Tutti gli orari sono UTC + 2 ore




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 

Re: Officine Panerai: il mito subacqueo italiano
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 29 luglio 2020, 16:13 
Non connesso
Advanced User
Advanced User

Iscritto il: mercoledì 11 luglio 2018, 18:54
Messaggi: 1121
Provincia: CATANIA
Max70 ha scritto:
Io non conosco assolutamente nulla...perciò ora vi tocca ::-pxzp


Giusto.....

giampiero


Top
 Profilo  
 

Re: Officine Panerai: il mito subacqueo italiano
MessaggioInviato: mercoledì 29 luglio 2020, 16:16 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 2 gennaio 2017, 17:41
Messaggi: 1712
Località: Bressanone
Provincia: Bolzano
Ringrazio l'opener per le notizie fornite. Mi piace aggiungere che ci sono alcuni studiosi di orologeria, specialmente oltreoceano, che mettono in dubbio parte della storia, ed in particolare il fatto che Rolex fornisse solo i movimenti e la corona. Secondo questi appassionati Panerai sarebbe stata inizialmente solo una sorta di importatore che "brandizzava" con il proprio quadrante con tecnologia Radiomir degli orologi che erano in tutto e per tutto Rolex con movimento Cortébert.

Aggiungo... già che ci sono.... l'ARO (Autorespiratore ad Ossigeno) e il Siluro a Lenta Corsa (Maiale) si devono al genio e coraggio dell'ufficiale di Marina Teseo Tesei (originario dell'Isola d'Elba), il quale sviluppò insieme ad un collega la maschera di Davis e la mignatta (una sorta di torpedine). Teseo Tesei fu colui che si introdusse nel porto di Malta per un'azione con delle barche esplosive, e poiché aveva perso del tempo per forzare le difese, spolettò a zero (senza tempo per fuggire), per non far saltare l'operazione.

Aggiungo inoltre che Durand de la Penne, non fu semplicemente scoperto, avvertì l'equipaggio della Valiant di abbandonare la nave.

_________________
Mauro

Immagine

Huston, Tranquillity base here. The Eagle has landed!


Top
 Profilo  
 

Re: Officine Panerai: il mito subacqueo italiano
MessaggioInviato: mercoledì 29 luglio 2020, 23:12 
Non connesso
Forum User
Forum User
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 settembre 2015, 20:40
Messaggi: 298
Località: Taranto
Provincia: taranto
Si propio quella leggenda, si narra che i Panerai, venivano utilizzati durante le esercitazioni e poi riposti da un custode in casa, leggenda narra che il figlio si ammalò fino a morire di leucemia e che scoperta la causa, gli orologi furono chiusi in una cassetta di piombo, poi messi in un blocco di cemento e gettati in un luogo imprecisato del Golfo della castagna per onorare la morte del ragazzo, anche perché ovviamente non si sapeva ancora nulla all'epoca della letalita del radio

_________________
Io sono un sognatore e comunque andrà non smetterò mai di credere e lottare per i miei sogni


Top
 Profilo  
 

Re: Officine Panerai: il mito subacqueo italiano
MessaggioInviato: giovedì 30 luglio 2020, 18:02 
Non connesso
collaboratore
collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 26 giugno 2014, 17:25
Messaggi: 1398
Località: Pizzighettone
Provincia: Cremona
Quello che so io è questo: Non tutti sanno che gli operatori della Marina Militare affondarono, in una cassa piena di cemento, i loro Radiomir, compresi cinturini e ricambi vari, perchè il figlio del sottufficiale che li custodiva, nel suo alloggio, si ammalò di leucemia... Pur essendo persone coraggiosissime, che manipolavano esplosivi e affrontavano modi di lavoro e di immersione pericolosissimi, si resero conto che i rischi inutili rimanevano non degni di essere affrontati...
La storia dei Radiomir affondati dagli ex-Gamma pare proprio che sia vera e pare proprio che qualcuno ha anche provato a cercarli (senza successo, almeno per ora). L'affondamento, avvenuto su fondale profondo, al largo di Spezia, avvenne in "cofane" di cemento. Dicesi "cofana" il tipico secchio da cantiere, niente casse di piombo, dunque.

_________________
Il fascino degli orologi: rendono concreta e visibile una cosa astratta come il tempo, che non si vede e non si tocca, eppure c’è.
(Fausto Gianfranceschi)


Top
 Profilo  
 

Re: Officine Panerai: il mito subacqueo italiano
MessaggioInviato: venerdì 31 luglio 2020, 10:28 
Non connesso
Forum User
Forum User
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 settembre 2015, 20:40
Messaggi: 298
Località: Taranto
Provincia: taranto
chissa quale sarà la verità, comunque rimane affascinante come leggenda e se fossero ritrovati sarebbe davvero un qualcosa di storico a livello mondiale

_________________
Io sono un sognatore e comunque andrà non smetterò mai di credere e lottare per i miei sogni


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: