMEX-MIL-W-46374.jpg [ 17.21 KiB | Osservato 291 volte ]
Commento file: Marathon Mil-W-46374E, circa 1990.
mil-w-eFront.jpg
mil-w-eFront.jpg [ 73.67 KiB | Osservato 291 volte ]
Commento file: Hamilton FAPD 5101 Type 1 del settembre 1970
Hamilton-FAPD-5101-Type-1.jpg
Hamilton-FAPD-5101-Type-1.jpg [ 73.54 KiB | Osservato 291 volte ]
tornek2.jpg
tornek2.jpg [ 260.11 KiB | Osservato 291 volte ]
Commento file: Benrus
BENRUS_TYPE_I_1.jpg
BENRUS_TYPE_I_1.jpg [ 478.15 KiB | Osservato 291 volte ]

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)
Top
 Profilo  
 

Re: Military Watches Of The World: USA, parte 2
MessaggioInviato: mercoledì 1 maggio 2019, 7:45 
Connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 22 gennaio 2015, 14:36
Messaggi: 8300
Provincia: Milano
Il tornek è un orologio di grande valore che non ho mai saputo valorizzare...ed è un " mea culpa "

Grazie Giorgione!!!!

_________________
Vorrei che fosse oggi..in un attimo già domani..per iniziare per stravolgere tutti i miei piani...


Immagine


Top
 Profilo  
 

Re: Military Watches Of The World: USA, parte 2
MessaggioInviato: giovedì 2 maggio 2019, 13:05 
Connesso
Senior User
Senior User
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 26 marzo 2018, 20:38
Messaggi: 704
Provincia: Cagliari
AsiaAzzurra ha scritto:
Il tornek è un orologio di grande valore che non ho mai saputo valorizzare...ed è un " mea culpa "

Grazie Giorgione!!!!

Oltretutto sono pure belli e accattivanti!

_________________
Non dimentichiamo cio' che in passato ha reso migliore il presente... (Federico "magma")


Top
 Profilo  
 

Re: Military Watches Of The World: USA, parte 2
MessaggioInviato: giovedì 2 maggio 2019, 17:37 
Non connesso
Senator
Senator
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 22 gennaio 2014, 11:46
Messaggi: 3582
Località: San Giovanni Gemini
Provincia: Agrigento
Bellissimi e senza marca su quadrante, puliti, come il nostro di Orologiko. :eek:

_________________
Vincenzo

** Solo l'umanità impazzita uccide in nome della giustizia ** (Masterbeat)


Top
 Profilo  
 

Re: Military Watches Of The World: USA, parte 2
MessaggioInviato: mercoledì 18 settembre 2019, 11:43 
Non connesso
Curatore Orologiko
Curatore Orologiko

Iscritto il: giovedì 12 febbraio 2009, 15:23
Messaggi: 540
Località: Como
Provincia: CO
Un esempio di orologio Stocker & Yale in plastica tipo "Sandy" a normativa MIL-W-46774D, Type2.

Allegato:
P_20190918_112045 (1).jpg
P_20190918_112045 (1).jpg [ 125.37 KiB | Osservato 72 volte ]


Allegato:
P_20190918_111951.jpg
P_20190918_111951.jpg [ 83.55 KiB | Osservato 72 volte ]


Ciao, Nene


Top
 Profilo  
 

Re: Military Watches Of The World: USA, parte 2
MessaggioInviato: giovedì 19 settembre 2019, 8:55 
Non connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 marzo 2012, 14:05
Messaggi: 1434
Località: bologna
tornek raiville non è altro che un marchio alternativo di blancpain

raiville in particolare è la trasposizione fonetica di villeret, cittadina svizzera dove aveva sede la ditta blancpain fino agli anni 70

i movimenti di questi orologi erano automatici prodotti da AS

il simbolo sul quadrante è un indice tornasole per rivelare la eventuale presenza di umidità all'interno della cassa

questi orologi sono i diretti eredi del modello fiftyphatoms degli anni 50


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: