Tutti gli orari sono UTC + 2 ore




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
 

Re: Vintage vs moderni
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 14:32 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Iscritto il: domenica 13 marzo 2022, 20:59
Messaggi: 64
Provincia: Campobasso
allanon ha scritto:
Informazioni appena prese in rete riguardo i quadranti vintage argomento che ricordavo aver letto molti anni fa. Uno dei motivi che mi fanno preferire gli orologi vintage.

Elettro-colorazione
Certi quadranti neri , copper , silver , malva o blu si ottengono mediante l'elettro-colorazione.
Il bagno di "oxydation" o elettro-colorazione era così composto :
10 lt. di acqua pura
1150 gr. di arsenico (anidride ars.)
300 gr. di carbonato di soda.
Ebbene sì , il colore era dato dal deposito dell'arsenico. Più si lasciava nel bagno il quadrante e più chiaro era il colore che si otteneva (scala dei grigi/silver). Gli anodi erano di carbone o di rame. Per conservare nel tempo il deposito di colore formatosi grazie alla elettro-colorazione , si usava proteggere il quadrante con una vernice protettiva trasparente o , per le tinte scure, con vernice del colore del deposito ( a volte si usava dare una vernice colore blu). Tale vernice serviva anche a rinforzare la tinta e a renderla più o meno brillante.
Campionario colori ad "oxydation"



Come dici certi quadranti.

Ebbene fino al 2008 sono ancora presenti e "ossidazione mat" osservando bene alla luce sembra che ha dei leggeri rialzi il colore e hanno una lunga durata anzi più passa il tempo e più sono belli.


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 14:43 
Connesso
Forumista
Forumista
Avatar utente

Iscritto il: domenica 30 maggio 2021, 17:26
Messaggi: 224
Provincia: MI
171717 ha scritto:
Ciao appassionato, sono contento che non ti piacciano i moderni, amici non mi chiedono niente a me. Sono solo io che mi chiedo... la prima mia domanda, come nella vita in generale ce differenza da un qualsiasi orologio e uno da collezione?


Prima di tutto bisognerebbe capire cosa intendi per orologio "da collezione".



Per rispondere invece all'opener, io sono un collezionista esclusivamente vintage, che non si cura minimamente di cosa hanno gli altri al polso e che non non è mai stato interpellato sui propri orologi (se non fra appassionati).


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 16:25 
Connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 3 maggio 2011, 0:01
Messaggi: 2620
Località: Irpinia
bubba48 ha scritto:
171717 ha scritto:
Ciao appassionato, sono contento che non ti piacciano i moderni, amici non mi chiedono niente a me. Sono solo io che mi chiedo... la prima mia domanda, come nella vita in generale ce differenza da un qualsiasi orologio e uno da collezione?


Prima di tutto bisognerebbe capire cosa intendi per orologio "da collezione".



Per rispondere invece all'opener, io sono un collezionista esclusivamente vintage, che non si cura minimamente di cosa hanno gli altri al polso e che non non è mai stato interpellato sui propri orologi (se non fra appassionati).


Non ho pezzi da collezione nella mia raccolta, ho sempre comprato col cuore anche pezzi non mi perfette condizioni. Mi piace mettermi alla ricerca di qualche orologio che mi provoca curiosità e studiarne le caratteristiche prima durante e dopo l' acquisizione, quasi sicuramente almeno per me il momento meno emozionante e averlo al polso dopo qualche giorno dall' acquisto.
Chi mi chiede qualche parere è qualche amico appassionato non perchè sono un esperto ma per chiedere una conferma delle "impressioni" e caratteristiche di qualche orologio vintage.

_________________
Once more into the fray...
Into the last good fight i' ll ever know.
Live and die on this day...
Live and die on this day...


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 16:27 
Connesso
Esperto Collezionista Polso
Esperto Collezionista Polso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 agosto 2014, 15:03
Messaggi: 21558
Provincia: Napoli
allanon ha scritto:
Informazioni appena prese in rete riguardo i quadranti vintage argomento che ricordavo aver letto molti anni fa. Uno dei motivi che mi fanno preferire gli orologi vintage.

Elettro-colorazione
Certi quadranti neri , copper , silver , malva o blu si ottengono mediante l'elettro-colorazione.
Il bagno di "oxydation" o elettro-colorazione era così composto :
10 lt. di acqua pura
1150 gr. di arsenico (anidride ars.)
300 gr. di carbonato di soda.
Ebbene sì , il colore era dato dal deposito dell'arsenico. Più si lasciava nel bagno il quadrante e più chiaro era il colore che si otteneva (scala dei grigi/silver). Gli anodi erano di carbone o di rame. Per conservare nel tempo il deposito di colore formatosi grazie alla elettro-colorazione , si usava proteggere il quadrante con una vernice protettiva trasparente o , per le tinte scure, con vernice del colore del deposito ( a volte si usava dare una vernice colore blu). Tale vernice serviva anche a rinforzare la tinta e a renderla più o meno brillante.
Campionario colori ad "oxydation"


:roll: Forse ho fatto una confusione nei termini...in effetti alcuni quadranti vintage furono colorati tramite questo metodo e, se ben conservati, costituiscono un motivo di apprezzamento per alcuni...ma io per "quadrante ossidato" pensavo ad altro e siccome mi è capitato spesso di vederne esempi contesi a fior di quattrini mi sono lasciato fuorviare ! :oops:

_________________
La vita è lotta ma la lotta è vita.


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 18:27 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Iscritto il: domenica 13 marzo 2022, 20:59
Messaggi: 64
Provincia: Campobasso
123wolf47 ha scritto:
allanon ha scritto:
Informazioni appena prese in rete riguardo i quadranti vintage argomento che ricordavo aver letto molti anni fa. Uno dei motivi che mi fanno preferire gli orologi vintage.

Elettro-colorazione
Certi quadranti neri , copper , silver , malva o blu si ottengono mediante l'elettro-colorazione.
Il bagno di "oxydation" o elettro-colorazione era così composto :
10 lt. di acqua pura
1150 gr. di arsenico (anidride ars.)
300 gr. di carbonato di soda.
Ebbene sì , il colore era dato dal deposito dell'arsenico. Più si lasciava nel bagno il quadrante e più chiaro era il colore che si otteneva (scala dei grigi/silver). Gli anodi erano di carbone o di rame. Per conservare nel tempo il deposito di colore formatosi grazie alla elettro-colorazione , si usava proteggere il quadrante con una vernice protettiva trasparente o , per le tinte scure, con vernice del colore del deposito ( a volte si usava dare una vernice colore blu). Tale vernice serviva anche a rinforzare la tinta e a renderla più o meno brillante.
Campionario colori ad "oxydation"


:roll: Forse ho fatto una confusione nei termini...in effetti alcuni quadranti vintage furono colorati tramite questo metodo e, se ben conservati, costituiscono un motivo di apprezzamento per alcuni...ma io per "quadrante ossidato" pensavo ad altro e siccome mi è capitato spesso di vederne esempi contesi a fior di quattrini mi sono lasciato fuorviare ! :oops:




Sai non penso solo alcuni quadranti vintage.sul plant ocean prima serie 2007 penso che il quadrante sia nero ossidato stesso trattamento . Differentemente da il suo fratello i toni dei neri cambiano. Leggendo bene anche questo ha subito questo trattamento.
Grazie allanon per il tuo intervento e non sapevo quelle informazioni.


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 21:09 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Iscritto il: domenica 13 marzo 2022, 20:59
Messaggi: 64
Provincia: Campobasso
allanon ha scritto:
bubba48 ha scritto:
171717 ha scritto:
Ciao appassionato, sono contento che non ti piacciano i moderni, amici non mi chiedono niente a me. Sono solo io che mi chiedo... la prima mia domanda, come nella vita in generale ce differenza da un qualsiasi orologio e uno da collezione?


Prima di tutto bisognerebbe capire cosa intendi per orologio "da collezione".



Per rispondere invece all'opener, io sono un collezionista esclusivamente vintage, che non si cura minimamente di cosa hanno gli altri al polso e che non non è mai stato interpellato sui propri orologi (se non fra appassionati).


Non ho pezzi da collezione nella mia raccolta, ho sempre comprato col cuore anche pezzi non mi perfette condizioni. Mi piace mettermi alla ricerca di qualche orologio che mi provoca curiosità e studiarne le caratteristiche prima durante e dopo l' acquisizione, quasi sicuramente almeno per me il momento meno emozionante e averlo al polso dopo qualche giorno dall' acquisto.
Chi mi chiede qualche parere è qualche amico appassionato non perchè sono un esperto ma per chiedere una conferma delle "impressioni" e caratteristiche di qualche orologio vintage.


Grazie allanon.per la condivisione sui quadranti ossidati bel discorso. Non ne ero a conoscenza di come venivano fatti. Una mia domanda ma questi quadranti negli anni 1950 chi li acquistava ? Perché ti spiego in un discorso un commento di una persona mi disse chissà quale tenuta.
Ho immaginato che fossero acquistati da facoltosi in quei tempi .

Bubba 48 a scritto cosa intenti per collezione.
Allonon ti ha risposto non ho pezzi da collezione nella mia raccolta mi ha fatto capire che la pensa come me la parola collezione


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 22:28 
Connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 3 maggio 2011, 0:01
Messaggi: 2620
Località: Irpinia
Alcune delle aziende più importanti che producevano quadranti sono ZJ fondata nel 1860 e Stern fondata nel 1898. Entrambe erano piccoli laboratori artigianali e producevano quadranti in smalto porcellanato ed erano interamente eseguiti a mano.
Se ti riferisci a chi venivano venduti questi quadranti la risposta è ovvia alle innumerevoli Maison dell' epoca.
Cmq se ti affascina questo argomento in rete trovi interessantissimi argomenti ben documentati con storia e foto dei quadrantisti più importanti e le tecniche utilizzate per la loro realizzazione.

_________________
Once more into the fray...
Into the last good fight i' ll ever know.
Live and die on this day...
Live and die on this day...


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 22:50 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Iscritto il: domenica 13 marzo 2022, 20:59
Messaggi: 64
Provincia: Campobasso
allanon ha scritto:
Alcune delle aziende più importanti che producevano quadranti sono ZJ fondata nel 1860 e Stern fondata nel 1898. Entrambe erano piccoli laboratori artigianali e producevano quadranti in smalto porcellanato ed erano interamente eseguiti a mano.
Se ti riferisci a chi venivano venduti questi quadranti la risposta è ovvia alle innumerevoli Maison dell' epoca.
Cmq se ti affascina questo argomento in rete trovi interessantissimi argomenti ben documentati con storia e foto dei quadrantisti più importanti e le tecniche utilizzate per la loro realizzazione.


Grazie .no non mi hai inteso bene la domanda.
Nel 1940 al 1950 sono stati prodotti alcuni quadranti ossidati da omega come poi negli anni a venire.fino al 60 + o meno veniva utilizzato anche il radio. Bene ti spiego i quadranti nero ossidato sono dei riferimenti negli orologi da collezione. Osservando bene trovo congruità con le referenza per capire quanti e quali sono. Questo è un mio pensiero.
Nella mia domanda iniziale i pezzi da collezione chiamiamoli così perché sono pochi se non esclusivi chi erano a quei tempi 1940 1960 gli acquirenti di tali pezzi. Immagino persone di un certo tenore,differenza oggi un moderno può averlo comprato uno qualsiesi se approfondisce l'argomento.


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 23:16 
Connesso
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Avatar utente

Iscritto il: martedì 3 maggio 2011, 0:01
Messaggi: 2620
Località: Irpinia
Sicuramente ieri come oggi erano persone che potevano permettersi orologi di lusso a cui piaceva avere un orologio di ottima qualità.

_________________
Once more into the fray...
Into the last good fight i' ll ever know.
Live and die on this day...
Live and die on this day...


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: sabato 14 maggio 2022, 23:26 
Non connesso
Forum User
Forum User
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 11 gennaio 2019, 11:50
Messaggi: 264
Provincia: Torino
Cipster ha scritto:
Semplicemente la mia tendenza è di comprare orologi vintage che abbaiano


perdonami, ma questo refuso era imperdibile :löl: :löl: :löl:


Top
 Profilo  
 

Re: Vintage vs moderni
MessaggioInviato: domenica 15 maggio 2022, 11:00 
Connesso
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto

Iscritto il: domenica 13 marzo 2022, 20:59
Messaggi: 64
Provincia: Campobasso
allanon ha scritto:
Sicuramente ieri come oggi erano persone che potevano permettersi orologi di lusso a cui piaceva avere un orologio di ottima qualità.


Adesso inizio a capire orologi di ottima qualità e con una maggiore richiesta di mercato con una minore disponibilità e con un valore storico che acquisiscono con il tempo.
Tutta colpa dell arsenico 8-)
Belli indossarli tutti giorni


Top
 Profilo  
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore


Chi c’è in linea

Visitano il forum: 123wolf47, allanon, edi, Fabrizio1960, michelev, nisits, Piero, remorolo e 101 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a: